Gli angeli guerrieri e il coraggio delle idee

"Ali" di Andrea B.Nardi, il bene e il male al tempo delle Torri Gemelle

Se cercate un libro di moda, di quelli che si leggono perché così fan tutti, non comprate "Ali". Se vi piacciono i personaggi carini, le storie che fanno piangere- o ridere, è lo stesso - ,rivolgetevi altrove. Ma se avete voglia di confrontarvi con uno scrittore che prende la vita sul serio, allora Andrea B. Nardi fa per voi. Purchè siate pronti a superare degli ostacoli: a cominciare dalla natura dei personaggi. Angeli, ma niente a che vedere con la new age: questi sono spiriti combattenti. Come lo è il loro autore, che non ha paura di scegliere argomenti fuori dagli schemi: l'ha già fatto con gli esordi della cristianità al concilio di Nicea in Ecce Deus. Ora quel mondo così come lo conosciamo potrebbe finire, bruciato nelle ceneri dell'11 settembre: e devono pensarci gli angeli. Come Sebastiano, Zariele, Rouge: spiriti in forma umana - il sesso, si sa, non conta - , ieratici come sculture gotiche e guizzanti come guerrieri manga. A cui finora, è bastato stare in mezzo agli uomini per far da filtro all'orrore, o almeno alla maggior parte. Non dalla totalità, è ovvio. E ora che il male sembra avere preso il sopravvento sul bene, davanti alle Torri Gemelle in fiamme, arriva la domanda scandalosa, quella che gli angeli finora sopportavano dagli uomini, e che ora riconoscono: Signore, perché? E se non rispondi, che bisogno abbiamo di Te? Anticipare le conclusioni di questa ricerca sarebbe come svelare il finale di un giallo, e non lo farò. La cosmogonia di Nardi, sofferta quanto eterodossa, vale una lettura senza pregiudizi. Come si merita uno scrittore che ha il coraggio delle sue idee, impegnato a difendere la democrazia, la ragione illuminista e la carità cristiana contro oscurantismo e fondamentalismo tirannico. Concetti forti per una scrittura che vola alto: l'autore è uomo di letture, e si sente. Ma anche un appassionato di cinema: e si vede.

"Ali" di Andrea B. Nardi
Edizioni Parallelo 45
www.parallelo45edizioni.com

Commenti