"È stato lui a uccidere Maddie", il pedofilo con 17 condanne "tradito" da un amico

L’uomo si sarebbe vantato al pub di sapere tutto sulla piccola scomparsa. L’accusa nei confronti di Brückner adesso è di omicidio

"È stato lui a uccidere Maddie", il pedofilo con 17 condanne "tradito" da un amico

Christian Brückner, il pedofilo 43enne ora accusato anche dell’omicidio della piccola Maddie, la bambina di tre anni scomparsa in Portogallo nel 2007 mentre si trovava in vacanza in un resort in Algarve con i suoi genitori, sarebbe stato tradito da un amico. L’uomo si trova già in prigione a Kiel, in Germania, dove sta scontando una pena di quasi 7 anni per aver stuprato una turista americana di 72 anni e per traffico di droga. Tra l’altro, la violenza è avvenuta nello stesso resort dove 18 mesi dopo è sparita la bimba.

Aveva detto di sapere tutto sulla piccola Maddie

Secondo quanto riportato dal Corriere, Bruckner sarebbe stato tradito da un amico. Durante una serata in un pub, da ubriaco avrebbe infatti raccontato al compare di sapere tutto riguardo la sparizione di Maddie, proprio mentre il viso della bambina era in televisione nel decimo anniversario della scomparsa. Durante tutti questi anni, ben 13, i genitori hanno sempre sperato di poterla ritrovare. Tante le segnalazioni che però non hanno mai portato a nulla. Per Scotland Yard Maddie è solo scomparsa. Di parere diverso il procuratore tedesco che si occupa delle indagini: “Riteniamo che Madeleine McCann sia morta. Il sospetto è un predatore sessuale già condannato in passato per crimini contro bambine”. L’accusa nei confronti del 43enne è infatti adesso di omicidio.

La carriera criminale del pedofilo

La sera della scomparsa, Maddie era stata lasciata sola in camera mentre i suoi genitori erano andati a cena con amici. Al loro ritorno, della figlia non vi era più traccia. A un certo momento la polizia portoghese aveva anche sospettato di mamma e papà, e comunque Bruckner era stato tolto dalla lista dei possibili sospettati. Il 43enne, ora in cima all'elenco per l’omicidio della bambina, ha sulle sue spalle ben 17 condanne per pedofilia, pedopornografia, furto, violenza e altri reati. La sua carriera di criminale iniziò da giovane, quando a 17 anni si beccò due anni di prigione per abusi sessuali su una bimba. Nel 1995 si trasferì per una dozzina di anni in Portogallo, dove continuò con traffico di sostanze stupefacenti e rapine. Durante una di queste rapine stuprò anche una turista americana di 72 anni, anche sadicamente torturata.

Una volta rientrato in Germania venne condannato per droga. Poi ancora in Portogallo da dove, nel 2017, venne estradato in Germania per reati di pedofilia. Terminato il soggiorno in carcere si diresse in Italia e, nel 2018 venne arrestato a Milano mentre usciva dal consolato per denunciare la perdita del passaporto. Su di lui era infatti stato emesso un mandato di cattura internazionale sempre per traffico di droga. Bruckner, che si trova adesso in carcere, potrebbe presto essere condannato anche per l’omicidio della piccola Maddie.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti