Il giallo del cadavere nel carrello della spesa: "Ucciso a sprangate in faccia"

Il cadavere di un uomo è stato trovato nel carrello della spesa all'esterno di un supermercato di Ceccano. La vittima era un 50enne disoccupato

È Marcello Pisa, un 50enne di Vallecorsa, l'uomo trovato senza vita all'interno di un carrello della spesa nei pressi di un supermercato di Ceccano, in provincia di Frosinone.

I fatti risalgono alla mattinata di giovedì 21 maggio 2020 ma, con buona probabilità, il delitto si sarebbe consumato nelle ore precedenti. Il macabro ritrovamento è avvenuto pressapoco alle ore 13 di oggi, all'esterno di un supermercato del quartiere Vittorio, nella tranquilla cittadina di Ceccano. A lanciare l'allarme sarebbe stato un passante che, stando a quanto avrebbe riferito successivamente alle autorità, ha notato il braccio della vittima pendere fuori da un carrello della spesa sommerso interamente da un mucchio di coperte e stracci. L'arto sarebbe stato intriso di sangue ancora vivido, tanto da indurre il malcapitato a segnalare in imminente la lugubre scoperta alle Forze dell'Ordine.

Subito dopo la comunicazione, i carabinieri della locale Stazione, del Norm della compagnia di Frosinone e del Nucleo Investigativo si sono precipitate in loco per accertare la vicenda. L'area è stata prontamente circoscritta con dei nastri al fine di mantenere inalterato il perimetro del luogo in cui potrebbe essere stato commesso il crimine. Stando a quanto si apprende da fonti a titolo vario, gli inquirenti avrebbero visionato le immagini delle telecamere di sorveglianza di tutta la zona nel tentativo di mettersi sulle tracce del presunto assassino. Tuttavia, al momento, non sarebbero ancora emersi elementi utili alla ricostruzione dei fatti.

Circa la dinamica del truce delitto, si pensa ad un regolamento di conti o ad una lite finita nel sangue. Secondo i carabinieri che indagano sul caso, il corpo del 50enne sarebbe stato riposto nel carrello della spesa dopo la morte, quasi certamente nelle primissime ore di questa mattina. Non si esclude però, che l'uccisione possa essere avvenuta già nella tarda serata di ieri, attorno alla mezzanotte. Sul volto dell'uomo sono stati rinvenuti segni di percosse tanto che si presume sia stata colpito con una spranga o, in ogni caso, con una sbarra di ferro.

La vittima, riferisce Il Tempo, è un cinquantenne di Vallecorsa, cittadina alle porte di Frusinate, la cui identità è rimasta non identificata fino al tardo pomeriggio di oggi. A quanto pare, si tratta di un disoccupato con qualche precente per droga e spaccio. Le indagini sono state affidate ai carabinieri del Reparto Operativo Provinciale. Non si esclude nessuna pista. Nei prossimi giorni saranno disposti gli esami autoptici sulla salma.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.