Vaticano, svolta del Papa nell'annuario: scompare "vicario di Cristo"

Nell'annuario pontificio del 2020 manca l'espressione "vicario di Cristo". Critiche da parte dei tradizionalisti per l'ultima scelta di Papa Francesco

Papa Francesco è un pontefice che guarda più alla sostanza che alla forma, ma per molti cattolici l'adesione allo schema formale è sinonimo di rispetto della dottrina. L'ultima polemica, in ordine di tempo, riguarda la mancata presenza del titolo "vicario di Cristo" nell'edizione del 2020 dell'annuario pontificio.

Il pontefice argentino, come ogni successore di Pietro, è il "vicario di Cristo", ma in quel documento sembra che alcuni titoli, compreso quello appena citato, vengano considerati alla stregua di connotazioni storicistiche. Quando Jorge Mario Bergoglio si è affacciato per la prima volta su piazza San Pietro, del resto, ha ricordato ai fedeli di tutto il mondo di essere il "vescovo di Roma". Il messaggio è stato chiaro sin da principio.

La preferenza del sudamericano può essere interpretata almeno in due modi: attraverso la natura "popolare" del pontificato di Francesco, e dunque per il tramite di una preminenza assegnata al ruolo di pastore del gregge; mediante le considerazioni del cosiddetto "fronte tradizionale", che intravede in alcune scelte dell'ex arcivescovo di Buenos Aires un allontanamento dai canoni propri della dottrina cristiano-cattolica.

Silvana De Mari su La Verità ha scritto quanto segue: "Se non è e non vuole essere il Vicario di Cristo, allora sarebbe corretto si trovasse un nuovo lavoro. E invece no. Bergoglio continua a farsi considerare papa. Il fatto che non sia più Vicario di Cristo permette alla parola Cristo di non comparire, cioè permette che Cristo sia lasciato fuori dalla scena, sia lasciato fuori dalla storia, una storia che Bergoglio preferisce scrivere da solo". Questo è il secondo modo d'interpretare la scelta del Santo Padre. Altri direbbero che Bergoglio, in quanto "teologo del popolo", disdegna le formalità elitiste. Ma il titolo di "vicario di Cristo" è una pura formalità? Sia come sia, il risultato non cambia: "vicario di Cristo" è un'espressione che non è presente sull'annuario pontificio, con tutto quello che questa assenza può comportare in termini di polemiche negli ed attorno agli ambienti ecclesiastici. Ma non è finita.

Sempre i tradizionalisti ritengono che la figura stessa del "pontefice" stia cambiando, con il proliferare di quella che i conservatori chiamano "confusione imperante". La voce della Chiesa cattolica, insomma, sarebbe diventata corale, e le "Chiese nazionali" starebbero prendendo il sopravvento. Si pensi, per esempio, al caso della Germania, dove l'episcopato nazionale, nonostante le preoccupazioni provenienti da Roma, sta discutendo di modifiche dottrinali che, per prassi e tradizione, spetterebbero semmai alla Chiesa universale ed al suo massimo rappresentante. Il ritorno delle "Chiese nazionali" accompagnerebbe naturalmente la visione di chi, più che "vicario di Cristo", penserebbe soprattutto di essere il "vescovo di Roma".

Un atteggiamento - quello di papa Francesco - che starebbe contribuendo alla riemersione di differenze dottrinali tra un episcopato e l'altro: la Chiesa polacca, giusto per fare un esempio, sarebbe molto diversa dalla Chiesa tedesca o dalla Chiesa argentina. "Vescovo di Roma" e "vicario di Cristo" non sono in contraddizione tra loro: il papa è l'uno e l'altro. Ma Bergoglio - questa è la sintesi della critica dei conservatori - avrebbe posto l'accento soltanto su una delle due titolazioni. Un'opzione che verrebbe confermata dall'ultimo annuario pontificio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Totonno58

Lun, 10/08/2020 - 14:04

Anche se fosse, di sicuro non ci perdo il sonno.

giovanni235

Lun, 10/08/2020 - 14:10

Un Papa che ammette di avere dubbi sulla fede non è un Papa e deve essere allontanato subito.I cardinali che lo hanno eletto devono farlo dimettere.Non se ne può più di cretinate di questo Papa.

