Cdm, chiesto terzo scostamento di bilancio: deficit di 25 miliardi

Si tratta della terza richiesta di scostamento di bilancio recapitata dal governo al parlamento da quando è iniziata l'emergenza coronavirus

In serata è serata è approdata sul tavolo del Consiglio dei ministri una nuova richiesta di scostamento di bilancio da recapitare al Parlamento, la terza da quando è iniziata la pandemia di coronavirus, dopo i 20 miliardi del dl Cura Italia e i 55 miliardi del decreto Rilancio.

Il terzo scostamento di bilancio

La domanda di deficit aggiuntivo numero tre, dal valore di circa 25 miliardi, servirà per finanziare la manovrina estiva, che non arriverà prima di agosto, e rimodulare ulteriormente i versamenti fiscali di settembre. Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ha spiegato che l’esecutivo punta a ridurre "significativamente l'onere per i contribuenti per il 2020".

Dall'estensione della cassa integrazione Covid, ma selettiva, al meccanismo di incentivi per le imprese accompagnato dalla decontribuzione. E ancora: una sforbiciata delle tasse sospese fino a settembre per le imprese colpite dalla pandemia e nuove risorse per comuni e regioni. Sono questi i pilastri della manovra estiva sulla quale ha scelto di puntare il governo.

Ma non è finita qui, perché lo scostamento dovrebbe servire anche per altri tre obiettivi: ridare ossigeno ai Comuni, finanziare la proroga dello stop ai licenziamenti, in scadenza il prossimo 17 agosto, e affilare le misure in vista della ripresa del nuovo anno scolastico.

La richiesta, come ha confermato lo stesso premier Giuseppe Conte, è approdata in Cdm per poi finire in Parlamento. L’esecutivo spera nel semaforo verde proprio del Parlamento entro luglio, mentre il voto delle Camere è atteso il prossimo 29 luglio. Il governo vuole incassare anche il via libera parlamentare per il Piano nazionale di riforma varato dal Cdm, il quale può così essere trasmesso a Bruxelles.

La mossa del governo

Quella di stasera, come detto, è la terza richiesta per varare provvedimenti che diano sostegno all’economia italiana, in ginocchio a causa della pandemia di Covid. Il primo scostamento (20 miliardi) è stato approvato per coprire le misure del dl Cura Italia. Per mettere in piedi il dl Rilancio, invece, di miliardi ce ne sono voluti 55 con lo sforamento del deficit al 10,4% del Pil.

Il Cdm ha preso il via intorno alle 23. La riunione è stata preceduta da un lungo vertice dei capidelegazione e responsabili economici di maggioranza con il premier Conte sull'entità dello scostamento di bilancio da attuare. L'ipotesi sulla quale, secondo fonti di maggioranza, si stava ragionando era quella di far salire lo scostamento dai 20 miliardi ipotizzati in principio fino a circa 23-25 (come in effetti è avvenuto).

Nell'incontro che ha preceduto il Cdm si sarebbe anche parlato del Recovery fund. Nel pomeriggio era anche circolata l'ipotesi che la riunione sarebbe stata l'occasione per fare il punto sul prolungamento dello Stato di emergenza per il Covid.

Che cosa succederà

In ogni caso, per spiegare che cos’è lo scostamento di bilancio, è importante sottolineare che ogni Paese membro dell'Ue è chiamato a mantenere un proprio obiettivo a medio termine per la finanza pubblica (Omt) , definito, tra le altre cose, sulla base del potenziale di crescita dell'economia, del livello del debito e delle passività implicite.

Con il Patto di stabilità ciascuno Stato deve mantenere il proprio obiettivo a medio termine per la finanza pubblica o avviare un percorso di avvicinamento verso l'Omt. Le norme eruropee ammettono l'ipotesi di scostamenti temporanei del saldo strutturale soltanto a fronte di eventi eccezionali, come lo è stata la diffusione del coronavirus

Per ottenere il semaforo verde è necessario attivare un iter specifico che sostanzialmente è la consultazione della Commissione e l'approvazione parlamentare. Poi, nel caso in cui si verifichino altri eventi eccezionali, un Paese membro può richiedere nuovamente uno scostamento di bilancio seguendo la stessa procedura.

Scendendo nel dettaglio, il Governo ha chiesto l'autorizzazione al Parlamento per un ulteriore ricorso all'indebitamento comprensivo dei maggiori interessi passivi per il finanziamento del debito pubblico, di 25 miliardi di euro per l'anno 2020, 6,1 miliardi nel 2021, 1,0 miliardi nel 2022, 6,2 miliardi di euro nel 2023, 5,0 miliardi di euro nel 2024, 3,3 miliardi nel 2025, e 1,7 miliardi a decorrere dal 2026.

