Fiscal compact, 25 Paesi Uefirmano il patto di bilancio

L'Unione Europea trova l'accordo. Ottimismo di Monti e Van Rompuy. Più cauta la reazione di Angela Merkel. Ora tocca ai singoli Stati

L'Ue trova l'accordo e arriva la firma per il Fiscal Compact, il nuovo patto di disciplina di bilancio che aiuterà a combattere la crisi del debito, garantendo anche per il futuro che i conti pubblici rimangano sotto controllo. Il patto è stato sigliato da venticinque Paesi, esclusi il premier britannico e quello ceco. 

Ora la parola passa ai singoli Stati che, ricorda il presidente Herman Van Rompuy - che si è detto "molto fiducioso" - dovranno "convincere i Parlamenti" a ratificare la firma. Il patto di bilancio Ue, ha ribadito Van Rompuy, "è un importante passo verso una maggiore responsabilità proprio come, ad esempio, il Trattato sullo European stability mechanism è un importante passo verso una maggiore stabilità. Non dobbiamo dimenticare questa visione più ampia".

Più caute le dichiarazioni del cancelliere tedesco Angela Merkel che, alla fine del summit, parla di una "situazione che resta molto fragile", e sottolinea "non siamo ancora fuori dal tunnel, ci sono ancora molti passi da fare, è sbagliato dire che la situazione non è più allarmante".

Dimostrazioni di ottimismo vengono anche dal premier Mario Monti che, da Bruxelles, parla di un Paese che "ha sempre apprezzato l'equilibrio e la grande capacità di mediazione in questi tempi così difficili" dimostrati dal presidente Van Rompuy, di un'Italia "soddisfatta dalle misure per la crescita".

Commenti

voce.nel.deserto

Ven, 02/03/2012 - 17:49

Capisco le misure per la stabilità dei bilanci alle quali si accenna.Un po' deludente la non menzione analitica delle misure per la crescita assunte in Italia ed altrove che ci riempirebbero di soddisfazione...boh!

Massimo Bocci

Ven, 02/03/2012 - 18:23

Questa firma e' la resa incondizionata dell'Europa ai Crucchi, il grande sogno di Adolfo si e' avverato crazie ad traditori, perlopiù comunisti che come per il patto Molotov-Ribbentrop hanno svenduto le proprie popolazioni al pangermanesimo, cominciamo ad abituarsi ad dire prontamente "ja", altrimenti saranno cavoli amari,perché lo insegna la storia .......ai Crucchi piace poco scherzare......figuratevi alle Culone che ci tengono per pA...lle con Euro......Italiani stasera dite una preghiera per il mortadella e i suoi sodali comunisti che ci hanno cacciato in questo buco senza speranza e futuro!!!

doris39

Ven, 02/03/2012 - 18:48

Troppo entusiasmo? Si direbbe, dopo avere letto ciò che scrive Süddeutsche Zeitung . Il vertice di Bruxelles è stato "dominato dalle illusioni.La crisi è ancora lontana da una soluzione, ma "è stata spazzata sotto il tappeto", prosegue il quotidiano. Non è ancora chiaro se la Grecia riceverà altri aiuti, né a che cifra ammonterà il fondo di salvataggio: le decisioni sono state rinviate. Ma c'è un altro problema in vista: i Paesi Bassi, finora promotori della più rigida politica di bilancio, ha subito un tale peggioramento economico che il governo è costretto a ricorrere all'austerity. "La crisi colpisce anche l'Europa settentrionale. Il centro di stabilità economica è scosso".

xavier1963

Ven, 02/03/2012 - 20:55

Scusate ma vi rendete conto che con il fiscal pact dovremo entro il 2020 portare il debito al 60 per cento del pil. Considerando un debito attuale a quasi 2 mila miliardi di euro contro un pil a 1550 miliardi e interessi sul debito al 4.5% circa (media dell'ultimo anno) , dovremo restituire di soli interessi passivi 85 90 miliardi di euro l'anno. Se si toglie l'avanzo primario possibile (diciamo 20 30 miliardi annuii secondo le ultime stime) avremo da sborsare 40 50 miliardi l'anno per ripagare i soli interessi. E i 50 miliardi da pagare in conto capitale (1000 miliardi in 20 anni per arrivare al 60 per cento del pil) come li ripagheremo ? In sostanza in soldoni dovremo tirare fuori 100 miliardi annui circa nei prossimi 20 anni. E qualcuno dice ancora che non ci saranno manovre aggiuntive ???? Ragazzi okkio ma da qui a tre anni se viene fuori la verita' che nessuno racconta, non so come andra' a finire !!!

Albi

Ven, 02/03/2012 - 21:25

Geniale!!! Se ci dovesse essere un'altra crisi, le banche non verrebbero più salvate, i disoccupati verrebbero lasciati a morire di fame, gli statali non verrebbero pagati. Secondo me queste norme le hanno scritte i cinesi per liberarsi dell'europa.....

Albi

Ven, 02/03/2012 - 21:28

Vabbè, 1.000 miliardi in 20 nni per contentare la culona ed i suoi eredi.... sono solo 20 anni di recessione, che vi lamentate?? ;-);-);-);-)

voce.nel.deserto

Ven, 02/03/2012 - 22:25

Almeno li abbiamo visti quasi tutti intorno ad un tavolo.(tranne cechi ed inglesi) Per un momento l'obbrobrio del direttorio franco-tedesco è sembrato dissolversi.

leo rex

Ven, 02/03/2012 - 23:30

questo patto è un'assurdità totale e chi l'ha pensato non sta certo facendo gli interessi dell'Europa né tantomeno dei popoli europei!!! poi, quando sento Monti parlare di "economic compact" mi vengono i brividi... ormai la politica italiana è definitivamente morta!!!

Riccardo

Sab, 03/03/2012 - 08:15

Ancora una volta ,per l'ennensima volta, si deve registrare la MISERABILE E PREZZOLATA DISINFORMAZIONE DEI GIORNALISTI ITALIANI- salvo lodevoli eccezioni- SULLA CESSIONE DI NOSTRA ULTERIORE SOVRANITÁ NAZIONALE ad organismi senza alcuna legittimazione democratica ,nel migliore dei casi, quanto non diretta espreessione delle grandi banche di speculazione finaziaria, nel peggiore dei casi. Aboliamo ia ridicola corporazione dell'ordine di giornalisti!!!!