Cronache

Accoltella la moglie alla testa: in arresto un 58enne di Agrigento

A seguito di una lite familiare, l'uomo ha aggredito la moglie con un coltello ferendola alla testa, la chiamata della vicina di casa ai carabinieri ha consentito di salvare la donna

Accoltella la moglie alla testa: in arresto un 58enne di Agrigento

Tenta di uccidere la moglie dopo un litigio ferendola alla testa con un coltello. La chiamata ai carabinieri della vicina di casa evita il peggio. I militari fanno irruzione nell’abitazione dei due e salvano la donna. Lui, viene tratto in arresto in flagranza di reato. Notte di paura a Raffadali, in provincia di Agrigento, dove stava per consumarsi un caso di femminicidio. In manette un 58enne del posto, già noto alle forze dell’ordine per precedenti reati.

Non è ancora chiaro cosa sia accaduto nello specifico tra le pareti domestiche di quella famiglia la notte appena trascorsa, ma di certo, si è trattato di un gesto ingiustificabile nato da motivi di non rilevante importanza. Era ormai tarda sera quando, tra le diverse chiamate giunte alla centrale operativa del comando provinciale di Agrigento che segnalavano i “classici” problemi del sabato notte, ha fatto seguito quella che annunciava una lite familiare che appariva grave. A lanciare l’allarme è stata la vicina di casa della coppia in quanto preoccupata dalle grida e dalle urla della donna.

Dentro quella casa si stava consumando una tragedia. Per un motivo non ancora chiaro, ma comunque non importante, quello che era iniziato come un litigio è degenerato poi nell’aggressione dell’uomo verso la donna. Con dei fendenti, il 58enne ha provocato delle ferite alla testa della vittima. I carabinieri, giunti in quell’abitazione, hanno provato più volte a bussare alla porta. Dopo diversi minuti, ad accoglierli è stato il 58enne in pieno stato di agitazione, con le mani sporche di sangue e una penna a sfera tra le mani. L’uomo ha raccontato di avere avuto una lite con la moglie e di averla colpita in testa con la penna. I militari sono entrati quindi dentro quella casa e nel frattempo, per terra hanno visto diverse macchie di sangue che li hanno condotti alla cucina.

Lì è stata trovata la donna seduta su di una sedia, tra le lacrime, che si teneva la testa piena di sangue. Una ferita alla tempia sinistra molto profonda per essere inflitta dalla penna. Perquisita l’abitazione è stato trovato un coltello di 20 centimetri sporco di sangue. L’arma, utilizzata per ferire la vittima è stata sequestrata. La poveretta è stata subito soccorsa con i mezzi del 118 e trasportata in ospedale dove le è stato riscontrato un trauma cranico. Fortunatamente non è in pericolo di vita. Il 58enne è stato tratto in arresto per tentato omicidio. Gli accertamenti dei carabinieri adesso sono diretti a verificare se in passato la donna avesse subito altri maltrattamenti ad opera del marito.

Commenti