Curiosità Dalla ciribiciaccola alla fonderia Barigozzi

La cripta è stata chiusa per ragioni di sicurezza

La campana più antica di Milano è quella che sta sotto la «ciribiciaccola» ovvero la torre dell'abbazia di Chiaravalle. È in stile gotico, ha un diametro di 80 centimetri, risale al 1400 e venne fusa direttamente sul posto.
Le campane sono fatte per l’80 per cento di rame e per il rimanente 20 di stagno. Quando in passato venivano fuse nelle vicinanze dei luoghi di culto, le signore e le nobili gettavano monili d'oro nella fusione perché si riteneva che l'oro ne avrebbe aumentato la sonorità. A Milano, dal 1878 al 1975, operò la fonderia specializzata dei fratelli Barigozzi. Era in via Thaon di Revel al civico 21, non lontano da Piazzale Segrino, in quello che oggi è il quartiere Isola. Spazi e attrezzature di lavoro sono ancora lì, visibili nel museo della ditta. Ma le curiosità non si esauriscono qui: per esempio non tutti sanno che le campane del Duomo sono tre. La maggiore è in La bemolle calante (Lab2) ed è intitolata alla Vergine Maria. Questo «campanone» ha un diametro di 212 centimetri. Venne fusa nel 1582 e benedetta dall’arcivescovo Carlo Borromeo nel Seicento.
La campana mezzana (nota Si 2) è dedicata invece al patrono della città Sant’Ambrogio. Questa campana ha un diametro di 176 centimetri e venne fusa nel 1577. La campana minore (nota Mi bemolle calante) è dedicata, infine, a San Barnaba. Quest’ultima campana è stata fusa nel 1515, ed ha un diametro di 128 centimetri.