"Etica ed estetica al lavoro" alla Biennale di Bologna

Fino al 19 novembre, sarà possibile avventurarsi in un percorso espositivo particolare, nei palazzi e musei del centro storico

“Etica ed estetica al lavoro” è il titolo della terza edizione della Biennale di fotografia e dell’industria e del lavoro, promossa al Mast di Bologna. Quattordici mostre (aperte gratuitamente) in tredici sedi del centro storico cittadino, più una allestita nella PhotoGallery del Mast. Fino al 19 novembre, sarà possibile avventurarsi in un percorso espositivo particolare, nei palazzi e musei del centro storico. I protagonisti sono 14 fotografi, scelti dal direttore artistico François Hébel. Due mostre sono curate da Urs Stahel, una dedicata a Thomas Ruff al MAST (aperta fino al 14 gennaio 2018) e l’altra a Carlo Valsecchi all’Ex Ospedale degli Innocenti. Un’occasione per poter vedere le opere di grandi nomi della fotografia che si sono cimentati sul tema del lavoro in tutte le sue forme. Tra questi: Thomas Ruff, Joisef Koudelka, Lee Friedlander, Mitch Epstein, Joan Fontcuberta, Alexander Rodchenko, Mimmo Jodice, John Myers, Michele Borzoni, Marten Lange, Vincent Fournier, Mathieu Bernard-Reymond, Yukichi Watabe, Carlo Valsecchi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.