Zangrillo: "Il clima descritto dalla stampa non è realistico"

Il professore ha tenuto a sottolineare: “Non siamo alla situazione vissuta a marzo”

Il professor Alberto Zangrillo, prorettore dell’Università San Raffaele e primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale milanese, intervenendo al Tg4 ha fatto una fotografia della situazione che stiamo vivendo in questo momento in Italia.

Zangrillo: "La situazione non è drammatica"

Prima di tutto ha voluto sottolineare un errore da parte di tutta la stampa che descriverebbe a suo dire un clima non realistico. "Quando si parla di migliaia di contagi si presuppone che queste persone siano malate, in realtà sono persone venute a contatto con il virus", ha tenuto a precisare Zangrillo. Secondo il suo parere, la scena che si trova davanti lui stesso tutti i giorni in ospedale non è completamente aderente alla realtà descritta dalla stampa. Se così fosse, alla popolazione non resterebbe che fare testamento e aspettare la morte cercando di soffrire il meno possibile. Ma, come ha evidenziato Zangrillo: “Non è così. In questo momento noi abbiamo una situazione che è completamente diversa da quella che state, stanno, tutti narrando” ha continuato l’esperto.

La differenza si troverebbe proprio tra la situazione che sta vivendo l’Italia e quella invece vissuta dagli altri Paesi europei. Il primario ha infatti spiegato che nelle altre Nazioni sta avvenendo qualcosa che è più grave rispetto a noi dal punto di vista dei numeri, ma lo si sta affrontando con senso di responsabilità e con i nervi saldi. Ha poi fatto l’esempio specifico del suo ospedale dove sta accadendo proprio questo: la struttura ospedaliera è attrezzata per intensità di cura e sta prendendo in carico “pazienti che non sono pazienti”.

Il 70% sono codici verdi

In almeno il 60% dei casi, secondo Zangrillo, si tratta di persone in cerca di un alloggio, di una patente di positività o meno. Questi soggetti potrebbero tranquillamente restare nelle proprie abitazioni e non andare a intasare i pronto soccorso ha infine affermato il professore, che ha tenuto a sottolineare che il 70% delle persone che arriva in ospedale sono codici verdi che dovrebbero rimanere a casa e non avere rapporti con altre persone, restando isolati.

Fortunatamente, è solo una parte minore dei pazienti che giungono in un grande ospedale metropolitano, in Lombardia si ha un incremento di 17 persone in terapia intensiva, che mostra un quadro più impegnativo. Non è assolutamente una situazione paragonabile a quella dello scorso marzo, “chi la paragona a marzo vuol dire che non ha vissuto la situazione a marzo” ha ribadito ancora una volta Zangrillo. Le cose vanno affrontate con metodo, nervi saldi e razionalità, ingredienti al momento presenti nell’azione del governo, secondo il primario del San Raffaele.

Un lockdown generalizzato, senza tenere conto delle differenze epidemiologiche, degli accessi al pronto soccorso, e dei pazienti dimessi, è paragonabile, come affermato dall’esperto, alla situazione di una nave, in cui ci sono grida d’allarme da diversi punti e il comandante decide di abbandonare l’imbarcazione. Si devono adottare misure proporzionate a una situazione che sta evolvendo ma che non è drammatica. Se la giudichiamo drammatica “possiamo piantarla lì. Abbiamo perso prima di iniziare” ha concluso Zangrillo che ha anche infine spiegato che il messaggio che sta passando porta le persone erroneamente in pronto soccorso, anche se non ne hanno un bisogno effettivo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 03/11/2020 - 10:07

Sig.ra Valentina Dardari,...è sicura che Zangrillo abbia detto:" Le cose vanno affrontate con metodo, nervi saldi e razionalità, ingredienti al momento presenti nell’azione del governo, secondo il primario del San Raffaele"??....Non è che per caso si dia dimenticata un "NON",fra le parole "momento" e "presenti"?.....Perchè se il "NON" non ci fosse,per me anche Zangrillo....

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Mar, 03/11/2020 - 10:08

chissà quanti lazzaroni fingono di avere il covid per non lavorare. Se poi i tamponi li fa il medico di base, mah.......business? Per la serie: la fiducia degli italiani verso il prossimo non esiste più.

mzee3

Mar, 03/11/2020 - 10:10

Ancora! Ma mi volete dire quale è il suo problema? Cosa vuole dimostrare?

bernardo47

Mar, 03/11/2020 - 10:15

Questo ora ricomincia con le sciocchezze.....

