Virus, il commissario per l'emergenza Arcuri: "Imploriamo tutti gli italiani, rispettate le regole"

Il funzionario per il potenziamento delle infrastrutture ospedaliere, durante una conferenza stampa dalla sede della protezione civile, ha commentato i numeri delle ultime ore: "Dobbiamo garantire più macchine, più personale e posti letto"

"Tutti i cittadini stanno facendo enormi sacrifici, li ringrazio, ma non basta. Bisogna essere chiari: è davvero importante attenersi alle prescrizioni che il governo ha dato, sapendo che sono difficili, inusuali, quasi non contemporanee. La stragrande maggioranza le rispetta, imploriamo di rispettarle a tutti gli italiani". Le parole sono di Domenico Arcuri, commissario per il potenziamento delle infrastrutture ospedaliere necessarie a far fornte alla nuova epidemia causata dal coronavirus.

I ventilatori agli ospedali

"Dobbiamo fare in modo che l'emergenza non si diffonda in regioni dove, finora, è stata contenuta la sua portata, con l'aiuto degli italiani di quelle regioni, ma non solo", ha chiarito il funzionario durante una conferenza stampa dalla sede della protezione civile. Arcuri, nel definire il Covid-19, un "nemico forte, invisibile e sconosciuto", ha poi fatto sapere che nella giornata di oggi, saranno distribuiti 135 ventilatori, cioè macchine che servono nelle terapie intensive per curare i pazienti ritenuti più a rischio.

La "rivoluzione" del sistema sanitario

Nella giornata di ieri, i dispositivi consegnati erano 121: "Siamo passati da 13 a 73 ventilatori al giorno, oltre cinque volte di più, ma ancora pochi", ha fatto sapere il commissario durante la conferenza stampa e ha aggiunto: "Confidiamo che questi numeri possano rapidamente crescere fino a raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati. Dobbiamo garantire più macchine, più posti letto, più personale: dobbiamo implementare una rivoluzione del nostro sistema sanitario".

"La più grande emergenza"

E nel ricordare che "quasi certamente, da domani, saranno inviati 300 nuovi medici negli ospedali maggiormente in difficoltà", e che con una nuova ordinanza saranno trasferiti, su base volontaria, anche 500 infermieri nelle zone con più alto numero di malati, Arcuri ha proseguito ringraziando il governo tedesco per aver dato la possibilità all'Italia di trasferire alcuni dei suoi pazienti affetti da Covid-19. E commentando le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il commissario ha confermato che questa "è la più grande e profonda emergenza degli ultimi 60 anni".

I posti letto

E parlando, appunto, degli spazi nelle strutture sanitarie, Arcuri ha detto che, in pochi giorni, si è passati dall'avere 5.343 posti in dotazione nelle terapie intensive a 8.370: "Con il contributo di tutte le istituzioni ne abbiamo realizzate il 64% in più. I posti letto in pneumologia, invece, in base a quanto segnalato da Arcuri, sono passati da 6.625 a 26.169. Questo succede solo nei grandi Paese che sono coesi a contrastare questo nemico", ha concluso il funzionario.

Gli speculatori e gli aiuti

"Siamo all'interno di una guerra commerciale, molto dura, con tanti speculatori", ha chiarito Arcuri. Che, poi, ha aggiunto: "Ma ci sono anche Paesi che sono amici dell'Italia e che ci aiutano a dotarci di alcune 'munizioni'". E, secondo il commissario, le "munizioni" utili all'Italia in questo momento sono mascherine e ventilatori: "Ci servono per combattere questa guerra, non le abbiamo ancora in casa nostra. Non sono come la pasta, che si comprano agli angoli delle strade".

