Lo zero lombardo e quello romano

Spiace dirlo, ma domenica in Lombardia davvero non è morto nessuno per Coronavirus

Spiace dirlo, ma domenica in Lombardia davvero non è morto nessuno per Coronavirus. Spiace per chi sta tifando perché la Lombardia non si rialzi più, per il ministro per caso Francesco Boccia, ossessionato dal modello lombardo e dalla sua autonomia, e per i giornalisti con la bava alla bocca contro la classe dirigente del Pirellone, ma lo «zero» comunicato l'altra sera con grande cautela da Fontana non è stato un errore bensì un fatto, magari casuale e ovviamente non definitivo, ma pur sempre incoraggiante: la guerra non è vinta, sarà lunga e non priva di insidie, però significa che la strada imboccata è quella giusta.

Dicono che i problemi della fase due saranno il distanziamento e il rispetto di decine di regole (molte assurde o non applicabili), cioè che tutto dipenderà dai cittadini. Io penso invece che il problema principale verrà da chi ci governa. Per intenderci: la vice ministra dell'Economia, la grillina Laura Castelli (ex steward allo stadio di Torino), ha sostenuto che sia difficile trovare mascherine «perché gli italiani le vogliono personalizzate»; il ministro Francesco Boccia vuole una milizia di disoccupati da occupare come sceriffi-spie dei nostri comportamenti; il prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi, annuncia che la linea nei confronti dei cittadini sarà quella «di colpirne tanti per educare tutti», e immaginiamo che, visto il ruolo, non parli a titolo personale, ma sveli quali siano le direttive che arrivano da Roma.

Allora dico: ovvio che il numero dei morti in Lombardia è un dato importante, ma altrettanto lo è quello del quoziente di intelligenza di chi pretende da noi ordine e disciplina, ma ancora non sa dirci come e quando riapriranno le scuole, che mi sembra un problema un po' più serio della movida. Ecco, che il quoziente della ministra Castelli fosse bassino era noto da tempo, quello scarso di Boccia è stata una sorpresa non del tutto inattesa. Ma che anche i prefetti si mettano a fare i ducetti e minacciare a destra e a manca davvero non ce lo aspettavamo e ne prendiamo atto con preoccupazione.

Immagino ci siano tanti modi per provare a tenere sotto controllo l'epidemia e garantire contemporaneamente legalità e diritti costituzionali. Quello che il governo ha scelto ci appare il più stupido. E, quindi, inutile.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Beaufou

Mar, 26/05/2020 - 17:16

"Ma che anche i prefetti si mettano a fare i ducetti e minacciare a destra e a manca...". I prefetti, Sallusti, sono una delle categorie della "burocrazia statale in servizio permanente effettivo": non vedono l'ora di colpire qualcuno non per educare, ma solo per giustificare la loro esistenza, assolutamente inutile e ampiamente parassitaria. I prefetti dovrebbero scomparire, altro che fare i ducetti.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 26/05/2020 - 17:34

Non mi stupirei in nessuno dei tre casi. La grillina è quello che è e che tutti sapevano ma sta democraticamente in Parlamento. Boccia ha degli inevitabili sussulti da Unione Sovietica, per un compagno è fisiologico. La Prefettura, nata in epoca liberale, ha avuto massimo riconoscimento nel ventennio. I prefetti manco lo sanno ma è così.

elfo2011

Mar, 26/05/2020 - 17:45

Io so solo questo: in Trentino (dove vivevo) le piscine e le palestre sono aperte; in Lombardia NO. Fontana pessimo amministratore. Vivo zona Varese (per caso) e non mi pare ne parlino bene (come sindaco di Varese); tanto più che hanno votato uno del PD (Galimberti). Qualcuno dovrebbe farsi delle domande, invece che difendere A PRIORI e senza cognizione di causa.

kallen1

Mar, 26/05/2020 - 18:01

Vi ricordate i prefetti di mussoliniana memoria? Orbene adesso alcuni di loro sembrano proprio quelli di allora, con un'unica differenza e cioè che al governo non c'è Mussolini ma Giuseppi che guida una coalizione PD-5S non proprio la stessa cosa anche se i metodi gli assomigliano molto: sono i nuovi fascisti? E rossi per giunta......