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Mar, 03/11/2020 - 10:15

@Zagovian Mar, 03/11/2020 - 10:07 la maggior parte non ha un cavolo di nulla ma oramai questa storia la dovrebbe conoscere a memoria. C'è il comunismo al governo, c'è il comunismo: quell che è tuo è mio, e quello che è mio è mio.

marcoda

Mar, 03/11/2020 - 10:22

ma questo non ha ancora capito come funziona una epidemia....?

Ritratto di Gabriele184

Gabriele184

Mar, 03/11/2020 - 10:24

@Zagovian: non può che essere così.. una volta c'era la buona abitudine di rileggere i propri scritti.. ma ora va tutto mandato online prima possibile.. @Zangrillo: può spiegarlo a Fontana, che continua ad agitarsi? E magari suggerire di assegnare codice BIANCO agli asintomatici in preda all'ansia che si presentano al Pronto Soccorso?

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 03/11/2020 - 10:24

Zangrillo dice tante cose, spesso tutto e il contrario di tutto quindi, fisiologicamente, prima o poi ci prende. Il numero di contagi rilevati non è un indicatore eccelso per stimare l'andamento dell'epidemia non essendo statistico di suo (campione non casuale, molti che si fanno tamponare è perché hanno sintomi, numerosità che oscilla anche significativamente, etc.) molto più significativo è leggere invece l'andamento degli impatti, in particolare il numero di terapie intensive occupate ancor più dei morti perché per le TI il legame di causa effetto Covid-ricovero è più stretto che quello Covid-morti o di quello Covid-ricoverati in generale

AntonioLatela

Mar, 03/11/2020 - 10:24

Il professor Zangrillo merita tutto il rispetto in considerazione del suo invidiabile curriculum e della sua professionalità. Avrà i suoi buoni motivi per fare e rendere pubbliche certe valutazioni, frutto della sua esperienza clinica. Ma vorrei solo capire : i 2.022 pazienti che ad oggi stanno in rianimazione cosa stanno facendo, trattamenti di estetica ? Ed i 233 morti ( per covid) contati nelle ultime ore si sono suicidati ? I dati provengono dal Ministero della salute. Se poi sono falsi.......o voluti dal Governo......ma bisogna capire.

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Mar, 03/11/2020 - 10:26

Zangrillo l'unico che racconta la verità. Chi non è convinto faccia un giretto negli ospedali di provincia, situazione tranquillissima, non è più come a Marzo e non lo sarà mai più. Gli unici che vogliono questa situazione sono i poltronari, non certo la gente che ha voglia di lavorare.

boomer

Mar, 03/11/2020 - 10:38

Una persona "venuta a contatto" con il virus si chiama contagiata. Il contatto con un virus implica sempre la presenza del virus nell'organismo. Se poi la persona CONTAGIATA risenta o meno di questo contagio sta nelle capacità di resistenza del singolo individuo, che comunque è in grado di contagiare altri. Oppure per sminuire il contagio si vorrebbe che il virus ci contattasse con SMS, Tiktok, WhatApp o altro?. Ma facciamola finita !!!!

Nick2

Mar, 03/11/2020 - 10:40

Ormai Zangrillo è credibile solo al TG4... e su questo giornaletto d'avanspettacolo...

ex d.c.

Mar, 03/11/2020 - 10:44

Ed ha ragione.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 03/11/2020 - 10:47

@mark_mark La situazione non è come quella di marzo, vero. Glielo posso confermare perché abitando vicino ad un ospedale Covid mi rendo conto di due cose: 1 la frequenza delle ambulanze è inferiore a quella di marzo quando ne passava una ogni mezz'ora, 2 la frequenza aumenta sistmaticamente da giorni. Quindi guardare fuori dalla finestra e dire che non va tanto male è un atteggiamento miope, è come cadere dal decimo piano e dirsi "Fin qui tutto bene" mentre si passa davanti al terzo. La gente che finirà in quelle ambulanze tra 10 giorni s'è contagiata ieri. Se non si è capaci di guardare a 10-20 giorni è del tutto inutile esprimere opinioni. I 2000 e passa ricoverati in TI di ieri erano 40 solo due mesi fa ...

