"Trump? È stato evitato il disastro": Beppe Severgnini giustifica la censura

Beppe Severgnini con un un lungo articolo sul Corsera ha spiegato perché il blocco social di Donald Trump sarebbe legittimo e non censorio

La decisione dei social di eliminare i profili di Donald Trump ha creato ben più di qualche protesta in Europa, che sorprendentemente si è trovata (quasi) unita nella condanna alla censura. Anche Angela Merkel si è espressa in merito e stando a quanto riporta il suo portavoce Steffen Seibert, avrebbe definito la decisione "problematica". Sarebbe giusto, infatti, istituire un controllo per evitare la diffusione di notizie false o fuorvianti, sottolinea Steffen Seibert, che però rivendica e riconosce la libertà di opinione come diritto fondamentale "di primaria importanza". Non la pensa così Beppe Severgnini sul Corriere della sera, dove legittima la scelta di Twitter e degli altri social network, definendola "triste e sgradevole, ma opportuna".

Il giornalista ha espresso in tre punti quelli che, secondo lui, sono i motivi opportuni dei grandi social network per censurare Donald Trump. Il primo punto elencato da Beppe Severgnini contesta un vizio contrattuale dalla parte del presidente degli Stati Uniti d'America: "Trump ha violato le regole d’ingaggio di Twitter, Facebook & C, sottoscritte liberamente da tutti gli utenti, lui compreso". Al secondo punto, invece, si rifà ai fatti di Capitol Hill: "Ha incitato all’insurrezione, rifiutando il risultato di elezioni democratiche, e ha creato un grave pericolo". Infine, al terzo punto eleva i social network, aziende private, a supremi controllori della democrazia: "I social non possono essere tubi vuoti dove passa di tutto. È ora che si sveglino e assumano le proprie responsabilità, visto che i governi democratici sonnecchiano e le autorità indipendenti arrancano".

Beppe Severgnini spiega che, dal suo punto di vista, "le sue parole hanno portato violenza, armi e svastiche dentro l’U.S. Capitol, il sacrario della democrazia americana. Cos’altro doveva accadere perché qualcuno provasse a intervenire?". A questo punto, per giustificare il blocco dei profili di Donald Trump e difendere questa scelta, allontanando l'accusa di censura, porta un esempio: "Se impediamo a qualcuno di gridare 'Al fuoco!' dentro un cinema affollato, in assenza di un incendio, non lo stiamo censurando. Stiamo evitando un disastro". Beppe Severgnini sul Corriere della sera sottolinea la virata a U di Mark Zuckerberg, da quando difendeva la libertà di diffusione di qualunque contenuto su Facebook fino ad arrivare a oggi, al blocco dell'account di Donald Trump, una decisione che "si spiega anche con il complesso di colpa, ed è un modo di ingraziarsi l’amministrazione entrante".

Alla fine della sua analisi, Severgnini pone le (vere) autorità davanti alle proprie responsabilità: "Adesso – è ovvio - tocca alle autorità pubbliche: devono proteggere le società dall’uso eversivo dei social. La democrazia va difesa. Quando occorre, a muso duro. Per conquistare il potere, e non lasciarlo più, autocrati e dittatori hanno calpestato allegramente i distinguo, le cautele e le cortesie dei democratici. La storia non ci ha insegnato proprio niente?".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Eridano

Mar, 12/01/2021 - 13:13

Dietro alle censure si nasconde quasi sempre un regime

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 13:26

a volte le censure evitano i regimi ...

Pierluigi64

Mar, 12/01/2021 - 13:31

Per dimostrare a Beppe Severgnini l'illogicità e falsità del suo "ragionamento" basterebbe citare tre esempi di dittatori o di regimi totalitari oggi non censurati dai social come invece è avvenuto con Trump che, comunque la si pensi, è stato eletto democraticamente nel 2016 come presidente degli Stati Uniti. Infatti, a Maduro, dittatore e affamatore del popolo venezuelano, al governo della Repubblica Popolare Cinese (che ultimamente ha sostenuto senza prove che la pandemia arriva dall'Italia e che la tragedia demografica degli Uiguri sia frutto di una loro ‘scelta riproduttiva’) e alla Guida Suprema dell’Iran, Alì Khamenei (che, su twitter, tuona tranquillamente: “Israele è un cancro maligno che deve essere rimosso e debellato: è possibile e accadrà”) non si è tolta la parola. Quindi le affermazioni di Beppe Severgnini sono false e destituite di fondamento.

justic2015

Mar, 12/01/2021 - 13:43

I tre mostri del mondo secondo i regimi chiamati democratici sarebbero Trump, Salvini e Putin.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mar, 12/01/2021 - 13:51

Bebbe Severgnini è un cremasco e da noi c'è un proverbio che dice "tre cremaschi e un asino fanno quattro teste di bestia"

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 12/01/2021 - 13:54

quando si tratta di trump o berlusconi o salvini, tutto è giustificabile, anche la dove NON può essere giustificabile! da vomito questa ipocrisia....

