Cambiano (ancora) le regole: sì alle passeggiate vicino casa

Dopo tanta confusione il ministero dell'Interno ha chiarito che un genitore può camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto

In una circolare (leggi il testo originale) il ministero dell'Interno ha chiarito bene alcune cose che si possono fare in questo periodo ed altre che invece sono vietate. Stiamo parlando dei limiti imposti dai decreti del Governo per affrontare l'emergenza coronavirus. C'è da dire che vi è stata un po' di confusione nelle ultime settimane, con divieti più o meno tassativi che hanno dato adito a difficoltà di interpretazione, multe, proteste e grande confusione tra i cittadini, contribuendo a rendere ancora più difficile il momento, già complicato, che tutti noi stiamo vivendo.

Rimane vietato "svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici", e si precisa che "l'attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all'attività sportiva (jogging)". Il Viminale ha trasmesso ai prefetti questi chiarimenti sull'interpretazione da dare alla norma "in merito a profili applicativi in tema di divieto di assembramento o di spostamenti di persone fisiche".

"L'attuale disposizione di cui all'articolo 1 del dpcm del 9 marzo scorso - si legge ancora nella circolare - tiene distinte le due ipotesi, potendosi far ricomprendere nella prima il camminare in prossimità della propria abitazione". In altre parole, fermo restando che si può uscire di casa per acquistare generi di prima necessità, ovviamente recandosi nei negozi o supermercati vicini alla propria abitazione (posto che ve ne siano, altrimenti è consentito anche uscire dal Comune), si possono sgranchire le gambe facendo passeggiate, purché si rimanga vicini alla propria casa. Non è permesso camminare per chilometri ma solo una breve passeggiata. Non c'è un limite preciso, possiamo parlare di isolato o alcune centinaia di metri. Di certo non km.

È consentito inoltre, a un solo genitore, "camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all'aperto, purché in prossimità della propria abitazione. La stessa attività può essere svolta nell'ambito di spostamenti motivati da situazioni di necessità o per motivi di salute". Il rispetto delle misure, spiega il documento firmato dal capo di gabinetto Matteo Piantedosi, impone la necessità di "valutazioni ponderate rispetto alla specificità delle situazioni concrete". Ad esempio, "il divieto di assembramento non può ritenersi violato dalla presenza in spazi all'aperto di persone ospitate nella medesima struttura di accoglienza (ad esempio, case-famiglia) anche se "chiunque acceda dall'esterno (operatori, fornitori, familiari, etc) sarà comunque tenuto al rispetto del divieto, della distanza interpersonale di un metro e all'utilizzo dei presidi sanitari (mascherine e guanti)". Potranno altresì "essere consentiti spostamenti nei pressi della propria abitazione giustificati da esigenze di accompagnamento di anziani o inabili da parte di persone che ne curano l'assistenza, in ragione della riconducibilità dei medesimi spostamenti a motivazioni di necessità o di salute". In ogni caso, tutti gli spostamenti restano "soggetti al divieto generale di assembramento e all'obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro da ogni altra persona".

La Regione Toscana in una propria circolare ha esteso la possibilità di uscire di casa a "persone con gravi forme di disabilità intellettiva, disturbi dello spettro autistico e/o patologie psichiatriche ad elevata necessità di supporto, al fine di prevenire e gestire emergenze comportamentali. Le uscite saranno consentite solo con l'assistenza di un accompagnatore, limitate allo stretto necessario e nel rispetto delle misure di prevenzione raccomandate (distanza interpersonale, utilizzo di dispositivi di protezione individuale). È possibile che questa misura venga adottata presto anche da altre regioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 31/03/2020 - 19:45

N'artro modulo de AUTOCERTIFICAZIONE!!!! E sono 5!!!!jajajajajajaja

antonmessina

Mar, 31/03/2020 - 19:48

ma che pasticcioni abbiamo al governo !

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 31/03/2020 - 19:49

Bene! A .. sottomuro possiamo giocare con i nipotini se ne hanno voglia? Ricordo che giocavo alla età ad una sola cifra con le monete da 10 lire! E il cono gelato allora costava 20 lire..

bernardo47

Mar, 31/03/2020 - 19:50

la attivita' motoria quotidiana,su prescrizone medica e quindi terapeutica, per postumi di problemi cardiovascolari, ad esempio, puo' ben prevedere la corsetta...(certo non la corsa olimpionica).....;quindi se svolta da soli e in vicinanza della propria abitazione, penso possa essere fatta, in assenza al momento di palestre con tapis roulant utilizzabili....

vtrgsgcdg

Mar, 31/03/2020 - 19:52

Ah, ma allora hanno finito di spruzzare in cielo (ho notato che oggi il cielo era più azzurro, le nubi più definite e si respirava meglio)... ragazzi, oggi solo buone notizie (c'è quasi da ringraziare la germania che non ha sganciato un euro ai peraccottari del governo romano-meridionale): prima i contagi che diminuiscono e poi si può tornare a camminare. Hanno già iniziato a smontare le tende del circovirus... Ah se non ci fosse l'èlite a dare al popolino panem et circenses, che vita noiosa sarebbe...

Una-mattina-mi-...

Mar, 31/03/2020 - 19:52

IN PRATICA VCAMBIA NULLA: depressi e immunodepressi per legge, ben sapendo oramai sperimentalmente (molti studi, almeno questo, l'hanno chiarito), che gli spazi ventilati e la luce solare abbassano di molto la possibilità di contagio e l'attività del virus... ottimo!

P2752

Mar, 31/03/2020 - 19:54

Quindi, ammettendo e consentendo la passeggiata a PIEDI, anche la stessa cosa ma fatta in BICICLETTA è consentita, giusto (ad esempio il giro dell'isolato)? Tra l'altro in bicicletta ci sono ancor meno probabilità di incrociare altri passanti come, invece, potrebbe accadere sul marciapiede).

APPARENZINGANNA

Mar, 31/03/2020 - 19:55

Sì a passeggiate è un titolo fuorviante ed errato.

Cosean

Mar, 31/03/2020 - 19:56

Che strano! Speravo da giorni di arrivare al picco e che cambiassero le regole... e voi vi lamentate con quel "ancora"! Evidentemente i criteri delle aspettative sugli eventi sono diversi da individuo a individuo. Del resto la vita è bella perche è varia

buonaparte

Mar, 31/03/2020 - 19:57

è ridicolo perchè poi i bimbi giocheranno tra loro come ora avviene già nei condomini quindi faranno da mezzo di trasmissione del virus se uno dei bimbi vive in un posto dove circola. mentre uno non puo fare corsa che sarebbe molto meno pericolosa per il contagio. non hanno ancora capito che sono gli incontri senza protezioni a creare il contagio non uscire di casa in solitaria a farsi due passi o corsa bici o piedi ..danno un messaggio sbagliato

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 31/03/2020 - 20:00

ma passeggiamo pure.... che ci vuole? :-)

Ritratto di Mario96

Mario96

Mar, 31/03/2020 - 20:02

Sono richiuso in casa con la famiglia..... però non posso uscire contemporaneamente a mia moglie per accompagnare le figlie minori a passeggiare. Per evitare il contagio, passeggiando, non deve esserci promiscuità tra i coniugi....... Ma allora il buon senso è stato ufficialmente abolito?