BEPPONE50

Mar, 03/11/2020 - 10:49

Questo Signore quando espone le sue idee fa peggio del Governo Basta per favore

marcoda

Mar, 03/11/2020 - 10:52

@mark_mark 10.26: tranqulissima mica tanto, nel mio ospedale di provincia un bel po' di ricoverati ci sono, sia con CPAP che in terapia intensiva, e continuano ad aumentare. Sarà invece che Zangrillo non vede problemi perchè al San Raffaele non vuole andarci più nessuno... se io fossi malato questo qui mi farebbe paura

dubbioso_ma...

Mar, 03/11/2020 - 11:12

pensate un poco a chi sono i proprietari dei vari quotidiani che vanno per la maggiore in Italia e vedrete che le parole di Zangrilo non sono dette a vanvera..Qui si fa gran cassa per ingigantire le cose ed iniziate a chiedervi i perche'...ne verra' fuori la quasi quadratura del cerchio

lorenzovan

Mar, 03/11/2020 - 11:12

primario di anestesia...e che ci fa a parlare di virus ??? ahhh ma lui ha studiato..si..per anestetizzare la gente ..e ci riesce pure ..a volta...lololol

RolfSteiner

Mar, 03/11/2020 - 11:17

marcoda@ scrive "...al San Raffaele non vuole andarci piu' nessuno...". Ma si rende conto di quanto afferma?

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 03/11/2020 - 11:18

marcoda, fatti ricoverare al Cardarelli allora, assieme alle formiche e agli scarafaggi....

pinolino

Mar, 03/11/2020 - 11:19

Copia-incolla dall'articolo con il titolo "Lombardia verso lo stop" ... E un allarme intanto arriva dal Presidente dell'Ordine dei Medici di Milano, Roberto Carlo Rossi: «Di una cosa siamo certi: la situazione sia nelle strutture sanitarie ospedaliere che anche nella medicina del territorio è diventata insostenibile. È necessario intervenire con un lockdown immediato ed efficace». Parafrasando Mao Ze Dong : grande è la confusione sotto i camici, la situazione è pessima.

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Mar, 03/11/2020 - 11:20

non tornerà mai più Marzo 2020 e non si può scappare per sempre, si deve convivere e il governo in questa direzione non ha fatto nulla, nulla, nulla, nulla. Tavoli con le rotelle, monopattini invece di potenziare i mezzi pubblici per me i maggiori responsabili e pagare le casse integrazioni. Oggi ci sono malati covid completamente diversi ma troppi fifoni che al minimo sintomo corrono in ospedale, magari non hanno nulla e si infettano proprio correndo all'ospedale.

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 03/11/2020 - 11:23

Lo sanno tutti i senzienti che è in atto una farsa per imporre una dittatura sanitaria. Ora la domanda: cosa dobbiamo attenderci dall'opposizione ? Sono capaci di reazioni valide per arrestare questa deriva dittatoriale ? L'inerzia equivale alla connivenza.

Ritratto di veronika

veronika

Mar, 03/11/2020 - 11:41

il dott prof continua ad omettere i studi pubblicati sui danni permanenti agli organi interni, ma in effetti lui fa sempre e solo la foto del giorno. Facile cosi avere sempre ragio e.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/11/2020 - 11:59

@El Presidente - il tuo livore contro Zangrillo è evidente del classico comunsita che deve sempre parlare male degli altri (parte avversa), pur non essndo neppure medico, o neppure hai la terza media. Continua a scrivere baggianate.

xgerico

Mar, 03/11/2020 - 12:00

@beatoangelico-Mar, 03/11/2020 - 11:23- Scrive:Lo sanno tutti i senzienti che è in atto una farsa per imporre una dittatura sanitaria.......Leggo che sei al corrente di fatti che non conosco, mi fai un esempio di quel che affermi. Grazie!

no_balls

Mar, 03/11/2020 - 12:02

Riapriamo anche le discoteche..??????

Santorredisantarosa

Mar, 03/11/2020 - 12:10

MA SE VOI SIETE SEMPRE IN TELEVISIONE SE VOI NON SIETE D'ACCORDO SU TUTTO FINISCE CHE OGNUNO SCRIVE QUELLO CHE CAPISCE, INTUISCE E CHE VUOLE, SIAMO PRESI DA MILLE INTERPRETAZIONE, COMPRESA LA POLITICA CHE AVETE INCULCATO.

