Pagate così in cassa con carta? Perché non avrete il rimborso

I bancomat del circuito Maestro non possono essere caricati come pagamento principale sull'App IO perché non è ancora stata siglata la convenzione. Tra flop e burocrazia, niente rimborso del 10%

Pagate così in cassa con carta? Perché non avrete il rimborso

Chi possiede una carta di debito (meglio conosciuta come Bancomat) del circuito Maestro, per adesso, non potrà usufruire del rimborso del 10% previsto dal governo con il piano cashback.

Cosa accade

Infatti, il tanto conclamato 'Italia Cashless', il piano messo a punto dal Governo che premia chi non usa il contante negli acquisti a favore di carte di credito, bancomat e app è partito con il piede sbagliato: ai già tanti problemi dovuti ad i milioni di download dei primi giorni dell'App IO che hanno mandato in tilt il sistema, se ne aggiunge un altro sicuramente ancora più grave. Chi è titolare di una carta di debito PagoBancomat del circuito Maestro dovrà prestare la massima attenzione e richiedere alla cassa (evitanto il contactless) di utilizzare per il pagamento il circuito nazionale e non quello internazionale (Maestro, appunto).

Quali sono le motivazioni

In pratica, chi appoggia sul Pos la propria carta Bancomat, difficilmente riceverà l'accredito del 10% di quanto speso sul portafoglio digitale dell'app: questa modalità non sarà operativa almeno fino alla fine del cosiddetto "Extra Cashback di Natale". Il governo, che ha tanto sponsorizzato l'uso delle carte a discapito della moneta, non ha previsto le tempistiche necessarie per le convenzioni che PagoPa sta via via siglando soltanto adesso (quindi non prima che fosse resa operativa) con i vari circuiti di pagamento nazionali ed internazionali.

Come si legge su IlSole24ore, il vero inconveniente che sta provocando disagi è originato dal fatto che Maestro non ha ancora siglato la convenzione con PagoPa e non sono ancora state sviluppate le implementazioni tecniche necessarie per consentire di salvare sull'App IO la carta di debito circuito Maestro. Nella maggior parte dei casi, però, le carte di debito delle banche italiane supportano entrambi i circuiti ma quando viene utilizzato il Pos c'è il rischio che il pagamento venga veicolato sul circuito internazionale invece di quello nazionale.

Strade alternative

O si aspettano tempi migliori oppure, per registrare il proprio bancomat Maestro sul programma cashback, si possono utilizzare canali alternativi all'App IO messi a disposizione da alcuni emittenti delle carte (issuer convenzionati) che consentono di aderire all'iniziativa anche attraverso le loro app o siti di home banking. Ad oggi, questra possibilità è messa a disposizione soltanto da Poste Italiane, Banca Sella, Nexi, Hype, Enel X Pay, Hype e Satispay.

Sarà soltanto con l'ingresso tra gli operatori convenzionati delle grandi banche che il gap potrà essere colmato e consentire a tutti di utilizzare il contactless per usufruire dei rimborsi del Cashback. "Stiamo lavorando a una soluzione affinché, da gennaio 2021 sia possibile registrare questo tipo di carte anche direttamente dall'App IO e risolvere il problema alla radice", fanno sapere da PagoPa. Per la prima fase sperimentale del Cashback di Natale, quindi, sarebbe meglio non utilizzare il contactless per pagareanche perché non si potrà essere rimborsati una volta superato lo scoglio dell'accordo con il circuito Maestro e dell'implementazione tecnologica.

Commenti