Delusione Parrinello, Podda vince per ko

MilanoUna vittoria e una sconfitta. Questo il bilancio in chiaroscuro della seconda giornata dei quindicesimi Campionati del mondo di pugilato che stanno infiammando Milano. Dopo i successi di Picardi, Vangeli e Cammarelle, ieri la pattuglia azzurra ha perso il primo elemento: si è fermata la corsa verso l’iride del peso gallo Vittorio Parrinello, che nella sessione mattutina è stato sconfitto dal tedesco Denis Makarov con il punteggio di 8-5 al termine di un incontro che ha spesso visto il casertano in affanno. Troppi i 5 punti di parziale subiti dalla medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Pescara nella fase centrale della seconda ripresa. Un divario che ha reso impossibile ogni ipotesi di rimonta, peraltro suggellata da due punti di penalità inflitti dall’arbitro al tedesco, bravo nel mantenere le distanze fino al gong finale. «È stato un match difficile - il commento deluso dell’azzurro - purtroppo non sono riuscito a presentarmi al 100% della forma. Mi dispiace molto perché mi sono impegnato al massimo per il mondiale».
La spedizione azzurra nel pomeriggio ha salutato la sonora vittoria del medio Luca Podda, che ha regolato lo spagnolo Jimenez in due round scarsi. Il primo parziale è terminato 7-2, ma Podda non si è fermato e nel secondo tempo ha costretto l’iberico al quarto conteggio, spingendo l’arbitro a interrompere il match in anticipo. Superato l’ostacolo Jimenez, tornerà sul quadrato sabato pomeriggio contro il canadese Steve Rolls in un match che si preannuncia fin d’ora molto acceso.