Il nuovo livello di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche è fissato all'11,9 per cento del PIL nel 2020. Il nuovo livello del debito pubblico si attesta invece al 157,6 per cento del PIL nel 2020.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Tip74Tap

Gio, 23/07/2020 - 10:16

La sinistra fa a gara di record di debito pubblico, Renzi aveva superato tutti e questi vogliono fare il botto in modo che nessuno possa mai soffiargli il primato

Iacobellig

Gio, 23/07/2020 - 10:20

Speriamo che il centrodestra non lo voti. Dovete andare via e lasciare che il popolo possa votare.

giosafat

Gio, 23/07/2020 - 11:43

Visto che giuseppi ha preteso di fare sempre tutto da solo auspico che il cdx lo lasci, ancora una volta, fare da solo e che non voti quanto richiesto. Inutile cianciare di 'opposizione responbile' che serve solo a far ridere i polli. E speriamo che Berlusconi se ne stia zitto....

IronHandIronHead

Gio, 23/07/2020 - 12:05

Questo è il momento delle scelte, coraggiose e lungimiranti. Se uno produce scostamenti di deficit a pioggia e senza una volontà strategica, è come un generale che disperde le truppe su un fronte molto lungo. Diventa indifendibile. Si deve fare scostamento di bilancio ma….si devono attuare immediatamente le contromisure per velocizzare, dico velocizzare il Paese. Quindi: riduzione a tre scaglioni delle tasse dirette con il minimo al 15% e il massimo al 25%. Riduzione delle tasse alle Aziende, con un livello appena sotto a quello Olandese. Abolizione in toto del Codice del Rallentamento delle Opere Pubbliche. Riforma del processo penale: il PM non può mai appellare la sentenza avversa. I processi si devono svolgere nell’arco dell’anno, i giudici che hanno arretrato non possono andare in ferie, fino all’annullamento dello stesso. Qui si rifà l’Italia o si va definitivamente a fondo. E con noi la EU!

rigampi1951

Gio, 23/07/2020 - 12:12

Tanta euforia inutile, dall'Europa non è stato portato a casa niente, solo chiacchere e se i soldi arriveranno tra un anno le imprese saranno gia fallite. E' la vittoria di Pirro, l'unico stato a guadagnarci è l'olanda che ha ottenuto una abbassamento delle tasse, cosi piu aziende ancora andranno in questo paradiso fiscale e le tasse scapperanno dall'italia

quarantena

Gio, 23/07/2020 - 12:56

HIRON H. giustissimo quello che affermi! Ma una persona sana di mente non può nemmeno pensare che questo governo di assistenzialisti cronici e nemici delle partite IVA considerate DA SEMPRE come mortiferi evasori e basta, possa attuare VERAMENTE queste riforme e soprattutto fare "scostamenti" per fare la necessaria flat tax STRUMENTO UNICO AL MOMENTO per rilanciare la produzione! Siamo nelle mani del supremo amico mio perché il 2023 è ancora lontano ed i parassiti che li votano, loro non hanno problemi di "produttività" ne di sostentamento !

lorenzovan

Gio, 23/07/2020 - 14:30

se non danno soldi..li ciortiocate..se li danno ..li criticate..se li danno ..li criticate come li damnno... se non criticate come li danno..trovate da ridire magari perche' non li hanno dati cash...lolol..siete divertenti...magari secondo i geni della lampada di aladino..era piu' facile dare una stampatrice a tutti gli italioti ed ognuno se li stampava a piacimento..lolololol..avrebbe ricevuto l'7o% di preferenze di voto...lolololol

hectorre

Gio, 23/07/2020 - 14:34

per ottenerlo raccontano bugie vergognose....il governo che odia le p. iva, che dice ai ristoratori di cambiare mestiere, che non ha ancora erogato la cassa integrazione, che non ha prorogato il versamento delle tasse dopo 3 mesi di lockdown....ora utilizzerà questi soldi per le imprese in difficoltà!!!...sono senza vergogna!!!

Gattagrigia

Gio, 23/07/2020 - 14:38

Iacobellig, se il cdx dovesse vincere le elezioni , come spera lei anticipate, con le loro politiche economiche e il loro anti europeismo, i soldi del Recovery Fund l’Italia li vedrà col binocolo