Turismo, Bit Digital riaccende la voglia di vacanze

Successo per l'edizione on line della Borsa internazionale del turismo tra incontri d'affari ed "esplorazioni" del pubblico alla scoperta di mete nella maxi vetrina di Expo Plaza. Fino a settembre piattaforma aperta e aggiornata in attesa dell'edizione 2022 che si terrà a fieramilanocity in presenza e digitale dal 13 al 15 febbraio

Turismo, Bit Digital riaccende la voglia di vacanze

Il “grande viaggio” è iniziato e scandisce il tempo delle ripresa del turismo in Italia e all’estero, della voglia di vacanze che non è mai stata così forte come in questo momento, all’avvio della stagione estiva. E a dare il segnale - forte - della ripartenza è stata Bit Digital Edition 2021, l’edizione online della Borsa Internazionale del Turismo di Fiera Milano che ha debuttato per la prima volta con un’innovativa piattaforma digitale che per sei giorni – tre dedicati agli incontri business-to-business e tre aperti al pubblico dei viaggiatori – e chiude con un bilancio positivo di partecipazioni e coinvolgimento, come se fosse esattamente la Bit in presenza, affollatissima di espositori, buyer e visitatori. A dimostrazione della forza di una manifestazione unica, da sempre ambasciatrice del turismo, a partire da quello italiano.

Con una sottolineatura: Bit Digital ha utilizzato gli strumenti della trasformazione digitale per consentire a tutti di potervi partecipare senza problemi, anche a manifestazioni fieristiche in presenza, ferme per le disposizioni anti pandemia decise dal governo. Non solo, l'area espositiva digitale Expo Plaza resterà online fino a settembre e sarà costantemente aggiornata con nuovi contenuti degli espositori e resteranno disponili anche le registrazioni di alcuni tra i più interessanti Bit Talks. Con un appuntamento da segnare nel “diario di viaggio”, quello con Bit 2022, che si terrà con il format ibrido, in presenza e digitale, dal 13 al 15 febbraio a fieramilanocity.

Lo testimoniano i dati: 58mila gli utenti unici che hanno visitato la piattaforma, con oltre 7.000 appuntamenti business realizzati in videochat che hanno fatto incontrare l’offerta di circa 1.600 tra espositori e co-espositori con la domanda di oltre 600 buyer. In pochi giorni la piattaforma Expo Plaza è stata popolata dagli espositori con più di 1.900 stories, oltre 3.300 prodotti e arricchita da contenuti sia multimediali sia tradizionali. Il riscontro anche da parte del pubblico dei viaggiatori è confermato dai numeri dei social che hanno fatto registrare 1,5 milioni di impression e hanno raggiunto una copertura totale di 37.912 utenti.

"Bit Digital Edition ha confermato le aspettative. La formula digitale si è dimostrata efficace per un settore che, più degli altri, in questo momento ha bisogno di ripartire - commenta Luca Palermo, amministratore delegato e direttore generale di Fiera Milano -. I risultati di questa edizione sono un segnale incoraggiante anche per Fiera Milano, dal prossimo 15 giugno potremo finalmente tornare ad organizzare fiere in presenza e il successo di questo format ci consentirà di offrire, in futuro, un’esperienza di visita dove la partecipazione fisica sarà arricchita da un’offerta digitale innovativa e complementare”.

Un’edizione che si è distinta, oltre che per la partecipazione, anche per l’elevato livello dei contenuti. Tra eventi Bit e degli espositori, sono stati ben 160 gli appuntamenti in streaming dei Bit Talks, che per la prima volta hanno affiancato ai contributi degli esperti di settore e degli esponenti delle aziende la visione di filosofi, architetti, artisti e curatori d’arte, fino agli esponenti meno convenzionali della cultura più pop, nel palinsesto dei Special Talks e grazie alla qualità dei contenuti il programma di quest’anno ha ottenuto il patrocinio della Rai.

Importante e autorevole anche la quantità di dati, studi e ricerche presentati, con partner italiani e internazionali: da Oxford Economics, presente per la prima volta in Bit con gli European Tourism Forecasts, alla presentazione del XXIV Rapporto sul Turismo Italiano a cura di Cnr-Iriss, in collaborazione con Istat e Censis, o del Rapporto sul Turismo Enogastronomico fino agli scenari delineati dall’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’Onu (Unwto) e ancota i dati degli analisti di Euromonitor e Bva Doxa per arrivare e gli affondi sulla tecnologia realizzati in collaborazione con un leader internazionale del livello di Salesforce. Proprio i dati Doxa, in sintonia con i numeri del pubblico in manifestazione, confermano quanto gli italiani non vedano l’ora di tornare a viaggiare: oltre due terzi, il 67%, intende andare in vacanza quest’estate e di questi l’85% sceglierà proprio l’Italia facendo una scelta consapevole, anche per sostenere la attività economiche del Paese.

E le esperienze sono state al centro delle tendenze emerse a Bit Digital Edition. Che si tratti di coniugare il turismo d’arte e cultura con le degustazioni eno-gastronomiche, di vivere il turismo slow e open-air nelle sue diverse declinazioni, dai borghi, al cicloturismo alla riscoperta dei “cammini”, fino - guardando invece all’estero - ai tour alla scoperta di destinazioni meno note, il filo conduttore è che oggi il viaggiatore sceglie un’esperienza in linea con il proprio stile di vita prima ancora che una destinazione.

Nuovi scenari che segnano cambiamenti profondi perché emerge il tema dell’esperienza di viaggio che viene proposta e questa è determinata più dal turista e meno dall’offerta degli operatori, evoluzione di cui dovranno tener sempre più conto gli imprenditori turistici. Per loro sarà fondamentale conoscere in anteprima i desideri del pubblico e fare networking per intercettare la domanda attraverso piattaforme come ha dimostrato la Borsa Internazionale del Turismo.

Per informazioni aggiornate su Bit: www.bit.fieramilano.it @BitMilano

Commenti

Grazie per il tuo commento