INGVDI

Lun, 10/08/2020 - 14:16

Ma come si fa a sostenere che Bergoglio guarda più alla sostanza che alla forma? La Sostanza è Gusù Cristo vero Dio e vero uomo, al quale il falso papa attuale non crede. E smettetela di parlare di tradizionalisti. O si è cristiani o non si è. La chiesa bergogliana è un'altra cosa, cari Boezio ed estimatori del signor Jorge Mario Bergoglio, chimico ecologista.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Lun, 10/08/2020 - 14:24

Già si fa fatica a credere ed essere fedele, ma il Nostro ci fa avere sempre più dubbi, penso che fra poco il Papa con una Enciclica Erga Omnes manderà liberi tutti. Cordialità

Teobaldo

Lun, 10/08/2020 - 14:28

quando ai TG trasmettono la sua voce strascicata e melensa azzero subito l'audio...

agosvac

Lun, 10/08/2020 - 14:33

Forse a Papa Francesco sfugge il fatto che senza Gesù Cristo il Cristianesimo neanche esisterebbe.

PEPPA44

Lun, 10/08/2020 - 14:33

Papa,Cardinali,Vescovi ecc.trovatevi un lavoro e guagagnatevi il pane come tutti, basta con queste buffonate che ormai non ci crede piu' nessuno

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 10/08/2020 - 14:42

Per fortuna dell'umanità questo Bergoglio sarà l'utimo papa. Infatti sono in atto due processi epocali:- Il primo è che la cultura scientifica ha aperto gli occhi a miliardi di persone liberandole così da arcaici miti condivisi; il secondo è che anche gli ultimi irriducibili sempliciotti, di fronte ad un simile soggetto rimangono talmente disorientati da abbandonare ogni fiducia nelle religioni. In conclusione si deve dire: -Benvenuto Bergoglio.

ciccio_ne

Lun, 10/08/2020 - 14:50

Non crede in un dogma e pertanto nella natura divina di Cristo. Papa non cattolico? Gli andrebbe chiesto

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 14:52

Un Papa che che omette di essere il vicario di Cristo non è assolutamente impensabile,ma possibile. La corrente globalista e riformista di stampo democratico sta facendo dei passi avanti per azzerare la fede giudaico cristiana.

Calmapiatta

Lun, 10/08/2020 - 14:57

E questa "innovazione" per voi sarebbe sostanziale? La Chiesa Cattolica è ormai come una soffitta abbandonata da tempo. Tanta roba accatastata qua e là e ben poco di valore da salvare. Pulizia totale, servirebbe. Ma chi la fa la pulizia, ottuagenari attaccati al potere? Non credo....

Andrea_Berna

Lun, 10/08/2020 - 15:13

Pronunciare o leggere la parola "Cristo" gli provoca probabilmente le convulsioni. Non si può dire che non sia coerente con il suo "magistero". L'anno prossimo invece di Vicario di Cristo si farà definire solacium migrantium. Giusto per non sentirsi inferiore alla Madonna (e mi scuso con lui per l'uso della maiuscola, ma anche io sono uno spregevole tradizionalista).

Ritratto di Situation

Situation

Lun, 10/08/2020 - 15:27

francamente, ma molto FRANCAMENTE: ma chi sene frega! Sallusti !!!! basta freelancers del nulla!

AntonioLatela

Lun, 10/08/2020 - 15:46

Ma quanta attenzione su tutto quello che fa e dice Papa Francesco ! Un’altra tragedia che fa strappare le vesti agli anti Bergoglio ( non ai tradizionalisti). Comunque tranquilli ! Nessun allarme dottrinale ! L’annuario pontificio è un semplice catalogo informativo; non è un trattato di teologia tantomeno una enciclica o lettera apostolica; e penso che il Papa neanche ci mette mano alla sua elaborazione. Il Papa resta il vicario di Cristo secondo la tradizione medievale; nessuno lo ha smentito; e la visione della Chiesa di Papa Francesco è ampiamente Cristocentrica; quindi di sicuro non vuole “mettere da parte Cristo”.

2milan

Lun, 10/08/2020 - 15:56

Almeno non è ipocrita...per questa volta, per lo meno

tormalinaner

Lun, 10/08/2020 - 16:11

Questo Papa è relativista e non segue la vera dottrina della Fede in Gesù ed è sottomesso all'Islam per paura, non è il mio Papa. Ci porterà alla rovina.

un_infiltrato

Lun, 10/08/2020 - 16:32

“Christus vincit! Christus regnat! Christus imperat”. Questo è il messaggio che la solennità di Nostro Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo fa risuonare nella Chiesa. Non ci sono "interpretazioni" al riguardo. E' così. E Papa Bergoglio, proprio perchè è profondamente convinto di tanto, come Gesù Cristo mette in crisi talune frange di uomini di poca fede che tentano - invano - di sbarrargli la strada.

sullarivadelfiume

Lun, 10/08/2020 - 16:51

Totonno58, e chi ha mai dubitato anche solo per un secondo che ci potresti perdere il sonno? Del resto che cosa tu abbia da fare nella tua giornata che ti possa fare perdere il sonno, a parte scrivere 'cose ben più serie a cui pensare', 'altro articolo da leggere sotto l'ombrellone' 'non ci perderò certo il sonno' e le solite identiche frasi sui gay e su Salvini nessuno lo saprà mai.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Lun, 10/08/2020 - 16:52

La struttura papale usa parole o locuzioni come pontefice massimo, curia, eccetera... poiché il papato è l'ultima vestigia dell'impero romano. "Vicario di Cristo" è una delle poche intrinseche del cristianesimo, se togliamo questa rimane solo la gestione del potere.