Indifferente

Mar, 12/01/2021 - 13:59

Seguendo l'esempio chiarificatore del cinema..se chiudiamo tutti i centri sociali, non è censura.. è evitare disordini, assalti e guerriglia (il disastro). Giusto? Se un elemosiniere a caso rompe dei sigilli, lo arrestiamo. Giusto? Se un contratto tra privati prevede clausole rientranti nel c.d. "patto leonino" lo si rende nullo. Giusto? Se un utente utilizza in modo improprio un social, lo si denuncia all'autorità, non ci si fa giustizia da soli. Giusto? Se un giornalista dice che tizio è pericoloso e i suoi lettori linciano quel tizio, a pagarla cara sarà il giornalista. Giusto?

Iacobellig

Mar, 12/01/2021 - 13:59

A questo punto visto il comportamento di Twitter e Facebook per impedire loro di praticare la censura secondo le loro interpretazioni e piacimenti, in massa uscire dalle due piattaforme prediligendo altre anche più sicure e serie.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 12/01/2021 - 14:04

Severgnini un altro servo del regime comunista.

Ritratto di Piddiopentababbei

Piddiopentababbei

Mar, 12/01/2021 - 14:07

Una macchietta sinistratA come Severgnini farebbe bene a tacere a prescindere.

Jon

Mar, 12/01/2021 - 14:08

Un giornalista mentecatto, vergognoso e miserevole.. Sostenitore di questa pseudo sinistra neoliberista.., CENSURATELO!!!

Ritratto di roberta martini

roberta martini

Mar, 12/01/2021 - 14:23

la presidenza di Trump era la copia conforme di quella di Berlusconi.Ogni suo gesto era fonte di calunnie e di falsità. Che cosa ha mai fatto Trump? Niente guerre (ahi la lobby delle armi)al contrario del GRANDE OBAMA. L'economia volava. Certo combatteva i cinesi, ha ragione, la Cina sta mangiandosi il mondo e 'Italia con la complicità dei nostri pseudo politicanti affamati,senza esperienza politica e professionalità.Trump è antipatico, certo ha l'antipatia del ricco che è arrivato. Vedrete la prossima presidenza Obama-Biden- Clinton che belle sorprese...

Ritratto di bergat

bergat

Mar, 12/01/2021 - 14:27

Ma chi beppe il comico?

maurizio-macold

Mar, 12/01/2021 - 14:28

Se il Severgnini, come scrive qualcuno, e' un servo del PCI allora e' altrettanto vero che la stragrande maggioranza dei forumusti e' serva del partito di via Bellerio. Termino facendo notare il fiume di odio che tracima dai post di Piddiopentababbei, JON, LANZI MAURIZIO, PARA'PADANo e MORTIMERMOUSE.

steacanessa

Mar, 12/01/2021 - 14:32

Severgnini pensieri “piccini”. Lasciatelo al suo corriere dei piccoli (senza offesa per il fu vero corriere dei piccoli.

maurizio50

Mar, 12/01/2021 - 14:32

Bravo Severgnini: sempre più fedelissimo dello stalinismo!!!!

ulio1974

Mar, 12/01/2021 - 14:32

justic2015 13:43: 15 anni fa ce n'era 1 solo: Berluska. Ma bastava per tutti.

hectorre

Mar, 12/01/2021 - 14:32

chi?????....da giornalista serio(quale non è) dovrebbe condannare simili iniziative!!...se avessero oscurato i profili dei suoi amici sinistri quando attaccavano Berlusconi e ora Salvini, si sarebbe stracciato le vesti, urlato al fassssismo, alla fine della democrazia....sei solo in pagliaccio!!!!!

Rcorvaglia230

Mar, 12/01/2021 - 14:34

A meno di prendere una cantonata, mi pare che Montanelli chiedeva aiuto a Severgnini nella sua rubrica del Corriere "lettere a Montanelli" perchè oltre a fidarsi lo riteneva vicino ai propri pensieri. Francamente mi è difficile pensare Montanelli persona di sinistra come pure Severgnini.

milano1954

Mar, 12/01/2021 - 14:35

Semplicemente ripugnante. Boicottare Facebook, you tube e Twitter, sono colossali castelli di carta senza alcun valore, e le alternative valide sono molte

sbrigati

Mar, 12/01/2021 - 14:35

Una piccola domanda per coloro che trovano la censura su Trump giusta: perché sui social non oscurano i siti che inneggiano alla jihad o ad altre forme di terrorismo?

