Torino, in fiamme il tetto della cavallerizza reale, patrimonio dell'Unesco

Le fiamme devastano il terro. Al lavoro diverse squadre dei vigili del fuoco, che hanno domato l'incendio

Torino, in fiamme il tetto della cavallerizza reale, patrimonio dell'Unesco

"Si vedono fiamme alte dal tetto della Cavallerizza". È questo quanto riferito da alcuni residenti di via Rossini, a Torino, che questa mattina intorno alle 7.30, hanno chiamato i vigili del fuoco. Un incendio, infatti, è scoppiato nell'edificio storico della Cavallerizza Reale.

Da un paio d'ore, le squadre dei pompieri sono al lavoro, per cercare di domare le fiamme che stanno devastando il tetto dello storico complesso architettonico, che si trova in centro città. Sul posto, oltre alle 6 squadre di vifili del fuoco, anche i mezzi del 118, anche se per il momento sembra che il rogo non abbia provocato feriti e intossicati. L'incendio, le cui cause non sono ancora state accertate, ha coinvolto l'area delle scuderie e dell'ex circolo dopolavoro. I pompieri sono riusciti a domare le fiamme: "C'è stato il crollo di crollo parziale di una porzione del tetto andato in fiamme", spiegano.

"Sono qui a guardare quello che sta succedendo. Arrabbiata? Per il momento sono preoccupata", ha spiegato al Corriere della Sera Luisa Papotti, soprintendente della Cavallerizza reale. Con lei, anche una folla di passanti, che assiste attonita alla scena. Questa mattina, la paura era molta, dato che spesso, l'edificio situato a due passi dalla Mole è occupato abuisivamente. L'edificio aveva già preso fuoco nel 2014 e la parte interessata era la stessa di quella in famme questa mattina.

Intanto, a quasi due ore dall'inizio del rogo, arrivano le prime polemiche. "La Cavallerizza che brucia è l'ennesimo sfregio alla città della sindaca Appendino. Non aver deciso cosa fare dello stabile per non scontentare i suoi elettori ha prodotto questo capolavoro. Il dolore e la rabbia che provo per questa tragedia è immenso. Mai con questi cialtroni", ha scritto su Twitter la deputata torinese di Italia Viva, Silvia Fregolent.