Ancona, identificato minorenne "Ha spruzzato lo spray nel locale"

Gli inquirenti stringono il cerchio: è stato individuato il ragazzino che avrebbe scatenato il panico al Lanterna Azzurra

Ancona, identificato minorenne "Ha spruzzato lo spray nel locale"

Svolta nelle indagini sulla tragedia del Lanterna Azzurra di Corinaldo. È stato individuato ed identificato il minorenne che avrebbe spruzzato lo spray al peperoncino all'interno del locale. Un gesto che ha provocato il fuggi fuggi verso le porte di sicurezza provocando poi la morte di sei persone e il ferimento di altre cento. Dopo rapide indagini gli inquirenti, analizzando i video delle telecamere di sorveglianaza, hanno individuato il presunto responsabile della notte d'inferno di Corinaldo.

Il ragazzino è residente nella provincia di Ancona. In queste ore sui social alcuni ragazzi che si trovavano in discoteca avrebbero diffuso anche un video in cui appare un ragazzo con un berretto scuro. In tanti hanno chiesto sui social informazioni sul suo conto indicandolo come possibile sospettato per quanto accaduto al Lanterna Azzurra. Adesso la Prcura dei minorenni dovrebbe sentire il minorenne per capire come siano andate esattamente le cose. Soprattutto gli inquirenti dovranno accertare i motivi che avrebbero spinto il ragazzo ad usare lo spray urticante all'interno del locale. A dare una spiegazione, come riporta ilMessaggero, è stato Marco Cecchini, il figlio di uno dei gestori: "Stavo fumando nella sala di sotto, con la porta di emergenza aperta - racconta Marco Cecchini -. Ad un certo punto è arrivato un ragazzo dalla sala fumatori e mi ha detto: 'Marco, mi hanno rubato la cateninà. Io gli ho chiesto chi era stato e lui mi ha risposto 'non lo so, era un ragazzo che ha spruzzato uno spray al peperoncino". Intanto le indagini proseguono anche su un altro versante che riguarda più direttamente i gestori della struttura. I biglietti venduti sarebbero stati troppi rispetto alla capienza. Il locale è finito sotto sequestro.

Commenti