Ecco l'estate delle pensioni: attenti alle date degli assegni

L'anticipo per chi ritira il denaro in contanti è previsto tanto per il mese di giugno quanto per quelli di luglio ed agosto

Ecco l'estate delle pensioni: attenti alle date degli assegni

Anche per i prossimi tre mesi l'Inps effettuerà in anticipo il pagamento di pensioni e prestazioni previdenziali: non solo a giugno, quindi, ma pure a luglio ed agosto verrà seguita la linea fin qui adottata dall'Ente a causa della pandemia da Covid, con lo scopo di contingentare l'accesso agli sportelli di Poste italiane per evitare assembramenti in funzione anti-contagio ed agevolare il più possibile lo svolgimento delle operazioni.

La Protezione civile ha emanato a tale scopo una nuova ordinanza, la n.778 del 18 maggio 2021, in cui viene stabilito che il primo giorno di erogazione delle pensioni di giugno è anticipato a mercoledì 26 maggio: da qui si procederà poi, come al solito, seguendo un calendario scaglionato in ordine alfabetico fino al prossimo 1° giugno. Come già preannunciato nel documento, le medesime procedure verranno attuate anche nei mesi di luglio ed agosto: le pensioni saranno pagate rispettivamente tra il 26 giugno ed il 1° luglio e tra il 27 luglio ed il 31 luglio.

L'anticipo, come accaduto già nei mesi scorsi, riguarda esclusivamente i pensionati che necessitano di ritirare il denaro in contanti direttamente presso un Ufficio postale. Per i contribuenti, invece, titolari di un conto BancoPosta, di Carta Postamat, Carta Libretto o PostePay Evolution, e per coloro che fanno riferimento al sistema bancario, l'accredito sul proprio conto corrente avverrà nel primo giorno bancabile del mese, vale a dire martedì 1 giugno. Tutti coloro che rientrano in queste categorie, pertanto, potranno ritirare il denaro dagli oltre 7mila Postamat diffusi nel Paese senza necessità di recarsi quindi alle Poste.

Le date di riferimento dovrebbero essere le seguenti: lettere A-B mercoledì 26 maggio, C-D giovedì 27 maggio, E-K venerdì 28 maggio, L–O, sabato mattina 29 maggio, P-R lunedì 31 maggio, S-Z martedì 1° giugno.

Viene confermata anche per i prossimi tre mesi la possibilità prevista per gli ultra 75enni che non abbiano nessuno a cui affidare la propria delega di richiedere di ricevere senza costi aggiuntivi il denaro presso il proprio domicilio, affidandone l'incarico ai Carabinieri.

Per conoscere l'importo esatto del proprio assegno si può scaricare il cedolino dal sito dell'Inps, come sempre a partire da 10 giorni prima del previsto pagamento: dopo aver effettuato l'accesso sul portale dell'Ente tramite le proprie credenziali, è necessario raggiungere la sezione "Cedolino pensione", quindi a "Cedolino pensione servizio", "Verifica pagamenti" ed infine "Visualizzare il cedolino".

Commenti