Viene inseguito dai carabinieri mentre spaccia droga e li minaccia con un coltello, arrestato catanese

Si tratta di un 23enne del luogo colto nella flagranza di reato, nel tentativo di sfuggire alle manette ha minacciato i militari con un coltello a serramanico di 16 centimetri ma è stato bloccato ed arrestato

Colto in flagranza di reato mentre spacciava droga ha cercato di sfuggire all’arresto minacciando con un coltello i carabinieri, ma è stato bloccato ed arrestato. Il fatto è successo a San Giovanni Galermo, a Catania, durante un apposito servizio di controllo dei carabinieri della “Squadra Lupi”.

I militari hanno concentrato i loro controlli in un quartiere conosciuto per essere luogo di spaccio, quando si sono imbattuti in una dinamica che coinvolgeva tre delinquenti. Due pusher si nascondevano sotto i portici di un palazzo adiacente ad una via di fuga pronta ad essere percorsa in caso di controlli. I due fornivano la droga ad un terzo complice che, dopo avere effettuato “ l’accettazione” del cliente e consegnato loro i soldi ricevuti, aveva il via libera a vendere la sostanza stupefacente.

Proprio in questo frangente sono intervenuti i carabinieri che hanno rincorso gli spacciatori. Le attenzioni si sono concentrate sul terzo complice, Antonio Francesco Ranno, il quale dopo un centinaio di metri di corsa ha cercato di sottrarsi dalle manette tirando fuori un coltello a serramanico di 16 centimetri.

Il 23enne, dietro diverse minacce, ha cercato di aggredire il militare che lo aveva raggiunto ma è stato bloccato ed arrestato. Lo spacciatore è stato perquisito e nel suo borsello sono state rinvenute e sequestrate 102 dosi di marijuana, 58 dosi di marijuana della varietà “Orange Shunk” ed una radiotrasmittente. Il giovane dovrà rispondere per i reati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, resistenza a pubblico ufficiale e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.