"Lo spray spruzzato nel locale ​dopo il furto di una catenina"

La testimonianza: "Ho visto tutta quella gente dirigersi verso una sola porta, ma le altre non erano sbarrate"

"Lo spray spruzzato nel locale ​dopo il furto di una catenina"

Gli inquirenti questa mattina hanno identificato un minorenne: sarebbe stato lui ad usare lo spray urticante al peperoncino all'interno del Lanterna Azzurra di Corinaldo. Questo finora appare come l'unico punto fermo dell'inchiesta. Uno dei gestori del locale avrebbe poi ritrovato la bomboletta e l'avrebbe consegnata ai carabinieri. Ma adesso gli investigatori stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto all'interno del locale. E in questo quadro investigativo che cercherà di spiegare quali sono stati i motivi che hanno spinto un minorenne ad usare proprio lo spray all'interno di una sala così affollata come quella del Lanterna Azzurra, emerge il racconto del figlio di uno dei gestori del locale, Marco Cecchini.

Come riporta il Messaggero il racconto del ragazzo potrebbe far luce su quanto accaduto: "Stavo fumando nella sala di sotto, con la porta di emergenza aperta - racconta Marco Cecchini -. Ad un certo punto è arrivato un ragazzo dalla sala fumatori e mi ha detto: 'Marco, mi hanno rubato la catenina. Io gli ho chiesto chi era stato e lui mi ha risposto 'non lo so, era un ragazzo che ha spruzzato uno spray al peperoncino". Poi Cecchini spiega cosa è successo subito dopo: "Faccio un passo in avanti e vedo tutta quella gente che usciva, le prime file sono riuscite a scendere senza problemi poi qualcuno, forse uno che non conosceva il locale, non ha visto le scalette alla fine della rampa ed è caduto, provocando l'effetto domino".

Infine sulle modalità della fuga di massa dalla sala verso le porte di sicurezza afferma: "C'è un video ripreso dalla consolle in cui si vede che tutta la parte in fondo della pista si muove verso l'esterno seguendo solo quella via lì e non capisco perché, forse il panico, forse perché non vedeva bene. Ma nessun buttafuori li bloccava, io ero lì sotto e ho visto, ho raccolto gli occhiali ad un ragazzo e abbiamo tirato fuori delle persone". Intanto si indaga ancora sui biglietti venduti. I carabinieri dopo le verifiche avrebbero affermato che i ticket venduti sarebbero stati 600 con 500 staccati. La capienza della sala era per 469 persone.

Commenti