"Wikipedia controllata dalla sinistra". La denuncia choc del cofondatore

Secondo Larry Sanger i responsabili delle varie pagine di Wikipedia, nel selezionare le fonti per gli articoli da pubblicare, vieterebbero di citare quelle di destra

"Wikipedia controllata dalla sinistra". La denuncia choc del cofondatore

Stanno facendo discutere le affermazioni di Larry Sanger, cofondatore di Wikipedia, ossia dell'enciclopedia online divenuta ormai il quinto sito web più visitato al mondo; il filosofo americano ha infatti ultimamente denunciato la presunta "fine dell'imparzialità" della sua creatura. In particolare, Wikipedia, sostiene Sanger, avrebbe perso dal 2009 la propria natura di contenitore di miriadi di idee e di spunti eterogenei. Da quell'anno, il sito in questione sarebbe divenuto sempre più "partigiano".

Sanger ha esternato tale accusa nell'ambito di un'intervista concessa alla rivista inglese UnHerd, in cui egli ha ribadito il fatto che Wikipedia, nata come luogo di democrazia del sapere e come fucina di testi e contenuti rappresentativi del maggior numero possibile di punti di vista, ha irreversibilmente sposato il "punto di vista dell'establishment", divenendo così inaffidabile: "Dietro le quinte c’è un grande fermento per pilotare gli articoli". Di conseguenza, gli articoli enciclopedici che vengono pubblicati e aggiornati in continuazione sul sito incriminato sarebbero il frutto di selezioni di fonti "esclusivamente di sinistra": "Non puoi assolutamente citare il Daily Mail. Non puoi nemmeno citare Fox News su questioni socio-politiche. È vietato. Che cosa vuol dire? Vuol dire che se una polemica non compare sui principali media di centro-sinistra, allora non apparirà su Wikipedia".

La trasformazione di Wikipedia da agorà virtuale delle opinioni a cassa di risonanza della visione del mondo promossa dalla sinistra avrebbe avuto un'accelerazione, prosegue, Sanger, in concomitanza con la crisi-Covid. Di conseguenza, l'enciclopedia online avrebbe celato alcune informazioni sulla pandemia di coronavirus provenienti da fonti di destra: “Se leggi gli articoli di Wikipedia – ha dichiarato –, puoi vedere come stia semplicemente esprimendo il punto di vista dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e di vari altri portavoce dell’establishment, come Fauci. È da lì che vengono presi gli spunti. C'è un'applicazione globale di un certo punto di vista, che è sorprendente per me che sono un libertario, o un conservatore amante della libertà”.

Oltre a condizionare a monte la scelta delle fonti per gli articoli, gli attuali responsabili del sito cercherebbero di manipolare i contenuti già esistenti sull’enciclopedia online modificando quelli ritenuti "più scomodi" mediante il pagamento di anonime "figure ad hoc", quali scrittori ed editori non identificati per nome; tali soggetti non identificati verrebbero ricompensati proprio per cambiare gli articoli. Sanger ha poi rimarcato che l'alterazione dei contenuti presenti su Wikipedia sarebbe un obiettivo ambito da molti, vista la grande notorietà del medesimo sito nel mondo: "Quindi c'è un gioco molto grande, brutto e complesso che viene giocato dietro le quinte per far dire all'articolo ciò che qualcuno vuole che dicano".

Sanger ha infine tuonato contro le grandi aziende tecnologiche mondiali e contro la scelta di miliardi di utenti di affidare le rispettive informazioni personali alle prime: "Ci siamo affidati a punti vendita come Facebook, Twitter e YouTube con i nostri dati e abbiamo permesso loro essenzialmente di conquistare il mondo dei media. Ciò di cui ci siamo fidati era la nostra libertà e la nostra privacy, che fondamentalmente non ci avrebbero fatto chiudere. Ma ci hanno sostanzialmente pugnalati alle spalle". Egli ha quindi concluso l'intervista ricordando l'importanza del valore della neutralità delle informazioni: "Quando stiamo cercando di ottenere alcune informazioni di base per comprendere un argomento, non vogliamo essere presi per il naso, giusto? Siamo individui liberi che vogliono prendere una decisione".

Commenti

Grazie per il tuo commento