Aeroporti sostenibili, Sea anticipa di vent'anni i traguardi Ue

Confermato l'impegno a raggiungere l’obiettivo del livello di emissioni nette di CO2 pari a zero nel 2030 rispetto al 2050 durante il secondo summit di Aci Europe, l’Associazione dei gestori aeroportuali europei. Brunini: "Attraverso un adeguato supporto politico, la ricerca, gli investimenti, decarbonizzeremo completamente le nostre operazioni a Malpensa e Linate"

Aeroporti sostenibili, Sea anticipa di vent'anni i traguardi Ue

Sea Aeroporti di Milano punta sulla sostenibilità confermando il proprio impegno per anticipare il raggiungimento dell’obiettivo del livello di emissioni nette di CO2 pari a zero nel 2030 rispetto al 2050. Scelta strategica di sviluppo e crescita green per Milano Malpensa e Milano Linate annunciata durante il secondo summit di ACI Europe, l’Associazione dei gestori aeroportuali europei, insieme ad altri 91 aeroporti europei, ed è coerente con gli investimenti già avviati per la riduzione dell’impatto ambientale.

Si tratta di un nuovo importante traguardo che darà un ulteriore impulso all’ ambizioso piano annunciato dall'Unione Europea di ridurre i gas a effetto serra del 55% entro il 2030. L'impegno per ridurre a zero le emissioni di CO2 vede coinvolti i principali scali europei già dal 2019 e rappresenta la sfida sostenibile più ambiziosa per tutta l’industria aeroportuale. Nonostante l’impatto devastante che la pandemia da Covid 19 ha avuto sul settore aereo, la community aeroportuale europea ha riconfermato la volontà di raggiungere zero emissioni entro il 2050. Con adesione che aumentano - 24 le nuove - che portano a 235 gli aeroporti europei impegnati a raggiungere zero emissioni entro il 2050.

“Nel corso degli anni abbiamo investito in modo significativo sulla sostenibilità ed è nostra intenzione continuare su questa strada che ci permetterà di raggiungere il livello di emissioni nette di CO2 pari a zero - spiega Armando Brunini, ceo di Sea Aeroporti di Milano -. Dal 2009 Sea sta lavorando per ridurre le emissioni di carbonio e siamo certificati al livello neutralità 3+ del programma Airport Carbon Accreditation. Anche se la crisi a livello sanitario ha colpito duramente il nostro settore, l'emergenza climatica rimane una priorità assoluta e continueremo a fare la nostra parte per rendere sempre più sostenibili i nostri aeroporti”.
“Raggiungere zero emissioni entro il 2030 non è una promessa che prendiamo alla leggera. Siamo fiduciosi che attraverso un adeguato supporto politico, il contributo della ricerca, degli investimenti, saremo in grado di decarbonizzare completamente le nostre operazioni aeroportuali“, conclude Brunini.

"Gli aeroporti europei hanno portato avanti per oltre un decennio iniziative sostenibili con importanti risultati, 170 di loro hanno ottenuto la certificazione climatica secondo lo standard Airport Carbon Accreditation - sottolinea Jost Lammers, presidente di Aci Europe, ceo e presidente dell'aeroporto di Monaco -. Il rilancio dell'impegno di raggiungere emissioni nette di CO2 pari a zero, durante la crisi più grave mai vista nei tempi moderni dimostra che l'industria aeroportuale si sta allineando con l'ambizione dell'UE di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, integrata nel Green Deal europeo, come parte dello sforzo globale per affrontare l'emergenza climatica. Vorrei congratularmi con gli aeroporti gestiti da Sea aeroporti di Milano per aver alzato ulteriormente l'asticella e mirato a raggiungere l'obiettivo vent'anni prima, aiutando l'obiettivo dell'Ue sul clima a diventare una realtà".