Ritratto di filospinato

filospinato

Mar, 12/01/2021 - 14:40

Specchio, specchio delle mie brame, dimmi: chi ha i più belli capelli del reame?

CarlSchmidt

Mar, 12/01/2021 - 14:50

Veramente preoccupante in Italia è l'appoggio che "autorevoli" opinionisti (Severgnini e Giannini) danno alle censure (politiche) di Trump. Purtroppo, sono espressione di una "cupola progressista" che imperversa in Italia e che finora ci ha imposto un governo minoritario da tempo nel paese e prossimo ad essere tale in Parlamento. Purtroppo i numeri dei parlamentari sono ancora quelli di un passato lontano. . .

ryan1

Mar, 12/01/2021 - 15:01

Complimenti. Un fulgido esempio di totalitarismo e fascismo rosso. La censura elevata a strumento ideale per zittire chi non si adegua alle dittature "democratiche" e al pensiero unico. Un mondo che fa veramente paura.

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Mar, 12/01/2021 - 15:13

Da un giornalista obiettivo (???) come lui cosa avremmo dovuto aspettarci? Secondo la sua logica perversa i media hanno il diritto di censurare o bannare chi vogliono a loro insindacabile giudizio, qui siamo alla follia pura, si oscura un Presidente eletto democraticamente dal popolo (che evidentemente non piace ai censori) e si lasciano a loro completo agio dittatori conclamati che opprimono senza alcun controllo i loro popoli. Complimenti Servegnini un bel esempio di giornalismo libero ed obiettivo.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Mar, 12/01/2021 - 15:17

Severgnini servo degli americani. E vuole fare pure il progressista. Sinistra traditrice.....

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Mar, 12/01/2021 - 15:19

@ulio1974 Quelli si erano degli anni felici per l'Italia.

Ritratto di faman

faman

Mar, 12/01/2021 - 15:20

Trump dovrebbe essere riammesso sui social, perchè deve potere esprimere le sue idee, però dovrebbe astenersi seriamente dall'esacerbare gli animi, spingendo i più facinorosi (che non mancano in nessun schieramento politico) a commetteree gesti estremi. E lui è ben cosciente delle conseguenze delle sue affermazioni, se aspirava a ripresentarsi alle prossime elezioni, ha fatto un autogol clamoroso.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 12/01/2021 - 15:21

Non ha niente da dire e lo dice in modo banale e scontato. Eppure, con quella espressione da "perso nella nebbia", riesce a sbarcare il lunario più che bene. Non è più il tempo degli incantatori di serpenti, ma il desso conosce bene il fatto suo e la tecnica abbindolatoria. Deinde, l'omo è un grande!!!

edode

Mar, 12/01/2021 - 15:38

@sbrigati, i principali social segnalano ed eliminano messaggi ed account che inneggiano alla jihad o ad altre forme di terrorismo! metti su un motore di ricerca "twitter cancella account terrorismo" e ne troverai di articoli in proposito!

Triatec

Mar, 12/01/2021 - 15:39

Credere ai vari Severgnini. Giannini e a tutto il mainstream imperante, Obbedire agli accoliti di Davos e Bilderberg, Combattere Trump. Già.... Credere Obbedire e Combattere, mi ricorda qualcosa.

ziobeppe1951

Mar, 12/01/2021 - 15:42

Nahum...se le censure evitano i regimi, com’è che la Cina non viene censurata? (Uno dei tanti regimi komunisti)

anfo

Mar, 12/01/2021 - 16:00

maurizio-macold odiare,aborrire, detestare, disdegnare, disprezzare sono sentimenti umani, che li vuole abolire per legge?

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 12/01/2021 - 16:13

ziobeppe1951, buonasera, forse non sai che i social in Cina sono banditi del tutto salvo i loro ma l'America non é la Cina e per restare un paese democratico e uno stato di diritto deve difendersi da coloro che usando la libertà che gli é data vogliono distruggerla del tutto a loro favore

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mar, 12/01/2021 - 16:17

maurizio-macold, non è che lei è forse cremasco?

Triatec

Mar, 12/01/2021 - 18:16

ziobeppe1951 La Cina non viene censurata perché è il regime che decide chi censurare, proprio come fanno i gestori di Facebook, youtube, twitter e altri dittatori provetti, che decidono di censurare tutti quelli non allineati al pensiero unico.