Bassetti vede la luce in fondo al tunnel: "Il Covid si sta indebolendo"

L'infettivologo della clinica San Martino di Genova non ha dubbi: la malattia è in regressione. Ecco perché

L'infettivologo Matteo Bassetti
L'infettivologo Matteo Bassetti

È sicuro il direttore della clinica malattie infettive del San Martino di Genova Matteo Bassetti: Omicron, l’ultima variante del Covid-19, potrebbe anticipare la fine della pandemia. Il medico fa riferimento a un’indagine effettuata dai ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, che parlano di una variante più contagiosa di Delta, ma molto più gestibile. “Omicron – ha scritto Bassetti su Facebook – ha acquisito un pezzetto genetico della normale influenza, se fosse così significa che il virus Covid si sta indebolendo”.

In pratica, il temibile Sars-CoV-2 avrebbe acquisito una parte del virus del comune raffreddore e ciò giustificherebbe anche la sintomatologia meno grave nei pazienti che hanno contratto la variante Omicron. “Grazie a questa aggiunta di materiale genetico del virus del raffreddore – ha aggiunto l’infettivologo – è diventata più umana e meno animale rispetto al Covid iniziale. Per questo sfugge più facilmente al nostro sistema immunitario che non la riconosce come totalmente estranea”.

Per gli esperti quest’ultima trasformazione del virus va salutata con cauto ottimismo, poiché siamo di fronte a un evento naturale auspicato da tempo. Sarebbe accaduto, prima o poi, che il Covid cominciasse a indebolirsi spontaneamente e ciò potrebbe portalo a diventare una malattia innocua, di facile gestione nella prevenzione e nella cura. Bassetti si è detto ottimista anche per quanto riguarda la terza dose del vaccino.

“Sembra funzionare – ha detto – anche sulla variante Omicron, quindi nel giro di una settimana si è ridimensionata una bolla speculativa più che un problema di sanità pubblica. Abbiamo i nervi tesi, a cominciare dal nostro ministro della Salute, invece serve essere calmi. Se si tiene sempre il dito sul grilletto si finisce per sparare anche quando non serve. Attenzione”. L’infettivologo ha commentato i dati che arrivano da Israele sul richiamo vaccinale e la variante Omicron.

Bassetti se l’è presa con i produttori del vaccino Moderna. “Ho trovato di cattivo gusto – ha concluso – il loro discorso. Hanno detto che loro hanno un antidoto in arrivo nel 2022 che copre la Omicron, mentre quello attuale no. Quando si parla di vaccino e medicina non deve parlare chi lo produce, ma i medici e gli scienziati che lo hanno studiato e lo conoscono. Altrimenti c'è un grande conflitto di interessi e una comunicazione sbagliata alla popolazione sulla terza dose, a prescindere da quello che arriverà nel 2022”.

Commenti