HappyFuture

Lun, 10/08/2020 - 16:57

Penso che si stia errando nel cercare di forzare l'"ecumenismo"! Invece di far avvicinare i Protestanti a noi Cattolici, siamo noi Cattolici che rifiutiamo le nostre "Verità" per unirci ai Protestanti. E' vero Tradimento di Cristo. Mentre la Madonna appare giornalmente a Medjugorje, i nostri preti la adombrano. E meno male che c'abbiamo avuto un Papa col motto "TOTUS TUUS"! Mentre San Luigi Grignon de Montfort predicava: Ad Jesum per Mariam.

sbrigati

Lun, 10/08/2020 - 17:08

Molti già dubitavano di ciò, ora se lo dice lui....

venco

Lun, 10/08/2020 - 17:09

Nient da fer.

giancristi

Lun, 10/08/2020 - 17:21

Avere fede è sempre stato difficile, ma le innovazioni di Bergoglio lo rendono quasi impossibile. Deve andarsene prima possibile. Serve un papa europeo e tradizionalista.

necken

Lun, 10/08/2020 - 17:35

è anche un gesto di modestia?!

bruco52

Lun, 10/08/2020 - 17:36

"Tu sei Pietro e su questa Pietra Io edificherò la mia Chiesa" disse Gesù a Pietro, ma se il Papa non si proclama più vicario di Cristo, quella frase non ha più senso e cancella secoli di storia della Cristianità, cancella la stessa Cristianità...il sindaco Orlando, ex democristiano, dice che il corano è la luce, il papa non si sente più successore di Pietro, perciò diciamo che Soros ha colpito ancora con la sua setta satanica, che continua fare proseliti nella società civile e nella Chiesa....

Happy1937

Lun, 10/08/2020 - 17:37

Ul Populismo delle Gerarchie Ecclesiastiche sta ammazzando la Chiesa di Cristo.

edoardo11

Lun, 10/08/2020 - 17:41

Sono amareggiato.Il Papa è prima vicario di Cristo e dopo vescovo di Roma.

Ritratto di ..andraTuttoA..

..andraTuttoA..

Lun, 10/08/2020 - 17:49

...non era abbastanza globalista

lorenzovan

Lun, 10/08/2020 - 17:57

certo che la fede per certe teste vuote e' un vero problema..senza gli orpelli materiali ai quali attaccarsi .....si sentono persi..per questo anche in politica hanno sempre bisogno di un dux conducator che li guidi...

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 10/08/2020 - 17:59

Demolition man....

INGVDI

Lun, 10/08/2020 - 18:24

La chiesa cristiana dei credenti nella verità rivelata, non è quella di Bergoglio. Fa comodo agli atei e ai falsi cristiani la pastorale del signor Bergoglio che parla di un Cristo che non è Dio, che afferma che non esiste l'inferno e che tutti siamo salvi, perché Dio è misericordia, scordandosi però la giustizia. Può falsificare i Vangeli, può ingannare il popolo, ma di certo non Dio, al quale dovrà rispondere.

maurizio-macold

Lun, 10/08/2020 - 18:53

Sono parecchie le persone del forum che ignorano il fatto che PAPA BERGOGLIO E' IL CAPO DEI GESUITI! Ma contro l'ipocrisia, la malafede e l'ignoranza di certe persone e' inutile combattere: l'unica cosa da fare e' ignorarne l'esistenza.

Raffaello13

Lun, 10/08/2020 - 18:55

Non mi piace Bergoglio, ma qui gli do 10 e Lode. Infatti nessun essere Umano può arrivare alla Divinità di Cristo, e tutti i Papi precedenti hanno fatto atto di Superbia ad essersi auto proclamati Vicario del Signore. Almeno aver corretto con umiltà è stato Giusto!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 19:33

giancristi Lun, 10/08/2020 - 17:21 Non serve un Papa tradizionalista ed europeista,serve un Papa che tramandi i Vangeli così come ce li ha trasmessi Gesù e che non abbracci nessuna forma ideologica della politica. Gesù disse:"Non si possono servire due signori"."Il mio regno non è di questo mondo".Inoltre non si possono benedire le armi come fanno i cappellani nelle caserme dei militari:l'amore verso il prossimo dove starebbe?

newman

Lun, 10/08/2020 - 19:42

Essere il Vicario di Cristo non ha nulla a che vedere con la "forma", e tutto con la "sostanza", caro Boezi. Non si tratta di inezie ma del fondamento dell'autoritá del pontefice nella Chiesa in materie dottrinali, disciplinari e materiali.

oracolodidelfo

Lun, 10/08/2020 - 19:53

Nessuno ha più bisogno ddella guida di un dux conducator di chi crede sè stesso.......dux conducator.......

