Tenta una rapina con lo spray urticante: fermato minorenne

L’aggressione è avvenuta nei pressi della stazione ferroviaria di Saronno: il giovane tunisino, privo dei documenti d’identità e di soggiorno, è stato fermato dalla polizia locale

Una tentata rapina da parte di un ragazzo minorenne nei confronti di altri giovani. E’ accaduto a Saronno (Varese), nei pressi della stazione ferroviaria di piazza Cadorna, nel tardo pomeriggio di lunedì.

L’adolescente, 17 anni, tunisino, ha tentato, in concorso con un altro soggetto, di commettere una rapina utilizzando uno spray urticante ai danni di altri ragazzi.

Ma la rapina è rimasta appunto allo stadio del tentativo perché gli agenti della polizia locale sono riusciti a bloccare il nordafricano. Il fermato è risultato essere privo dei documenti d'identità e di soggiorno: identificato, è stato deferito alla Procura presso il Tribunale per i minorenni di Milano e affidato ad una comunità in via provvisoria.

Il diciassettenne dovrà rispondere del reato di soggiorno irregolare nello Stato e di tentata rapina. Il suo complice, anch’egli giovanissimo, è invece riuscito a dileguarsi anche se qualche passante l’ha riconosciuto: sono in corso le indagini per rintracciarlo.

Le vittime, grazie al pronto intervento della polizia locale, non hanno riportato lesioni.

“Rinnovo i ringraziamenti ai nostri agenti per l’ennesima prova di efficienza che ha evitato conseguenze peggiori ai due ragazzi vittime di queste azioni, – ha affermato il sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli - il controllo costante del territorio è essenziale per cercare di debellare episodi di microcriminalità: gli interventi dei nostri agenti vanno proprio in questa direzione. Grazie all’azione della Polizia Locale, ai pattugliamenti fissi in stazione, alla collaborazione sempre maggiore con tutte le forze dell’ordine che ha portato a diversi interventi congiunti, all’attività antidroga con il cane, si può tranquillamente affermare – ha aggiunto - che i fenomeni di microcriminalità, soprattutto negli ultimi anni, sono drasticamente diminuiti. E’ dunque importante continuare su questa strada”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.