Accendere un mutuo online: ecco cosa c'è da sapere

Fra le varie possibilità proposte ai clienti, c'è anche quella di stipulare un contratto di mutuo da remoto. Le differenze rispetto a quanto viene effettuato fisicamente in banca sono davvero minime

Accendere un mutuo online: ecco cosa c'è da sapere

Fra le varie possibilità offerte per accendere un mutuo, esiste oggi anche quella di stipulare online un contratto con gli istituti di credito. Sta alle persone, quindi, trovare la scelta più conveniente, anche in termini di rimborso.

Come districarsi fra mutui e tassi di interesse

Tramite mutuo, due soggetti, il mutuante (la parte che concede la somma) ed il mutuario (il beneficiario, che dovrà poi riconsegnare quanto avuto), si accordano per una determinata cifra, o beni fungibili, che saranno poi restituiti con l'aggiunta degli interessi. A regolare il tutto è l’art. 1813 del c.c. Il mutuo, come stabilito dal codice civile, può essere a titolo gratuito o oneroso, anche se nella maggior parte dei casi ci troviamo di fronte alla seconda soluzione: chi riceve del denaro, ha poi l'obbligo di restituire la somma con anche gli interessi. Da qui l'importanza di comprendere cosa è il tasso di interesse.

Con tasso di interesse si intende quella percentuale calcolata sul denaro ricevuto che corrisponde agli interessi sul mutuo. Nei contratti è possibile trovare sia un tasso fisso che variabile, ed ogni clienti è tenuto a scegliere quale delle due ozioni sia più conveniente. Entrambi, infatti, hanno dei pro e dei contro. Il tasso variabile, ad esempio, ha una percentuale minore di interessi durante la prima fase, ma resta sottoposto alla fluttuazione dei mercati finanziari (conviene, in sostanza, a chi deteniene una buona capacità di reddito), mentre il tasso fisso ha una percentuale di interesse stabile, che non rischia di avere variazioni, ma solitamente il suo interesse è maggiore rispetto a quello del tasso variabile.

Il tempi di restituzione di un mutuo, infine, sono molto vari. Si passa da mutui della durata di 10 anni, fino ad arrivare anche a 30 o 40 anni. Più estesa è la durata del mutuo, maggiori saranno il tasso di interesse e la somma da restituire.

La scelta del muto online

Col progredire della tecnologia, è ora possibile accendere un mutuo anche online. Non è infrequente, infatti, trovare istituti di credito che offrono questo genere di servizi.

Stipulare un contratto di mutuo via web non è affatto difficile per chi ha un po' di dimestichezza: da casa è possibile ottenere un preventivo con il proprio mutuo personalizzato dalla banca prescelta, e poi procedere con la stipulazione del contratto. In poco tempo, dunque, si ottiene la cifra pattuita.

Del resto le procedure, pur se svolte online, restano le medesime di quelle seguite quando si stipula un contratto di persona. Le differenze sono davvero minime, basta inviare tutta la documentazione richiesta tramite posta elettronica o upload dei documenti.

Commenti