La D’Amico premiata per il suo «Exit» Domani faccia a faccia tra Feltri e Santoro

Genova Michele Santoro, Angelo Panebianco, Ilaria D’Amico e Costanza Calabrese sono i vincitori della quinta edizione del «Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la Cultura». I giornalisti saranno premiati domani sera di fronte al pubblico in piazza Caprera nella cittadina del levante ligure.
Tutti hanno confermato la partecipazione e, nel salotto all’aperto della riviera, saranno presenti, coordinati dalla giornalista de La Stampa e nobildonna Fiorella Minervino, i rappresentanti della giuria composta da Vittorio Feltri direttore de il Giornale, Gianni Riotta direttore del Sole24ore, Paolo Mieli ex direttore del Corriere della Sera e attuale presidente di Rcs Libri, Marcello Sorgi, editorialista ed ex direttore de La Stampa e del TG1, Emilio Fede direttore del Tg4, Gianluigi Gabetti presidente onorario di Exor holding della famiglia Agnelli, Dino Cofrancesco professore di Storia del pensiero politico ed editorialista del Secolo XIX, Renzo Cianfanelli inviato a New York di testate nazionali.
Nelle passate edizioni il premio era andato a personaggi del calibro, fra gli altri, di Sergio Romano, Ernesto Galli Della Loggia, Massimo Gramellini, Michelle Hunziker, Aldo Grasso, Luca Ricolfi, Monica Maggioni e Ilvo Diamanti.
Tra premiati e giurati è previsto un confronto su temi d’attualità che si preannuncia interessante e coinvolgente anche perché potranno essere rivolte domande anche dalla platea. Nel salotto della «piazza» domani alle 21 è in programma il saluto delle autorità, alle 21,15 la premiazione dei vincitori. Il conduttore di Annozero Michele Santoro riceverà il «Premio Nicola Abbagnano», il politologo e saggista Angelo Panebianco il «Premio nazionale stampa», la brava conduttrice del programma Exit su La7 Ilaria D'Amico, molto apprezzata da Feltri e da altri giurati per la sua professionalità, il «Premio nazionale Tv», la giovane cronista Mediaset Costanza Calabrese il «Premio nazionale giovani».
Dalle 21,30 si darà il via alla raffica di domande e soprattutto all’attesissimo «faccia a faccia» tra Vittorio Feltri e Michele Santoro, seguito da quello tra Paolo Mieli e Angelo Panebianco.
«Quest’anno si è scelta una formula differente - spiega il sindaco di Santa Margherita Ligure Roberto de Marchi - perché dal parco di Villa Durazzo il premio scende in piazza assumendo anche una veste serale per accogliere un più ampio pubblico e soprattutto per avvicinare alla cultura i cittadini e i turisti». «Il Premio - aggiunge l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Angelo Berlangieri - è un concreto esempio di come una meta turistica ligure di livello internazionale voglia, riuscendovi in maniera straordinaria, caratterizzarsi e farsi conoscere allargando il concetto di accoglienza e ospitalità a un’iniziativa di assoluto spicco nel campo della comunicazione, dell’economia, dell’informazione come questa. La formula della piazza, anziché del parco, è il segnale di come la voglia di crescere sia anche di tutta la comunità sammargheritese».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti