Cristian, Marco e Nadia: chi sono gli italiani morti

La Farnesina ha contattato le famiglie dei 9 italiani uccisi nell'attentato di Dacca. Ecco i loro volti

Cristian, Marco e Nadia: chi sono gli italiani morti

Sono nove gli italiani morti nell'attacco avvenuto in un ristorante del quartiere diplomatico di Dacca, in Bangladesh, dove ieri otto terroristi hanno ucciso 20 persone. All'interno del ristorante, l'Holey Artisan Bakery, c'erano almeno dieci nostri connazionali. Uno di loro, l'imprenditore Gian Galeazzo Boschetti, è riuscito a scappare. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha detto che una decima persona "potrebbe essersi resa irreperibile o essere tra i feriti". La Farnesina intanto nella notte ha informato le famiglie delle vittime e ha comunicato i loro nomi. Ecco chi sono:

Nadia Benedetti

Nadia Benedetti, lavorava nel settore tessile e dell'abbigliamento alle dipendenze della Studio Tex Limited, azienda con sede in Inghilterra, a Londra e con una sede anche a Dacca. Era originiaria di Viterbo. Sua nipote, Giulia Benedetti l'ha ricordata così su Facebook: "Non c'è più: non la rivedremo più, non parleremo, non commenteremo i colori delle magliette da produrre, mio padre non la andrà più a prendere all'aeroporto, non andremo a cantare insieme come ci eravamo ripromesse. 'Non c'è più' ripete mio padre. Un branco di bestie ce l'ha portata via. Aveva vissuto in Italia, Kenya, Bangladesh e non si era mai fermata. Neanche nei momenti più difficili". Poi l'appello a tutti gli amici e parenti viterbesi: "Non dimenticate, non lasciate che si perda il suo ricordo, non dimenticate cosa è successo, non permettete a questi pazzi di commettere altre stragi, non lasciate che vincano loro. Colgo l'occasione per esprimere la nostra vicinanza ai famigliari di tutte le vittime, e ai sopravvissuti alla tragedia. Ci mancherai zia, ci mancherete tutti"

Cristian Rossi

Cristian Rossi, padre di due gemelle di tre anni. Giovedì sarebbe dovuto tornare in Italia, ma ha posticipato il rientro. Aveva avvisato la famiglia, che sapeva anche della cena nel locale del quartiere diplomatico di Dacca. Lavorava in proprio con la Fibres srl, società di consulenza e intermediazione nel settore dell'abbigliamento.

Marco Tondat

Marco Tondat, padre di una bambina di sei anni. Collega di Cristian Rossi, era un imprenditore nel settore tessile, lavorava per la Studio Tex Limited. Originario di Cordovado (Pordenone).

Claudia D'Antona

Claudia Maria D'Antona, torinese e managing director della Fedo Trading, un’azienda italiana del tessile operante in Bangladesh da più di 14 anni. Sarebbe la compagna di Gianni Boschetti, uno dei sopravvissuti all’attacco terroristico.

Adele Puglisi

Adele Puglisi, imprenditrice nel campo dell'abbigliamento. Aveva fissato il rientro a casa per questa mattina. Era di Catania.

Simona Monti, aveva 33enne ed era di Magliano Sabina. Viveva da tempo a Dacca e lavorava per un'azienda di tessuti locale.

Vincenzo D'Allestro

Maria Rivoli

Claudio Cappelli

Tag

Commenti