Venezia, il piano di Delrio: "Bandite navi da crociera"

L'annuncio di Delrio: "Stop alle grandi nave a San Marco e nel canale della Giudecca: le imbarcazioni oltre le 55mila tonnellate passeranno da Marghera"

Venezia, il piano di Delrio: "Bandite navi da crociera"

Arriva lo stop alle grandi navi nel bacino di San Marco e nel canale della Giudecca a Venezia: nell'arco di 3 o 4 anni tutte le imbarcazioni oltre le 55mila tonnellate attraccheranno a Marghera.

Lo ha annunciao Graziano Delrio al termine della riunione del Comitato interministeriale di indirizzo, coordinamento e controllo sulla Laguna di Venezia (il cosiddetto "Comitatone"). "Dopo tanti mesi di studio e di lavoro molto serio abbiamo trovato una soluzione vera", ha detto il ministro dei Trasporti, "Via le Grandi Navi dalla Giudecca, dal bacino di San Marco. Ci vuole una soluzione definitiva a regime: le grandi navi arriveranno a Marghera, si fermeranno nel Canale Nord di Marghera. Non vi sono interferenze con il traffico commerciale quindi le due attività possono coesistere".

Ci sarà però una fase transitoria: "In attesa che il terminal di Marghera sia attrezzato, metteremo in campo una nuova determinazione della Autorità marittima con nuovi criteri più oggettivi, che tenga conto di tutte le variabili architettoniche, paesaggistiche e ambientali per preservare al massimo la Laguna", ha spiegato Delrio, "Abbiamo anche detto di manutenere adeguatamente e di sfruttare al massimo gli attuali canali esistenti, senza scavare nuovi canali, per consentire alla Marittima di continuare a funzionare bene e di svilupparsi. È possibile sviluppare il porto, far arrivare le crociere, senza per questo mettere a rischio il patrimonio di Venezia".

Commenti