Autogrill, aumento di capitale: conclusa in anticipo l’offerta in Borsa

Durante il periodo di offerta in opzione, dal 14 al 29 giugno, sono stati esercitati 249,11 milioni di diritti di opzione per la sottoscrizione di 129,537 milioni di nuove azioni

Autogrill, aumento di capitale: conclusa in anticipo l’offerta in Borsa

Autogrill Spa ha comunicato, attraverso una nota, che, nell’ambito dell’offerta sul mercato telematico azionario organizzato e gestito da Borsa italiana Spa, sono stati venduti, nel corso della prima seduta che si è tenuta ieri, tutti i 2.107.375 diritti di opzione non esercitati al termine del periodo di opzione. Si è concluso il periodo per l'esercizio dei diritti di opzione relativi all'offerta di massime 130.633.542 azioni ordinarie Autogrill di nuova emissione rivenienti dall'aumento di capitale a pagamento, in via scindibile, per un importo massimo - comprensivo di sovrapprezzo - di 599,607 milioni di euro, deliberato dal Cda l'8 giugno scorso. Durante il periodo di offerta in opzione, dal 14 al 29 giugno, sono stati esercitati 249,11 milioni di diritti di opzione per la sottoscrizione di 129,537 milioni di nuove azioni, pari al 99,16% del totale delle nuove azioni, per un contro valore complessivo pari a 594,578 milioni di euro. I diritti inoptati sono pari allo 0,84% del totale delle nuove azioni. Potranno essere usati per la sottoscrizione di nuove azioni a 4,59 euro ognuna, nel rapporto di 13 azioni per ogni 25 diritti inoptati acquistati.

Autogrill è una delle più grandi aziende al mondo specializzata nella ristorazione in viaggio. In Italia è famosissima, tanto che si usa comunemente il termine autogrill per definire un'area di sosta attrezzata con un ristorante, sebbene questo sia, in realtà, il marchio dell'azienda Autogrill. Sulle autostrade italiane Autogrill è leader indiscussa come presenze, anche grazie al legame con la società Autostrade. Negli anni gli Autogrill sono diventati una componente immancabile delle stazioni di servizio. In particolare hanno fatto storia i cosiddetti autogrill a ponte, che si estendono al di sopra dell'autostrada e consentono di servire entrambe le direzioni. La nascita di questa originale struttura architettonica è negli anni Sessanta, ad opera di ingegneri della Pavesi, della Motta e della società Autostrade. Proprio a Pavesi, Motta e ad Alemagna, marchi storici della ristorazione italiana, si deve la nascita di Autogrill.

Alla fine degli anni Settanta, infatti, i settori della ristorazione di questi gruppi sono stati acquisiti dalla Sme, controllata dall'Iri, e fusi insieme in Autogrill Spa Successivamente, negli anni Novanta, Autogrill è stata privatizzata, passando nelle mani della famiglia Benetton. Negli anni Autogrill si è sviluppata anche all'estero, divenendo uno dei principali operatori a livello mondiale. In particolare si occupa di ristoranti su autostrade, aeroporti e ferrovie, ma anche di catering in flight e di ristorazione in generale. Molto noti sono alcuni marchi propri, come Ciao e Spizzico, affiancati, soprattutto all'estero, da marchi in licenza, come Burger King.

Commenti