Italy4ever

Mar, 03/11/2020 - 12:10

@AntonioLatela: "i 2.022 pazienti che ad oggi stanno in rianimazione cosa stanno facendo, trattamenti di estetica ? Ed i 233 morti ( per covid) contati nelle ultime ore si sono suicidati ?" Concordo ma...: 1) I pazienti in rianimazione siamo sicuri che siano PER covid e non CON covid ma ricoverati per altre patologie??? 2) I 233 morti siamo sicuri che siano PER covid e non CON covid??? Queste informazioni non sono chiare, anzi ritengo siano alquanto fumose... Non son un negaziosita, ma neppure un catastrofista...

ste2479

Mar, 03/11/2020 - 12:16

chi ha due linee di febbre senza altri sintomi DEVE chiudersi in casa, non intasare i pronto soccorsi pretendendo di essere ricoverato. Questo clima di allarmismo creato da giornali e Tv deve finire !!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 03/11/2020 - 12:30

@Leonida55 Povero spartano depresso. Sei talmente capra da non avere neanche capito che, proprio in questo caso, quello che ho scritto è allineato allo Zangrillo-pensiero. Ma hai problemi con la comprensione dello scritto? Quale parte di "Il numero di contagi rilevati non è un indicatore eccelso per stimare l'andamento dell'epidemia non essendo statistico di suo, etc" non riesci a capire povera stella? Io scriverò bagianate ma è da inizio settembre che dico che c'è un problema di crescita di contagi e, fino a prova contraria, tutto quello che ho predetto s'è puntualmente avverato. I miei post sono pubblici, smentiscimi se puoi. Laurearsi con lode si vede che serve ...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 03/11/2020 - 12:34

Il virus è mutato, è più aggressivo (circa 13 volte più infettivo di quello di Wuhan) e molto più pericoloso, mortale, e muterà ancora. Questo dice due cose: il vaccino che stanno sperimentando non lo frenerà e le gli esiti mortali saliranno in modo terrificante.

agosvac

Mar, 03/11/2020 - 12:43

Il problema è sempre lo stesso. I dati dicono una cosa e il CTS o l'ISS ne dicono un'altra che è fuorviante. Eppure chi sa leggere sa benissimo che tutti i vip e i parlamentari che sono stati contagiati(malgrado l'uso intensivo delle protezioni individuali) sono fuori pericolo dopo pochi giorni di isolamento. Dov'è la pericolosità di questo virus?????

Italy4ever

Mar, 03/11/2020 - 12:45

@perSilvio46: Però... Tanto per non essere catastrofisti...

lucas2

Mar, 03/11/2020 - 12:52

Zangrillo è uno dei pochi che non ha perso la testa e fa un'analisi realistica della situazione. Ho amici medici in prima linea covid a Bergamo e a Milano e mi confermano la stessa linea aggiungendo che si guardano bene dal esplicitarla visto il clima di linciaggio che ormai vige sui social

ST6

Mar, 03/11/2020 - 13:04

A poche righe di distanza nell'articolo, prima sono il 60% e poi il 70%. Come dare i numeri al lotto

ST6

Mar, 03/11/2020 - 13:07

marcoda: "ma questo non ha ancora capito come funziona una epidemia....?". Non è tenuto a saperlo infatti, è primario in ANESTESIA. Il problema è di chi lo intervista in quanto "esperto".

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 03/11/2020 - 13:07

Si sono sentiti tanti esperti medici in questi ultimi 10 mesi. Ma il grande Galli li ha schiantati tutti dall'alto della sua superiorità morale e professionale. A maggio Galli metteva in guardia da un allentamento delle misure restrittive in vista di un 'liberi tutti' estivo. Diceva che, in autunno, se ci fosse stata una eventuale, folle spensieratezza estiva, avremmo rischiato una seconda, potente ondata. Che illuminante preveggenza tipica dei grandi. Mentre lo zangrillino a giugno diceva che il virus era stato debellato... Basterebbe solo questa precisazione per capire dove sta la vera competenza.

