Trovato il corpo di un 40enne nel fiume Mella

Molto difficoltose le operazioni di recupero. Non vi sarebbero segni di violenza

E’ stato trovato il corpo di un uomo sulla quarantina nel fiume Mella, a Brescia. La scoperta è avvenuta alle 22 di ieri, 22 gennaio, in via Milano, sotto un ponte, dove la strada si congiunge a via Vallecamonica. Da un primo esame sul cadavere non vi sarebbero evidenti segni di violenza o colluttazione. Solo l’autopsia che verrà eseguita nelle prossime ore potrà chiarire le cause del decesso. Alcuni testimoni avrebbero raccontato agli agenti accorsi sul luogo del ritrovamento, di aver visto l’uomo arrivare in bicicletta. Avrebbe in seguito legato il mezzo poco lontano, per poi sparire nel nulla. Il traffico dell’intera zona è stato deviato.

Sul posto sono arrivati i Vigili del fuoco, i sanitari del 118, la Polizia Locale e la Polizia di Stato. Il tratto di strada interessato è rimasto chiuso per poter permettere alle Forze dell’ordine di fare tutti i rilievi necessari al proseguimento delle indagini. La Polizia sta controllando se nel quartiere vi siano telecamere di sicurezza che possano aver registrato l’uomo prima della tragedia. Intanto si stanno controllando le denunce di persone scomparse nelle ultime ore, e al momento vi sarebbe la segnalazione di un trentanovenne da parte dei suoi familiari, preoccupati dal non vederlo rientrare in casa. L’uomo scomparso sarebbe inoltre residente nel bresciano, altra informazione che potrebbe far pensare che si tratti della stessa persona.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 23/01/2019 - 13:44

la patania sta evaporando!