Torino, violato l'account di un docente universitario: video hot in rete

La polizia postale del capoluogo piemontese indaga sul furto di dati privati di un professore, poi diffusi sulle chat interne dell'università

Un hacker ha violato la rete interna dell'Università di Torino, addentrandosi nella corrispondenza personale di un docente e diffondendo sul web anche un video che ritrae il professore sorpreso in atteggiamenti inequivocabilmente erotici.

La polizia postale e la procura del capoluogo piemontese stanno indagando sul furto di dati sensibili, comprese email e corrispondenza personale, commesso ai danni di un docente dell'ateneo sabaudo. L'ignoto ladro informatico si è impossessato di informazioni private - fra cui anche il video a sfondo sessuale - e le ha diffuse su una newsletter interna all'accademia torinese.

Da lì poi tutto il materiale è finito sulle chat di studenti e colleghi, in una reazione a catena assai difficile da controllare. Immediato l'intervento delle autorità accademiche, con il direttore del dipartimento interesato che ha subito presentato un esposto alla polizia postale, sia per assicurare alla giustizia l'hacker, sia per consentire l'avvio di una verifica sulla sicurezza dei sistemi informatici dell'università.

Le forze dell'ordine sono inoltre al lavoro per verificare se e come alcuni studenti entrati in possesso del video abbiano sfruttato la posizione in cui si sono inaspettatamente venuti a trovare per poter minacciare o ricattare il docente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.