Iacobellig

Mar, 03/11/2020 - 13:21

Purtroppo è la stampa pro-governo! Tutto per tutelare i cialtroni al governo! Uno schifo.

Ritratto di albarca1945

albarca1945

Mar, 03/11/2020 - 13:32

Ha perfettamente ragione. I media tutti neanche provano a cercare e dire la verità. Si inchinano tranquillamente al potente di turno.

RolfSteiner

Mar, 03/11/2020 - 13:40

ST6@ proprio perche' e' anestesista puo' dire le cose da un punto di vista operativo. Lui osserva e riferisce gli effetti e non la causa. In ogni caso ci sono fior di zanzarologi che pontificano. Ciascuno di noi ha le sue preferenze...

Ritratto di Armandolara

Armandolara

Mar, 03/11/2020 - 13:58

Spero che il dottor Zangrillo continui a dire le cose come stanno e non come vuole farci credere certa politica o certa scienza. Gli italiani non sono proprio tutti scemi! Cordialità a Zangrillo

jekill

Mar, 03/11/2020 - 14:40

zangrillo ha perfettamente ragione, la situazione non è come quella di marzo ma...... MOLTO PEGGIORE!!!!!!

Michele_T

Mar, 03/11/2020 - 14:42

Prendendo spunto dal paragone del Professore, è come se all'interno della nave stesse divampando un incendio. Diverse persone riescono a mettersi in salvo da sole (come chi è colpito da una forma asintomatica o paucisintomatica dell'infezione) mentre alcune hanno bisogno del personale e dei mezzi di soccorso per essere tratte in salvo. Se l’incendio si diffonde troppo velocemente, le persone da salvare contemporaneamente sono troppe rispetto al numero di soccorritori (medici e presidi sanitari disponibili) e alcune rimangono vittime. Capitano e membri dell’equipaggio devono limitare il più possibile le fiamme con i sistemi antincendio, anche se questo provoca dei malumori tra i passeggeri. Il fatto che un ottimo membro dell’equipaggio comunichi a tutta la nave che in quell’istante e nella sua zona la situazione non sia ancora tragica, non aiuta a risolvere la situazione complessiva. Ci vuole invece la collaborazione di tutti, per poter poi riprendere la navigazione.

bernardo47

Mar, 03/11/2020 - 15:12

Zangrillo chi?

marcoda

Mar, 03/11/2020 - 15:27

@ST6 E ho capito che è un anestesista, ma se invece che fare una FOTOGRAFIA non è in grado di ESTRAPOLARE dei semplici dati e prevedere degli scenari futuri, allora non deve fare nè il primario, nè il direttore, ma neanche l'anestesista stesso... A me fa paura.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 15:28

Confermo quello che dice Zangrillo:attualmente,anche nella struttura dove lavoro io non c'è l'emergenza sanitaria della scorsa primavera.Si vedono solo le ambulanze con codice verde che diventeranno da li a qualche ora codice bianco.Si notano file lunghissime al CUP per richieste di tamponi e test sierologici a conferma(falso) che vorrebbero il patentino della salute.Un test sierologico positivo presuppone l'esecuzione del tampone che può anche essere positivo ma nessuno ti darà conferma che sia contagioso.Tanto è vero che l'utente ha superato brillantemente il termoscanner,non sa di essere positivo e non presenta alcun sintomo.Morale della favola si sta facendo puro allarmismo e i media stanno terrorizzando la popolazione.SEGUE...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 15:28

...PROSEGUE...Prima o poi lo screening di massa porterà al collasso delle strutture sanitarie,avendo quasi azzerato le visite ambulatoriali per altre patologie.I centralini del 118 sono intasati da gente che chiamano al minimo sintomo e vorrebbero essere rassicurati (non a torto)ed essere portati in ospedale,togliendo spazio ,tempo e risorse di personale verso chi ha effettivamente bisogno. Se il ministro Speranza rassicurasse i cittadini anziché terrorizzarli coi suoi proseliti "La curva dei contagi è terrificante" allora esprimiamo un voto a Dio perché nessuno ci salverà da questo male.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 03/11/2020 - 15:36

@marcoda Ma come si permette di affermare che Zangrillo non sia "in grado di ESTRAPOLARE dei semplici dati e prevedere degli scenari futuri"? E' forse un primario di infettivologia lei? Ha forse sbagliato Zangrillo quando ha detto che il virus era "clinicamente morto"? Era solo poco più di tre mesi fa ...

