Cruz giardiniere prezioso, Guberti senza alternative

I numeri della sua carriera parlano da soli: tra Banfield, River Plate, Feyenoord, Bologna, Inter e Nazionale ha collezionato 512 presenze, realizzando 191 gol. Sono 76, invece, le reti siglate nel campionato di serie A. È sicuramente Julio Cruz, il pluricampione d’Italia con i nerazzurri, l’acquisto più importante dell’ultimo mercato della Lazio. «El Jardinero» non è uno che si fa certo pregare per metterla dentro, ma ha una filosofia che ben si sposa con il progetto tattico di Ballardini: giocare per la squadra perchè un calciatore non può vincere da solo. Strappato con abilità ai cugini della Roma (contratto di un anno a 1,6 milioni di euro con opzione per il secondo, mentre il club giallorosso gli offriva solo un accordo di 12 mesi), è diventato subito un idolo dei tifosi, ma fondamentalmente è la prima punta longilinea che mancava nella rosa del presidente Lotito. Il suo impiego (l’argentino dovrebbe alternarsi con Rocchi come seconda punta) favorirà sicuramente il gioco offensivo della Lazio e garantirà un ottimo appoggio all’estro del connazionale Zarate.
È facile invece il compito di scegliere il migliore acquisto della Roma, che è anche di fatto l’unico, se si escludono dei cavalli di ritorno: Stefano Guberti. L’esterno offensivo sardo che ha esordito in serie A con la maglia dell’Ascoli nella stagione 2006-07 e che la scorsa stagione ha concretamente contribuito alla promozione in serie A del Bari è giunto alla corte di Spalletti grazie al fatto di essere a costo zero. Una circostanza che non diminuisce la valenza tecnica di un giocatore che potrebbe rivelarsi prezioso per la squadra giallorossa, grazie alla sua duttilità tattica, alla sua velocità, alla sua buona tecnica e alla sua confidenza con il gol (l’anno scorso in Puglia ne ha realizzati nove). Spalletti ha mostrato di voler puntare forte sull’ex barese che a 25 anni sembra intenzionato a giocarsi al massimo la sua grande occasione in una squadra di prima fascia. Certo è che i tifosi giallorossi sperano di poter presto aggiungerne qualcun altro all’unico nome presente alla voce nuovi arrivi: il primo potrebbe essere Nicolas Burdisso, il centrale difensivo dell’Inter. Ieri il suo agente ha dato l’accordo vicinissimo. Questione di dettagli.

Commenti