Sparò al ladro che entrò nel suo fondo agricolo: il processo è da rifare

Lo hanno decretato cinque giudici della Corte di Cassazione di Roma. Alla base della decisione, molto probabilmente, vi sono vizi procedurali

Nella notte del 26 agosto 2015 Michele Marchese - 52enne di Castelluccio Valmaggiore - udì alcuni rumori provenire dal suo fondo agricolo in località 'Case Rotte' in agro di Troia, lungo la Sp 125 che collega la città a Faeto. Insospettitosi, imbracciò il fucile e sparò alla schiena del cerignolano Antonio Diciomma, 67 anni, reo di essersi introdotto nella sua proprietà con l'intento di rubare. I militari sostennero che assieme alla vittima vi fossero anche altre tre persone fuggite poi nei campi dell'azienda avicola. Lo stesso Marchese, ricostruendo l'accaduto, affermò di aver esploso colpi di fucile dal balcone della sua camera e che il suo unico obiettivo era quello di spaventare i ladri già altre volte introdottisi nel fondo agricolo.

Secondo il verdetto di primo grado emesso tra il 2017 e il 2018 dalla Corte D'Appello di Bari, la morte del presunto ladro fu omicidio colposo e non volontario, come invece sostiene la controparte. Ora, tuttavia, il processo è da rifare. Lo hanno decretato cinque giudici della Corte di Cassazione di Roma, annullando con rinvio la sentenza. Alla base della decisione della Suprema Corte, molto probabilmente, ci sono vizi procedurali. Contro l'ultimo verdetto ci fu un ricorso in Cassazione della Procura generale di Bari secondo cui, quando Marchese sparò i colpi, si prefigurò la possibilità di uccidere l'intruso e per tale motivo era giusto parlare di omicidio volontario.

Nel 2015 a sostegno dell'imputato nacque un Comitato spontaneo di agricoltori con gli obiettivi di raccogliere fondi per la battaglia legale dell'imprenditore e di fare luce sulle serie problematiche vissute quotidianamente dai proprietari e dai lavoratori delle aziende agricole della Capitanata. In attesa di leggere le motivazioni della Corte di Cassazione, Gianluca Ursitti - legale di Marchese - ribadisce che si deve ripartire dalla Corte d'Assise e da una chiara sentenza di omicidio colposo.

Commenti

venco

Lun, 04/03/2019 - 12:41

Subito e al più presto la legge sulla legittima difesa, e che sia retroattiva.

il corsaro nero

Lun, 04/03/2019 - 13:10

La difesa è sempre legittima!

agosvac

Lun, 04/03/2019 - 14:09

Se si era in piena notte come poteva sapere questo contadino che il ladro era di spalle??? Si tratta di legittima difesa della propria proprietà!!!

MOSTARDELLIS

Lun, 04/03/2019 - 14:23

Ma perché la magistratura deve per forza essere contro gli italiani?

frabelli1

Lun, 04/03/2019 - 14:42

Proprio vero che i giudici non hanno altro da fare

timoty martin

Lun, 04/03/2019 - 14:53

Legittima difesa e basta. Chi ruba deve sapere che esercita una professione pericolosa.

Libertà75

Lun, 04/03/2019 - 14:58

Ue ragazzi, ma avete capito la questione? Questo sarà reato anche dopo la riforma sulla legittima difesa (la quale punta ad eliminare il reato di omicidio colposo per eccesso di legittima difesa ossia di riconoscere la legittima difesa putativa). Ma se tu spari ad altezza umano, dopo non puoi dire "ho sparato solo per spaventare". Quindi, la Cassazione afferma che in primo e secondo grado è stato commesso un errore riconoscendo il solo reato di "omicidio colposo".

uberalles

Lun, 04/03/2019 - 16:12

Giudici di cassazione, il più giovane rientra nell'età massima dei malati di Alzheimer...Cosa pretendete?

uberalles

Lun, 04/03/2019 - 16:14

I giudici di cassazione hanno un unico scopo: durare più a lungo possibile in vita con stipendi faraonici; inutile, quindi, pretendere lucidità, obiettività, alacrità, imparzialità...Chi se ne frega?

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Lun, 04/03/2019 - 18:00

Secondo la magistratura il sig. Michele doveva invitare il ladro in casa e fargli un caffè raccomandando quando se ne sarebbe andato di prendere solo quanto gli serviva senza lasciare casino in giro. ( questo è il classico pensiero buonista).

Ritratto di akamai66

akamai66

Lun, 04/03/2019 - 18:08

Salvini ha fatto tutto quello che poteva, battendosi contro una mentalità sinistroide socialmasochista e un sistema giudiziario che mi terrorizza ,che ho sempre subito e che comunque, solo per sminuire Salvini, si scatenerà in ogni caso di legittima difesa.Il 2° emendamento alla Costituzione USA la dice lunga sul concetto di democrazia :Essendo necessaria alla sicurezza di uno Stato libero una ben organizzata milizia, il diritto dei cittadini di possedere e portare armi non potrà essere violato. Voi pensate chi i kompagni nostrani appoggerebbero una idea simile?

Ritratto di mailaico

mailaico

Lun, 04/03/2019 - 19:29

cinque giudici donna piu' la solita giornalista ignorante Maria Girardi !

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 04/03/2019 - 20:14

..... Il processo è da rifare ..... molto probabilmente, vi sono vizi procedurali ..... ..... ..... ma andate a spalare m...a, schifosi incapaci e dannosi !!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 04/03/2019 - 20:20

Il ladro va a rubare dove non c'è nessuno, ma se c'è qualcuno, é un assassino che va per uccidere, onde rubare. Lá pare che fossero addirittura in tre..

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 04/03/2019 - 20:42

Il ladro va a rubare dove non c'è nessuno, ma se c'è qualcuno, é un assassino che va per uccidere, pur di rubare. Allora, pare che fossero addirittura in tre.. Ma il vero problema sono i delinquenti giudiziari dell'apologia dell'omicidio e del furto che dovrebbero pagare, ma col Mattarella connivente la fanno franca, perché lo potrebbero sempre rimproverare di proteggere i famigerati bancarottieri, che nel cortile di Siena hanno lasciato un cadavere... precipitato dall'alto.

Destra Delusa

Lun, 04/03/2019 - 21:03

Fra poco ci spareremo tutti fra di noi. Gira voce di un sedicente gruppo di giustizieri deciso a dare la caccia e punire "sonoramente" tutti gli evasori fiscali. :)

maurizio50

Mar, 05/03/2019 - 08:08

C'è da mettere in chiaro una cosa. Le leggi le fa il Parlamento e non la Cassazione, che sguazza nel pantano della confusione oggi regnante in Italia. E il Capo del CSM sta a guardare!!!!