FrancoM

Mar, 26/05/2020 - 18:18

MI torna in mente la Rivoluzione Culturale Cinese: i caporioni spesso collusi e intriganti erano costretti con cortese brutalità alle dimissioni, la requisizione dei beni che erano poi seguite da mesi o anni di duri lavori in campagna presso i villaggi contadini più sperduti. In Italia abbiamo la Sila e certe zone della Sardegna.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 26/05/2020 - 19:03

in fin dei conti, la lombardia fa bene il suo lavoro, mica è come l'emilia romagna o il lazio, due regioni sotto controllo comunista dove avvengono tante cose strane.... come le mascherine pagate come se fossero lingotti d'oro e manco si sa che fine hanno fatto! poi le rsa pieni di virus..... ma che combinate babbei comunisti grulli? :-)

ilrompiballe

Mar, 26/05/2020 - 20:02

elfo2011: io, vivendo in Lombardia da 80 anni, mi tengo stretta la sanità lombarda con cognizione di causa. Lei, che passa dal trentino alla lombardia, si tenga quello che le pare.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/05/2020 - 10:29

caro sallusti: che fa si sta "feltrizzando"? nessuno tifa contro la lombardia, mentre molti "tifano" contro il "modello lombardia" che è franato al primo urto!

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 27/05/2020 - 11:03

Ma cosa ci si può aspettare da un governo che ha la grave (ancora non siamo al redde rationem ma spero che presto...) responsabilità di aver tardato a prendere provvedimenti e di averlo fatto quando il virus era ormai deflagrato? Questo governo non è altro che una congrega di usurpatori arrivisti che se non approfittano di questa occasione tornano a "lavare i cessi" come giustamente disse qualcuno di Sua conoscenza...

Cheyenne

Mer, 27/05/2020 - 11:08

Beaufou mar, 17.16 perfettamente d'accordo, personaggi inutili, strapagati e assolutamente fuori dal mondo

Cheyenne

Mer, 27/05/2020 - 11:10

boccia è uno che se la batte con toninelli

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Mer, 27/05/2020 - 11:20

Il suo scritto è perfetto, ma tant'è quelle persone da lei indicate le abbiamo elette in parlamento noi italiani e dobbiamo farci carico dei nostri errori. Speriamo di non ripeterli alle prossime elezioni, quando finalmente qualcuno si deciderà, per amore di patria, a sciogliere il Parlamento. Per i Prefetti non siamo colpevoli noi cittadini, qualcuno li ha promossi a quegli incarichi, ma possono anche essere rimossi.

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Mer, 27/05/2020 - 11:26

@giovinap. "franato al primo urto"? Ma lei sa cosa sta scrivendo ? L Lombardia, incolpevole, è stata travolta per incertezze altrui nelle serie chiusure dei confini nazionali alle prime avvisaglie del contagio, da uno tsunami spaventoso e inaspettato, vuoi per l'elevato numero di residenti vuoi per la enorme mobilità lavorativa. Probabilmente qualche errore sarà stato commesso anche in Regione ma da qui ad affermare che è "franato" ce ne corre.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 27/05/2020 - 11:39

@giovinap - qualunque regione sarebbe franata dop oquell'urto, in special modo quelle del sud. Già franano senza virus, figurati.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 27/05/2020 - 11:40

Articolo di uno squallore incommensurabile, destinato ad una utenza di individui facilmente manipolabili e con un basso QI (eh si... proprio come Boccia e Castelli). Caro Sallusti, lei è liberissimo di contestare l'operato del governo e, al contrario, di esaltare le mirabolanti opere di Fontana e Gallera così come le impone la linea editoriale e politica di questo giornale, ma abbia almeno rispetto per i morti! Quando questa epidemia finirà (e finirà... con o senza l'aiuto di Fontana piuttosto che di Speranza) io stapperò lo spumante e brinderò assieme a tutti coloro che in Lombardia ci vivono e ci lavorano, "komunisti" o meno, altro che ironie tristi e deliranti come "Spiace dirlo, ma domenica in Lombardia davvero non è morto nessuno". Casomai sarà lei quel giorno a non poter brindare insieme a noi comuni mortali essendo impegnato a creare l'ennesima campagna d'odio da diffondere attraverso queste pagine.

