Delegazione Usa in Italia per «copiare» il Frecciarossa

Rappresentanti del Congresso, del Senato, dei ministeri e delle Ferrovie Usa in visita alle linee e agli impianti dell'Alta velocità italiana. Sullo sfondo, il piano di Obama da 8 miliardi di dollari per le ferrovie statunitensi

Una delegazione americana delle commissioni trasporti del Senato e della Camera dei Rappresentanti (Congresso), del ministero dei trasporti e della Federal railroad administration è in Italia per incontri tecnici e di approfondimento con rappresentanti delle Ferrovie dello Stato e delle società del gruppo Finmeccanica (Ansaldo Sts e Ansaldo Breda). Obiettivo della missione è acquisire informazioni sui migliori sistemi AV europei, in particolare sul sistema Alta velocità/Alta capacità italiano.
I parlamentari e i rappresentanti del governo americano, partiti oggi da Milano, hanno raggiunto Bologna a bordo del «Frecciarossa». Nel corso del viaggio hanno potuto apprezzare le tecnologie e le infrastrutture della nuova linea AV/AC e le potenzialità del convoglio viaggiando in cabina di guida.
Nel capoluogo emiliano hanno visitato la sede dell'Apparato centrale computerizzato (ACC), uno dei sistemi di massimo livello tecnologico per il controllo e la gestione della circolazione ferroviaria. Nella "Torre di controllo", attraverso tecnologie informatiche di ultima generazione, gli operatori gestiscono il traffico ferroviario - linee AV/AC, convenzionali e regionali - in entrata e in uscita dal più importante nodo ferroviario d'Italia.
Domani a Roma, nella sede di Piazza della Croce Rossa, la delegazione incontrerà rappresentanti delle Ferrovie dello Stato. Quindi effettuerà un sopralluogo a Termini per osservare le opere di riqualificazione e sviluppo commerciale del Terminal capitolino.
La missione della delegazione americana ha un'importanza significativa per il gruppo Ferrovie dello Stato, in quanto avviene a pochi mesi dalla presentazione da parte del presidente americano Barack Obama del Piano per lo sviluppo, anche negli Stati Uniti, di una rete ferroviaria ad Alta velocità. Un piano che prevede 8 miliardi di dollari di investimento in due anni.

Commenti