"Ci servono più mascherine"

"Ieri abbiamo distribuito 4,9 milioni di mascherine: è il numero più alto da quando è iniziata l'emergenza", ha chiarito ancora il funzionario. Che poi ha detto: "Siamo passati da una media di 307.068 mascherine al giorno a una media di 1.837.333. Vuol dire che, in poco tempo, siamo cresciuti di sei volte nel dotare questi strumenti indispensabili. Abbiamo bisogno di 90 milioni di mascherine al mese".E sulla fine dell'emergenza, il commissario ha conlcuso: "Purtroppo non faccio il veggente e credo nessuno sappia quando questa emergenza finirà".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 24/03/2020 - 13:43

Consatiamo che il Governo Conte è inadeguato.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 24/03/2020 - 13:44

se ci vuole tutti a casa, allora deve darci la possibilità: non lavoriamo, ma a stipendio pieno, fare spese online senza che le connessioni vengano intaccate dal sovraccarico, fare attività motorie intorno casa, mettere a disposizione gratis strumenti per il tempo libero: letture, film, ecc. chi è violento resta in carcere o in altra struttura, cosi le famiglie sono al riparo da eventuali abusi, chi è separato e non può andare via, può essergli dato una camera a spese del governo..... :-) non va bene? allora non riuscirai mai a far capire agli italiani....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 24/03/2020 - 13:45

Consatiamo che il Governo Conte è inadeguato. Per esempio, dove sono le mascherine?

Giorgio5819

Mar, 24/03/2020 - 13:50

PENSA A CONSEGNARE MASCHERINE AGLI ITALIANI !!! A proposito, dov'é rintanato questo soggetto ?

ruggerobarretti

Mar, 24/03/2020 - 14:03

Arcuri, cominciate a fare anche voi le cose in maniera razionale. Regione Umbria sono arrivati 10 respiratori su 50 richiesti e solo 2 sono immediatamente utilizzabili. Altri 40 in teoria donati da privati non possono arrivare per la burocrazia consip. Svelia, meno proclami, meno terrorismo mediatico e piu' fatti.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Mar, 24/03/2020 - 14:04

Non si capisce perche' alcuni commentatori scioccamente imputano a Conte la mancanza di mascherine visto che non appaiono per magia, molte fabbriche si stanno riconvertendo per produrle ma il fabbisogno e' immenso in tutto il mondo scarseggiano poiche' la domanda e' enormemente superiore all'offerta.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 24/03/2020 - 14:07

Egregio, faccia una cosa intelligente: creare nei comuni centri di distribuzione usando ad es. gli elenchi dei residenti uguali a quelli che vengono utilizzati nelle elezioni, così non ci saranno furbate a discapito di altri. Un'economia di guerra, perchè è una guerra contro un nemico perfido ed invisibile. La distribuzione va fatta con cadenza settimanale, altrimenti lo scopo di difendere i cittadini dal virus si esaurisce in breve. Conte la smetta di fare anticipazioni su decreti (colabrodo), visto il recente risultato della fuga di gente in meridione, in Sicilia. A meno che non voglia mascherare qualche intenzione maliziosa..

MOSTARDELLIS

Mar, 24/03/2020 - 15:13

Abbiamo un Commissario per l'emergenza Coronavirus? Ah..Non mi ero accorto. Lo avranno nominato per risolvere il problema delle mascherine che il Governo e la Protezione Civile non riesce a risolvere, ma pare che anche il Commissario non sappia bene c osa fare...........

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 24/03/2020 - 16:22

Solo le raccomandazioni non bastano,vi dovete muovere:gli operatori sanitari sul fronte sono carenti di dpi e in alcune realtà sprovvisti,per non parlare del bisogno di turnover dell'organico.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 24/03/2020 - 16:38

Quando gli italiani chiedono a voi di rispettare le regole e di governare perseguendo l'interesse della nazione, come rispondete? Da che pulpito viene la predica...

Ilsabbatico

Mar, 24/03/2020 - 17:03

Ma chi sarebbe questo personaggio???......ah il commissario.

Kamen

Mar, 24/03/2020 - 17:05

Il commissario,considerata la penuria di mascherine,perché,invece di lodarlo,non invita il responsabile agli affari regionali di non utilizzare le mascherine come orecchini?