Ritratto di Cali85

Cali85

Mer, 27/05/2020 - 11:55

Ad essere intellettualmente onesti è evidente che , La lombardia, rispetto al Veneto, qualche errore lo ha fatto perché è sotto gli occhi di tutti la differenza di sviluppo della epidemia nelle due Regioni. Ma da qui a farla diventare una condanna politica di tipo Nazista ce ne passa un bel pò. Proviamo ad immaginare se la stessa epidemia , con la stessa virulenza , fosse scoppiata a Prato, Roma oppure Napoli cosa sarebbe successo? Secondo me ci sarebbero stati 3 volte in più di morti e contagiati ma , purtroppo , non si potrà mai dimostrare per cui bisogna ascoltare questo continuo attacco , che è puramente politico , e credere che non sappiano che gli ospedali del Nord son per la metà occupati da ammalati provenienti da tutto il Sud dove , detto da loro, non capiscono una mazza e non hanno attrezzature adeguate!

Rossana Rossi

Mer, 27/05/2020 - 11:57

Questo è veramente uno s-governo di incapaci buffoni ma gli italiani sopportano tutto. Sono solo capaci di brontolare ma fanno un bel nulla per cambiare le cose specie quando vanno alle urne........

dambros

Mer, 27/05/2020 - 13:25

Caro direttore, la sintassi, la consecutio....... "ma che anche i prefetti si mettano..". L'imperfetto del congiuntivo (si mettessero) non sarebbe stato più gradito?! Senza rancore, anche se temo che non verrò pubblicato

mariolino50

Mer, 27/05/2020 - 13:31

I prefetti sono un lascito dei francesi, una volta si chiamavano prefetto di polizia, rispondono direttamente al ministro dell'interno e possono destituire i sindaci eletti dal popolo, con le regioni dovevano sparire, e restare solo le cariche elettive, forse anche per quelle funzioni, diciamo all'americana.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 27/05/2020 - 13:55

Dreamer - Fai onore al tuo nome: sogni e lo fai tanto bene da crederci.

LUCATRAMIL

Mer, 27/05/2020 - 14:27

Solo i gonzi posso pensare che il virus non circolasse in una metropoli internazionale come Milano prima di febbraio, con tutte le fiere che rendevano i treni d M1 inaccessibili per la calca: e poi il virus compare a Codogno, dove sono di più le vacche che i cristiani (con rispetto parlando)? chiaro che nessun sistema ospedaliero poteva resistere all'ondata. Però il sistema veneto si è mostrato miglieore per quanto riguarda la parte territoriale. In altri posti, con le barelle nei corridoi prima del virus è stata una fortuna (contento per loro) che non sia arrivata l'ondata che si è avuta qui. Poi, i politici si sono affidati ai medici, mica tanto uniformi nelle strategie per affrontare il virus. Dunque andiamoci piano con le colpe per chiunque.

peter46

Mer, 27/05/2020 - 14:29

E come no.Domenica 24/maggio tutto tranquillo in quel di Lombardia, niente decessi e niente positivi da contabilizzare.Non per niente le anagrafi comunali sono chiuse e nessun dato può essere dichiarato,ma... lunedì 25 ore 8:46,dati pubblicati su Milano Todaj,34 decessi e +148 nuovi positivi.Se poi alle 08:46 sono GIA' diffusi i dati che riportano i probabili decessi e nuovi positivi che avverranno in tutta la giornata e non quelli del giorno precedente,solo ....... può abboccare.Certo...però domenica è calato il numero dei positivi e deii ricoverati in terapia intensiva giornaliero...ma la tragedia era continuata.Come lunedì,martedì e...si spera proprio che la smetta x dare na mano soprattutto a fontana che alla vista sembra proprio 'depresso',tanto 'depresso'.

peter46

Mer, 27/05/2020 - 14:44

Antonio4747...chi vorresti prendere in giro oltre te stesso?E se anche Leonida55 non ti segue nel 'franamento' che,anche se con giustificazioni, lui stesso ammette?Leggi il mio labiale:il Veneto è franato?Come la Lombardia e pur avendo più o meno simili 'caratteristiche' lavorative?Non è franato a quel che risulta.Quindi Zaia aveva scelto un assessore alla sanità,che a sua volta ha saputo scegliersi un 'consulente' sanitario di più spessore di quello scelto da Fontana,e l'incompetenza e la bausciaggine non l'hanno fatta da padrona come in Lombardia.Punto.E la commissione d'inchiesta prossima a venire non potrà che confermarlo malgrado la 'raccomandazione' chiesta dalla lega a Renzi.

