Vaccino anti Covid, Russia batte Usa: sputnik V efficace al 92%

La Russia annuncia l'efficacia al 92% del suo vaccino Sputnik V. Coinvolti 40mila volontari. Pronte 6 milioni di dosi mensili entro aprile

Dopo il sorpasso, la Russia torna in testa nella corasa al vaccino anti Covid. Il vaccino Sputnik V, il primo al mondo registrato l'11 agosto scorso, farebbe addirittura meglio in quanto efficacia del rivale americano Pfizer-BioNTech, fermo 'solo' al 90%. "Ha un tasso di efficacia del 92% dopo la seconda dose", ha dichiarato, come riporta Adnkronos, il National Research Center for Epidemiology and Microbiology 'Gameleya Center' e il Russian Direct Investment Fund sul sito internet del progetto.

La conferma arriva dai primi dati dello studio clinico di fase 3 che ha coinvolto in Russia 40mila volontari. Ad oggi sono stati vaccinati con una prima dose in 29 centri russi, nell'ambito degli studi clinici per lo sviluppo del vaccino, più di 20mila volontari, e oltre 16mila anche con la seconda. Dopo 21 giorni dalla prima somministrazione, il vaccino è risultato efficace per 16mila volontari che hanno ricevuto l'immunizzazione e il placebo.

Buone notizie arrivano anche al di là della sperimentazione clinica. A settembre Sputnik V è stato somministrato, fuori dallo studio clinico, per la prima volta a un gruppo di volontari degli ospedali russi nelle zone 'rosse'. Anche in questo caso "è stato confermato il tasso di efficacia di oltre il 90%". I dati raccolti dai ricercatori del Gamaleya Center verranno pubblicati appena terminati gli ultimi test clinici. Attualmente le sperimentazioni di fase 3 di Sputnik V sono in corso in Bielorussia, Emirati Arabi Uniti, Venezuela e in altri paesi, oltre alla Fase 2-3 in India. Secondo Mikhail Murashko, ministro della Salute della Federazione Russa, "l'utilizzo e i risultati degli studi clinici dimostrano che Sputnik V è una soluzione efficiente per fermare la diffusione dell'infezione da coronavirus. È uno strumento di prevenzione e questo e questa è la strada per sconfiggere la pandemia".

In quanto a effetti collaterali non si differenzia dal rivale targato Pfizer-BioNTech. "Non sono stati identificati eventi avversi - chiariscono i ricercatori - Sono stati segnalati disturbi minori come il dolore nel sito della vaccinazione, sindrome simil-influenzale, febbre e debolezza". Per ora nella corsa della Russia verso il vaccino, mancano solo le ultime conferme dalla sperimentazione clinica e il via libera dell'ente regolatore dei farmaci. Ma, intanto, da Mosca si portano avanti, pianificando le tappe della commercializzazione già durante la fase finale dei test. "La Russia prevede di produrre 500 mila dosi del vaccino Sputnik V nel mese di novembre, di portare la produzione a 1,5 milioni di dosi a gennaio e di raggiungere quota 6 milioni di dosi mensili a partire da aprile", ha dichiarato la vicepremier russa Tatjana Golikova alla Duma di Stato, la camera bassa del Parlamento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

AH1A

Mer, 11/11/2020 - 14:53

...sarebbe interessante sapere in quanti se lo sono fatto...

necken

Mer, 11/11/2020 - 14:58

allora i Cinesi faranno meglio con il 95% di successi; ormai è difficile comprendere le differenze fra le fake e le altre news

wregrewgwerg

Mer, 11/11/2020 - 15:36

Non me ne faccio di certo manco uno, ma se proprio dovessi scegliere sotto tortura tra il vaccino americano-tedesco, cinese e russo, tutta la vita quello russo

cgf

Mer, 11/11/2020 - 15:50

io so solo che l'Argentina, pronta per l'ennesimo default, ha ordinato 22 milioni di dosi (per 45milioni di abitanti), l'Italia, che si fregia di essere una potenza mondiale e nazione col Governo da cui prendere esempi (leggasi lezioni) addirittura 3,5 milioni di dosi di altro vaccino, quello in "cooperazione" (per 60+milioni di abitanti). Dubito che l'Argentina pagherà in dollari, sicuramente con export di carne, soia, limoni, basilico [dove sono tra i primi produttori mondiali] e vino. Baratto? NO, molto più semplicemente pragmatismo, tu hai bisogno di tutte queste cose ed io che ti pagherò con l'export, nel frattempo non solo diluisco il debito, rientro in parte con imposte e tasse, facendo girare l'economia interna.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 11/11/2020 - 15:59

e gli orientali che hanno infettato il mondo,aspettano alla finestra che fanno gli altri.e qui da noi,erano stati invitati a bere l'aperitivo in piazza

jaguar

Mer, 11/11/2020 - 16:29

Visto che siamo in vena di raccontare balle, quello italiano sarà il migliore di tutti.

Dordolio

Mer, 11/11/2020 - 16:41

Sarebbe bello e interessante sapere qualcosa di più su questo vaccino, ad esempio le sue caratteristiche di stoccaggio. Magari non necessita delle temperature impossibili di quello Pfizer (-70° se non sbaglio....). Suppongo però che anche se fosse maneggiabile a temperatura ambiente e costasse poco “chi lo fa” ne renderebbe impossibile qualsiasi utilizzo. Pure se funzionasse veramente!

gedeone@libero.it

Mer, 11/11/2020 - 17:03

Siccome il vaccino è stato approntato dalla Russia del cattivone Putin, scommetto non sarà preso in considerazione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 11/11/2020 - 19:31

@AH1A - magari non possono più parlare.

lorenzovan

Mer, 11/11/2020 - 19:43

ma non era pronto due mesi fa??

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 11/11/2020 - 19:53

Quanti vaccini stanno uscendo fuori? Le case farmaceutiche sembrano tutte in pole position. Mi sono posto questa domanda:"Da quanto tempo sono pronti questi vaccini? Da qualche giorno spuntano vaccini come i funghi da tutto il mondo. Dopo le dichiarazioni de neo presidente USA che è pronto un vaccino con una efficacia del 90% e delle dichiarazione del sottosegretario alla salute Zampa che si era rallegrata per l'arrivo del vaccino dopo la sconfitta di Trump molte case farmaceutiche per non perdere la corsa(soldi) sono uscite allo scoperto. Vuoi vedere che i vaccini erano già pronti da tempo?Nulla mi vieta di pensarlo!