Coronavirus

Tutto quello che devi sapere per tornare al bar e al ristorante

Ecco fino a che ora è possibile restare al ristorante, che riapre sia a pranzo che a cena ma solo all’aperto. Al bar non si può consumare al banco

Tutto quello che devi sapere per tornare al bar e al ristorante

Oggi, lunedì 26 aprile, è il giorno delle in Italia per bar, ristoranti e altre attività. Ci sono però delle regole in base al decreto in vigore fino al 31 luglio, alla circolare del Viminale e ai protocolli messi a punto dalla Fipe, la Federazione pubblici esercizi, da tenere presente per non rischiare di incorrere in sanzioni anche pesanti, che possono andare da 400 a 1.000 euro.

Fino a che ora posso restare al ristorante?

Intanto c’è da precisare che nei ristoranti si potrà pranzare e cenare seduti al tavolo solo all’esterno del locale. Dato che il coprifuoco continuerà a restare in vigore dalle 22 alle 5 del mattino, e sarà quindi vietato spostarsi tranne che per motivi di lavoro, salute o emergenza, c’è da capire a che ora ci si dovrà alzare dal tavolo per essere a casa prima del coprifuoco. La circolare del Viminale inviata lo scorso 24 aprile ai prefetti ha richiamato tutti al rispetto della norma, con un margine di tolleranza solo in caso di imprevisto giustificato.

Coprifuoco anche per camerieri e gestori?

Per i gestori e i dipendenti dei ristoranti non vi è l’obbligo di essere a casa per l’inizio del coprifuoco. Hanno infatti la possibilità di rimanere all’interno del locale e di fare ritorno alla propria abitazione anche dopo le 22, per motivi di lavoro.

Cibi e bevande si possono consumare in piedi all’aperto?

No, per poter consumare cibi e bevande è necessario sedersi al tavolo.

Quanti commensali per tavolo?

Il numero massimo di commensali seduti al tavolo è di quattro persone. Concesso un numero superiore solo se si tratta di una famiglia numerosa o di tutti soggetti conviventi.

I tavoli devono essere distanziati? Possibile usare il marciapiede?

La distanza tra i tavoli dovrà essere di almeno un metro. I locali che non hanno spazi all’aperto dove tenere i propri tavoli potranno usufruire dei marciapiedi e dei parcheggi su strada solo dopo aver richiesto e ottenuto l’autorizzazione. Proprio per questo, la Fipe e l'Anci, l'associazione dei Comuni, si stanno adoperando per lavorare a un protocollo condiviso per lo snellimento delle procedure.

Per i tavoli esterni si paga?

La tassa per l'occupazione di suolo pubblico è stata sospesa fino a giugno, ma quasi sicuramente, dopo quel mese verrà deciso di prorogarla.

Ci si può fermare all’interno del locale?

No, non è consentito sostare all’interno dei ristoranti, ma solo all’aperto.

Posso consumare al bancone del bar?

Secondo la circolare del Viminale non è consentito consumare cibi e bevande al bancone. All’interno è consentita esclusivamente la vendita da asporto. Negli scorsi giorni questa regola ha creato diverse proteste e ha fatto scattare la rivolta dei baristi.

Si può andare in bagno al ristorante?

È consentito recarsi al bagno del locale solo a coloro che utilizzano il servizio al tavolo.

Quando si deve tenere la mascherina?

La mascherina deve essere utilizzata anche quando si è seduti al tavolo, fino al momento in cui arriva il piatto ordinato. Nel momento in cui ci si alza deve essere indossata, perché permane l’obbligo di mascherina sia al chiuso che all’aperto.

Se inizia a piovere si può andare all’interno?

Assolutamente no, in caso di pioggia non sarà possibile trasferirsi all’interno del locale. Fino al primo giugno infatti non è concesso il servizio al tavolo all’interno del ristorante.

Per pagare il conto si può entrare?

Dipenderà dal gestore consentire o meno, sempre facendo rispettare le regole di distanziamento. I protocolli raccomandano il servizio Pos anche all'esterno, quando però questo non è possibile potrà consentire l’entrata solo il gestore.

Anche negli alberghi si deve mangiare fuori?

No, ai clienti degli alberghi e delle strutture ricettive è consentito pranzare e cenare all’interno, ma solo per coloro che alloggiano.

L’asporto e la consegna a domicilio sono ancora consentiti?

Per quanto riguarda i bar è consentito il servizio da asporto fino alle 18. Mentre per i ristoranti, le enoteche e le vinerie è consentito fino alle 22. La consegna a domicilio è invece sempre possibile.

Cosa cambia dal 1° giugno?

Dal 1° giugno si potrà pranzare all'interno di bar e ristoranti dalle 5 alle 18. Mentre per quanto concerne la cena ancora non è stato deciso nulla. Non vi è infatti una data sicura per la riapertura dei locali al chiuso per la cena.

Si possono organizzare feste in locali pubblici?

Le feste sono ancora vietate. Sarà però possibile riservare diversi tavoli, ognuno con massimo quattro persone, e seguendo le norme.

Il buffet è aperto?

Mangiare a buffet sarà consentito solo se il servizio è affidato al personale oppure se vengono offerte agli avventori le monoporzioni. Si dovrà comunque sempre rispettare il distanziamento e indossare la mascherina per alzarsi dal tavolo.

Si deve prenotare?

La prenotazione non è obbligatoria, ma il locale dovrà comunque sempre conservare i dati dei clienti per 14 giorni per un eventuale tracciamento.

Al ristorante anche in zona arancione e rossa?

No, al momento si potrà mangiare e cenare all’aperto solo nei ristoranti che si trovano in zona gialla. Nelle zone colorate di arancione e rosso i locali saranno aperti solo per l’asporto e la consegna a domicilio. Al momento non vi sono date per le riaperture in queste zone.

Commenti