marcoda

Mar, 03/11/2020 - 16:00

@El Presidente: LOL, tragicomico... Ecco un quiz per diventare medico al SanRaffaele: se nel mio ospedale di provincia ogni giorno ricoverano 4 persone e ci sono 80 letti, dopo quanto tempo si riempe tutto ? Se uno risponde "mai", è assunto. E se uno risponde "La matemateca è un gomblotto dei cumunisti" diventa subito primario ! :D

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 03/11/2020 - 16:33

xgerico@: ecco un non senziente che risponde pronto all'appello.

mzee3

Mar, 03/11/2020 - 16:52

PER RolfSteiner … io pure avevo detto le stesse sue parole… ma non sono stato postato…. La logica e l'onestà intellettuale non alberga nel lettori, sostenitori ad oltranza di questi personaggi malati di protagonismo ad oltranza.

Mordechai

Mar, 03/11/2020 - 17:47

Oggi 353 morti. Basta questo dato per commentare Zangrillo

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 03/11/2020 - 17:50

giùalnord 15:28...Concordo...Ormai quelli che ragionano sono pochi.Il TERRORE la PAURA,volutamente sparsi per tenere il "potere",hanno contagiato le masse,che come mucche al pascolo lobotomizzate,accettano ogni imposizione....Non se ne esce più!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 03/11/2020 - 18:25

Zangrillo lo disse, il virus è morto. Ma molta gente non gli crede

Ritratto di Cali85

Cali85

Mar, 03/11/2020 - 18:51

Senza mettere minimamente in dubbio la Sua professionalità e conoscienza scientifica mi chiedo : Ma ancora ha voglia di parlare dopo le "Bischerate" che ha detto un paio di mesi fa affermando che il Covid era clinicamente morto? Non gli è bastata la figura di M... che fece in quella occasione? Penso proprio che i "Tecnici" debbano fare i "Tecnici" e lasciare la "Comunicazione" a chi la sa fare!!!!

Leo6776

Mar, 03/11/2020 - 19:02

Gente che in un ospedale potrebbe solo pulire i cessi si permette di criticare/insultare un Dottore che ogni giorno lavora in mezzo a malati di covid, Dottore con una reputazione tale che anche i potenti (Berlusconi) vanno da lui. Incredibile, veramente incredibile

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 19:33

Cali85 Mar, 03/11/2020 - 18:51 Quale figura di M... avrebbe fatto secondo Lei,quella di aver detto che il virus era clinicamente morto? Zangrillo ha perfettamente ragione e la sua esperienza lavorativa nei reparti l'ha portato a dire quello che tutti noi abbiamo sentito.Nel momento in cui venne detto che il virus era clinicamente morto il virus si è dimostrato più remissivo,meno virulento,meno aggressivo rispetto alla scorsa primavera,quindi "clinicamente morto" ma non scomparso,estinto o sconfitto come lo intende lei ma presente nella popolazione essendosi adattato alla stessa ed in parte mutato,come dicono gli esperti,con una nuova variante che sta girando per tutta Europa. Credo che il vaccino,quando sarà disponibile,avrà la sua efficacia solo per la stessa variante genotipica(come il virus dell'influenza);ciò significa che ogni anno dovrà essere prodotto un vaccino specifico.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 03/11/2020 - 19:44

L'ho già scritto, ma ora lo ripeto per i trinariciuti capoccioni. nel 2019 ci sono stati in Italia, da dati Istat, 647 mila decessi. Madia, 1772,6 al giorn., Sono, quindi, ora, preoccupanti 233, o 277, 0 300 decessi al giorno? E com'è che oggi si muore solo di Covid? E gli infarti, gli ictus, i tumori, il coma diabetico, il Parkinson, l'alzheimer, ecc? Tutti debellati e spariti?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 19:45

Cali85 Mar, 03/11/2020 - 18:51 La figura di M....che sta facendo Lei criticando le affermazioni Del prof.Zangrillo è peggiore e credo che la stia toccando con mano.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 19:57

navajo Mar, 03/11/2020 - 19:44 Per adesso il ministro Speranza e la sua sturmtruppen hanno accantonato l'idea che si possa morire d'altro.