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 10/08/2020 - 20:03

bruco52 Lun, 10/08/2020 - 17:36 Concordo con lei,soprattutto su quanto detto verso Soros!

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 11/08/2020 - 16:57

Nonostante tutta la buona volontà di credente cattolico, non riesco ad eliminare dalla mia mente la sensazione di ambiguità nei comportamenti di papa Francesco. Già quando apparve per la prima volta sulla loggia di S. Pietro, senza stola – una stola storica, usata da tanti suoi predecessori. Bellissima, perché la fede religiosa, non solo quella dei cristiani, si esprime anche con la bellezza nel rendere culto alla divinità – La indossò solo per la benedicine finale. Allora mi sorprese la cosa. Perché la stola è segno, non di un potere personale di chi la indossa, ma del potere misericordioso di Cristo di cui, chi la indossa, è solo la bandierina segnaposto. Oggi la domanda che mi gira in testa è: nella qualifica di “Vicario di Cristo” cos’è che no gli va? L’essere secondo a qualcuno? O trova Cristo troppo ingombrante? Una cosa però, come tutti quelli che vogliono imperare, la sta realizzando: il “divide”.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 11/08/2020 - 17:30

etaducsum Mar, 11/08/2020 - 16:57 Mi spiace calcare la mano,ma dietro tutto questo ci sono i poteri forti che mirano ad annichilire la fede giudaico cristiana. Il bulgaro Soros è convintissimo che le cose debbano andare così e mira a destabilizzare l'ordine costituito a sostegno di quello nuovo in fase di attuazione:la Chiesa cristiana sarà la prima vittima a subirne le conseguenze con tutti gli annessi e connessi. Bergoglio è solo una pedina messa al posto giusto al momento giusto da quando Papa Ratzinger ,conservatore della parola di Dio nei Vangeli,fu scalzato dall'emerito Papa che regna adesso dal soglio pontificio. Purtroppo la fede in Cristo la stanno distruggendo,provi a focalizzare cosa sta succedendo nel mondo (globalismo,avanzare dell'Islam,chiese cristiane rase al suolo,e i media che promuovono la distruzione della famiglia come cardine della società occidentale e sostenuta proprio dalla Chiesa...).

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 11/08/2020 - 19:06

@ giùalnord (Mar, 11/08/2020 - 17:30) – Condivido. Quest’Occidente, già cristiano, è in preda a smania d’autodistruzione. La (dis)UE, ligia al politicamente ipocrita, ha rifiutata di inserire la cultura giudaico cristiana tra le sue radici. Viene condannata l’islamofobia. In questi giorni, il governo giallorosso-rosso, ha fatto la legge (una priorità nella situazione attuale!?), contro l’omotransfobia. Ogni anno, nel mondo, vengono massacrati migliaia di cristiani, solo perché tali. Nessuno parla di cristianofobia. Quell'ordine nuovo in fase di attuazione ha i se la stessa debolezza dell’impero romano, al massimo della sua opulenza e al più basso livello morale, che lo rese facile preda delle popolazioni barbariche. I cristiani, già martoriati da ondate di persecuzione, salvarono il meglio della cultura greco-romana. Nacque l’Europa. Sarà così anche per quest’Occidente opulento, che odia se stesso. Se ci sarà “un meglio” da salvare.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 12/08/2020 - 13:14

etaducsum Mar, 11/08/2020 - 19:06 Fino a quando il potere spirituale continuerà ad arrogarsi il potere temporale, intromettendosi nelle politiche governative,la Chiesa(non le mura) sarà considerata alla stregua del popolo di Israele che fu rigettato diverse volte,per idolatria, dallo stesso Dio che li ha sottratti dalla schiavitù egiziana,e per questi motivi rigettati dallo stesso Dio che li ha salvati. La storia spirituale si ripete con la genuflessione di Bergoglio ai poteri forti svendendo per un piatto di lenticchie la primogenitura cristiana che appartiene proprio alla Chiesa e a nessun'altra influenza istituzionale interno o esterna che sia.