Atlantico

Mer, 27/05/2020 - 14:48

La Lombardia non c'entra un bel nulla, qualunque italiano sa che è la regione locomotiva d'Italia nell'economia, nella cultura, nel volontariato. Altra cosa è il 'modello lombardo' della sanità, sul cui altare, da Formigoni a Maroni per finire a Fontana si è distrutta la sanità pubblica ( vedere su YouTube le dichiarazioni di Giorgetti, secondo molti la migliore mente della lega: "Nessuno va più dal medico della mutua, la gente cerca i sintomi su Internet e poi si fa la diagnosi da sola .... " ) e azzerato il livello territoriale presidiato dai medici di base. D'altronde, ormai sono decine le denunce ( per iscritto ) formulate da medici, associazioni di medici lombardi, infermieri, dipendenti di ospedali, case di cura e RSA ecc. che hanno dato origine a diverse inchieste in corso ( l'altro ieri ne ha aperta un'altra la Procura di Bergamo ). Prima o poi le inchieste finiranno e allora sarà difficilissimo 'difendere' certi personaggi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 27/05/2020 - 14:49

dlux: dopo il concorso "bananino d'oro" che premia la battuta più scontata e prevedibile ("...e la Boldrini non dice niente?") ho deciso di istituire il premio "bananino DOC", per tutti coloro che si rivolgono a me con la spassosa battutona "continua a sognare" o simile pensando di scrivere qualcosa di originale. Tu sei il primo ad aggiudicarsi l'ambito premio. Complimenti!

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 27/05/2020 - 15:30

Dreamer - Lungi da me il voler essere originale: è che tu sei peggio delle calamite. Non è mica obbligo che tu scriva sempre le tue amenità (avrei voluto scrivere altro termine, ma la netiquette...)...

gedeone@libero.it

Mer, 27/05/2020 - 16:19

#Atlantico, non so lei di dove sia, ma i Lombardi si tengono la loro sanità che è la migliore d'Italia ed una delle prime in Europa. Lei si tenga la sua.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/05/2020 - 16:45

antonio 4747, certo la colpa è di altri non di sala che faceva il "gran tour culinario pro cinesi" non di fontana che non voleva chiudere nulla non di gallera che continuava a "recitare" va tutto bene madama la marchesa! ma è colpa del governo di roma per che la sanità della regione lombardia è guidata e diretta dal governo di roma. smettetela di frignare e datevi da fare!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/05/2020 - 16:52

leonida55 i politici delle regione del sud hanno subito capito il problema e lo hanno arginato(noblesse oblige)cosa che non hanno fatto i vostri padri della pa... tania che sono un tantinello lenti a comprendere! a proposito tu da quale regione del sud o isole provieni?

Atlantico

Mer, 27/05/2020 - 17:23

gedeone, a parlare di cose che non si conoscono ma sono interpretate, da lei, con gli occhiali dell'ideologia, si rischiano magrissime figure. Zaia è dello stesso partito di Fontana ma le cose sono andate in modo molto diverso. nel Veneto. Non ci aveva fatto caso, gedeone ?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 27/05/2020 - 17:53

dlux: in effetti non mi illudo che qualcuno possa ribadire alle mie "amenità" con argomentazioni intelligenti ma diamine... un minimo di originalità male non farebbe. Per le "originali" battute da una riga scarsa ho già a disposizione la mia cara ziapippa1951.

Atlantico

Mer, 27/05/2020 - 19:02

@Gedeone, io vivo a Milano

gedeone@libero.it

Gio, 28/05/2020 - 15:38

Atlantico, Nel suo commento delle 17,23, lei era davanti allo specchio e vedeva la sua immagine riflessa.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 28/05/2020 - 16:03

Non c'è che dire ... i migliori ominidi vivono e prosperano beati nelle zone boscate e scevre da inquinamento ... finché il sedicente Homo Sapiens non si industria a rovinare il tutto.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 28/05/2020 - 16:12

Certe "onorificenze" e titoli, vedi vitalizi medaglie e honoris causa, in auge nei periodi di "diritto divino" sono stati perpetuati con Carta Costituzionale del 1948 quando taluni estensori nell'ebbrezza della ritrovata libertà e nell'apoteosi del "primus inter pares" hanno perso il concetto di "uomo fra gli uomini"