Tra 15 giorni c'è una batosta: arriva già la vera patrimoniale

Mentre la politica discute di patrimoniale, l'unica certezza è la scadenza della seconda rata Imu il prossimo 16 dicembre. Nessuna proroga all'orizzonte nonostante la pandemia. "Andrà pagata, chissà con quali soldi"

Altro che risparmi, tra poco più di due settimane gli italiani saranno chiamati a pagare la seconda rata dell'Imu, una sorta di patrimoniale: scadrà infatti il 16 dicembre il termine ultimo per la tassa sull'Imposta municipale unica. Ma, in tempi di pandemia, c'è giustamente chi storce il naso.

"Con quali soldi?"

"Mentre la politica si occupa della patrimoniale che non c'è (quella proposta da una parte del Pd e Leu), il prossimo 16 dicembre dovrà essere pagata la seconda rata 2020 della patrimoniale che c'è, vale a dire l'Imu", ha affermato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa. "Si tratta, lo ricordiamo a coloro i quali sembrano dimenticarlo, di un'imposta che pesa per ben 22 miliardi di euro l'anno e che colpisce le famiglie, il risparmio diffuso, la voglia di investire nell'Italia anziché indirizzare altrove i frutti del lavoro. Riguarda case, negozi, uffici, terreni.

Il Governo nazionale non ne vuole sapere nè di abolirla nè, quantomento, di posticiparla. Si parlava anche di una possibile riduzione, secondo quanto proposto dall'opposizione, ma per il momento tutto tace. Ed il danno per chi si trova in difficoltà da mesi sarà molto alto. "Dovrà pagarla anche chi ha l'immobile sfitto, chi lo ha inagibile, chi non riceve il canone da mesi, chi addirittura si è visto requisire l'abitazione o il locale dallo Stato attraverso il blocco degli sfratti", sottolinea Spaziani Testa.

Nelle ultime ore esponenti della maggioranza sarebbero contrari a qualsiasi ipotesi di patrimoniale ma, per il momento, le parole non hanno seguito nei fatti. "Coerenza vorrebbe che questa posizione fosse accompagnata da qualche riflessione sull'Imu, magari sulla scorta della proposta dell'opposizione di ridurla del 30%. Invece, nulla, tutto tace. E il 16 dicembre la patrimoniale andrà pagata, chissà con quali soldi", incalza il presidente di Confedilizia.

"Contrari a qualsiasi patrimoniale"

Dall'opposizione si alza la voce del deputato Andrea Mandelli, capogruppo di Forza Italia in Commissione Bilancio, che dichiara tutta la contrarietà a "qualsiasi patrimoniale. A quella ventilata da un emendamento alla manovra, e che ci auguriamo non debba mai vedere la luce, e a quella che, come giustamente rilevato da Confedilizia, già grava sugli immobili degli italiani sotto forma di Imu".

A ridosso del Natale, 22 miliardi di euro richiesti agli italiani, in un momento di così grave difficoltà, potrebbe dare la mazzata definitiva anche ad un minimo di serenità natalizia. "Colpire il mattone è un vecchio vizio della sinistra che oggi più che mai dimostra tutti i suoi limiti: si parla di 22 miliardi tolti all'economia reale, alla possibilità di investire, a quei consumi che tanto stanno stentando anche a ridosso del Natale. Il risparmio degli italiani, anche quello investito nel mattone, non è nella disposizione del governo", conclude Mandelli.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

carlo196

Lun, 30/11/2020 - 18:32

Ma la vogliamo smettere di lamentarci per l'IMU visto che in primo luogo non si paga sulla prima casa e sulle altre influisce molto meno che negli altri Paesi occidentali. Io devo ringraziare Berlusconi che abolendo l'ICI sull'abitazione principale che influiva ben poco ha costretto un inasprimento sulle seconde case. Esempio, io pagavo per un piccolo appartamento di vacanza quando c'era l'ICI 55 euro/anno, ora come IMU, la bellezza di 188 euro/anno.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 30/11/2020 - 18:37

L'Africa ha fame. Specie quando approda ai nostri lidi.

DRAGONI

Lun, 30/11/2020 - 18:43

CON LE TREDICESIME DEI NONNI!!!

Enne58

Lun, 30/11/2020 - 18:49

Un bel problema per molti, tranne per chi lo stipendio ce l'ha anche senza lavorare. I famelici non mollano, vogliono comunque la prebenda

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 30/11/2020 - 18:53

#carlo196- 18:32 Il tuo ragionamento non fa una grinza. Peccato che il genio bocconiano abbia, a suo tempo, triplicato il balzello a carico delle seconde case. Con l'assenso, questo sì, del Grande Statista.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Lun, 30/11/2020 - 18:55

Mi parrebbe sensata la proposta uscita in questi giorni, ma subito bocciata, di sostituire l'Imu che va a colpire anche minimi patrimoni con una patrimoniale sopra i 500.000 euro a salire. In tal caso non pagherebbero i patrimoni immobiliari sotto i 500.000 euro.

upwithrich

Lun, 30/11/2020 - 19:04

Peccato che l'IMU non si paghi sulla prima abitazione, peccato che la cifra venga stabilita dal Sindaco, e soprattutto peccato che la "patrimoniale" sia stata creata nel 2011 dal Governo Berlusconi/Lega/FdI. Ma la vera domanda è un'altra: perchè i sindaci di centrodestra non si rifiutano di incassarla?

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 30/11/2020 - 19:07

negli stati uniti capitalismo moderno sulla casa pagano una patrimoniale molto più alta.

amicomuffo

Lun, 30/11/2020 - 19:25

pensate a tutti quelli che purtroppo hanno ricevuto in eredità stamberghe, di cui non riescono a liberarsi...malediranno in eterno!

Helter_Skelter

Ven, 04/12/2020 - 18:13

Metterei una tassa sulle fake news. In breve tempo verrebbero risanate le casse dello stato.