Sgarbi ora incenerisce la Lucarelli e Scanzi: "Se Briatore fosse morto"

Vittorio Sgarbi non le manda a dire e in un video su YouTube attacca ancora Selvaggia Lucarelli e Andrea Scanzi sul caso di Flavio Briatore

Vittorio Sgarbi in questi giorni è un vero fiume in piena. Non si è tirato indietro in nessuna polemica, soprattutto quella che lo vede coinvolto contro Selvaggia Lucarelli. A far scattare la rabbia del critico d'arte è stato un articolo nel quale la giornalista del Fatto Quotidiano ha definito "anziano" Flavio Briatore. Una polemica che ha coinvolto in prima persona anche Vittorio Sgarbi, quasi coetaneo dell'imprenditore, che ancora non ritiene concluso il discorso né con Selvaggia Lucarelli e nemmeno con Andrea Scanzi.

"Non che siano simpatici, ma sono interessanti come comici. Non hanno vent'anni, si avviano ai cinquanta, ma hanno l’ossessione dell’età. Pensano che abbia qualcosa a che fare con le idee e le capacità. Sono fastidiosi nell’insistere sull’età di Briatore e sulla mia, come se fosse decisiva per stabilire l’energia mentale. Sono solo dei pettegoli, inaciditi e sgradevoli", commenta Sgarbi riferendosi ai due giornalisti. Dopo aver preso di mira la Lucarelli in diversi post sul suo profilo Facebook, sempre utilizzando la tagliente arma dell'ironia e della cultura, Vittorio Sgarbi nell'ultimo video pubblicato sul suo profilo Facebook si scaglia soprattutto contro Andrea Scanzi. Le opinioni sul giornalista sono controverse e sul web è ampia la platea di persone che non ne apprezza i modi. Il critico d'arte nel suo intervento su YouTube ne ha evidenziato le contraddizioni in ottica epidemiologica, con un atteggiamento che nel corso dei mesi si è contraddetto in più occasioni. "Quando la minaccia del Covid cresceva, lui invitava tutti a vedere i suoi spettacoli, è stato più negazionista di tanti altri eppure oggi difende un modello italiano che è stato fallimentare, visto che siamo il quarto Paese per morti in relazione agli abitanti".

Immancabile anche il pensiero anche per Selvaggia Lucarelli, in queste settimane impegnata in una crociata contro i personaggi noti che nelle precedenti settimane hanno frequentato i locali e le discoteche, soprattutto in Costa Smeralda. La giornalista non ha risparmiato Flavio Briatore, patron del Billionaire, con numerose battute e allusioni. "Hanno un nemico comune in Briatore che sarebbe stato incosciente. Ma di cosa stiamo parlando? È andato a farsi visitare per un’altra malattia e hanno scoperto che era contagiato ma non malato. Fosse morto sareste stati felici, ma non è successo né a lui né a tutti i dipendenti del Billionaire", ha detto Vittorio Sgarbi, riferendosi all'onda d'odio che ha colpito l'imprenditore dopo la notizia della sua positività al Covid.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Libertà75

Gio, 03/09/2020 - 13:57

Sgarbi è il solito pungente, ancorché sia preciso, realista e sincero.

ClioBer

Gio, 03/09/2020 - 14:05

A me pare che, considerando il personaggio, Vittorio Sgarbi non sia stato affatto aspro; anzi sin troppo contenuto e “delicato”. Detto per inciso, la “signora” non ha qualità intellettuali, a volte fa fatica a stare nel tema, prende spesso delle memorabili cantonate, non sempre è educata e garbata, anche con le donne e, naturalmente a mio giudizio, non è che fisicamente sia una da invidiare. Ma sono tempi strani, tempi di social, in cui per avere successo, con malizia , si possono mostrare (magari anche ritoccati) solo dei “primi” piani” e occultando il resto.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 03/09/2020 - 14:14

Dite alla Lucarelli e a tutti i giovanilisti che l'unica alternativa al non diventare anziani è quella di morire giovani. Chissà se ci hanno mai pensato!

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Gio, 03/09/2020 - 15:34

Invidia sociale di incapaci radical-chic, dischi rotti ripetitivi del Pensiero Unico

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Gio, 03/09/2020 - 17:12

Grande Sgarbi, avanti tutta....

brancati66

Gio, 03/09/2020 - 17:26

La differenza tra Briatore e Sgarbi con Lucarelli e Scanzi, è che Briatore e Sgarbi alla loro età ci sono arrivati mentre la Lucarelli e Scansi possono solo sperare di arrivarci.

Ritratto di jim60

jim60

Gio, 03/09/2020 - 17:51

Scanzi chi??

Fjr

Gio, 03/09/2020 - 18:53

La solita vecchia storia della volpe e l’uva,ma prima o poi invecchieranno anche loro e non resterà traccia delle loro gesta,forse in qualche archivio remoto della rete che qualcuno andrà a rivedere per farsi quattro risate

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 03/09/2020 - 19:40

Bravo Sgarbi,quanno ce vo' ce vo'.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 03/09/2020 - 19:54

Inutile parlare con gl iodiatori di professione. Incredibile , sono tutti di sinistra o ancor più in là.

Rasko

Ven, 04/09/2020 - 10:40

Sgarbi impresentabile

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 04/09/2020 - 12:44

Sgarbi è un negazionista del virus,all'inizio di questa catastrofe si dimenava a suo modo in tv urlando che era tutta una balla.Poi dinanzi alle decine di migliaia di morti iniziò a fare retromarcia e zittirsi.Una volta finito il lockdown e con numeri ridotti, eccolo di nuovo a cavalcare l'onda negazionista.Purtroppo c'è sempre qualcuno che gli da un microfono o un titolo.

Enne58

Ven, 04/09/2020 - 12:49

A malincuore devo dare ragione al sig. Sgarbi. Tra chi crea ricchezza e chi crea inutili polemiche scelgo i primi

hectorre

Ven, 04/09/2020 - 14:14

lucarelli e scanzi giornalisti????....povera italia

titina

Ven, 04/09/2020 - 15:36

ma perchè, a 70 anni non si è anziani? Non mi piace la frase: "se fosse morto sareste stati felici" e non risponde a verità: Briatore non mi è simpatico ma non vorrei che morisse di Covid, come non lo vorrei per nessun altro.

Calmapiatta

Ven, 04/09/2020 - 15:49

Chi gioisce delle disgrazie altrui è solo uno sciacallo senza intelletto e umanità. Tutti dimenticano che, nonostante le chiacchiere di questo mondo, stiamo tutti sotto lo stesso cielo e che se sputi in alto, prima o poi ti ritorna in faccia.