I dati che inchiodano il governo: con meno contanti è salita l'evasione fiscale

Nel 2012 l'evasione fiscale in Italia ammontava a 108 miliardi. Quattro anni più tardi, nonostante la massiccia digitalizzazione dei pagamenti, è salita a 109 miliardi

Diminuire l'uso del contante non comporta un conseguente calo dell'evasione fiscale. Anzi, in Italia ha provocato l'effetto opposto.

La guerra intrapresa dal governo giallorosso contro chi preferisce ancora effettuare pagamenti alla vecchia maniera rischia di essere un buco nell'acqua. Come fa presente il quotidiano Libero, ci sono prove inconfutabili che potrebbero preannunciare un vero e proprio fiasco.

Intanto, è utile dare una lettura a un documento diffuso proprio dal ministero dell'Economia in allegato al Def e intitolato "Rapporto sui risultati conseguiti in materia di misure di contrasto all’evasione fiscale e contributiva – anno 2019". In una tabella riepilogativa consultabile a pagina 11 - che si affida all'ultimo dato registrato nel 2016 - si legge che l'evasione in Italia ammonta a 109,11 miliardi di euro.

Una strategia da rivedere

Scorrendo qualche riga sotto, si nota come nel 2012 il valore del sommerso fosse di 108,11 miliardi. In poche parole, in cinque anni l'evasione è cresciuta di pochissimo, nonostante – e qui sta la sorpresa – nello stesso lasso di tempo l'allora governo a guida Pd avesse incrementato la digitalizzazione dei pagamenti. Dunque, l'assunto base che più pagamenti elettronici contribuiscono a far calare l'evasione si è rivelato essere un clamoroso buco nell'acqua.

C'è dell'altro. Alcuni dati riguardanti il periodo 2012-2016 forniti da Bankitalia mostrano che il numero pos attivi, cioè le macchinette che consentono di pagare con carte, ha subito un'impennata passando da 1,4 milioni a 2,2 milioni. Anche gli importi sono aumentati, passando da 465 milioni di operazioni effettuate tramite carta di credito nel 2012 alle 684 milioni nel 2016.

Insomma, in tutti questi anni i pagamenti elettronici si sono diffusi a macchia d'olio, ma il nero è comunque rimasto al suo posto. Per quale motivo, continuando sulla stessa strada, dovrebbe cambiare qualcosa proprio adesso?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 28/10/2019 - 13:05

L'evasione fiscale è l'ultima alleata della democrazia. In questa Europa, l'evasione fiscale è a difesa della Nazione Italia. Chi pensa il contrario farebbe bene a documentarsi sul perchè.

Ritratto di adl

adl

Lun, 28/10/2019 - 13:16

La digitalizzazione dei pagamenti fortemente voluta dal Fisco disegnato dal Toscomatteo con il contributo dell'ex n. 2 di Amazon ha avuto il seguente risultato pratico: La digitalizzazione della P.A. non c'è eccezion fatta per la FATTURA ELETTRONICA in quanto imposta e realizzata dai privati. FCA ha una fattura che nella grafica è identica a quella emessa da DONATO DELLE BOMBOLE, solo che mentre FCA ha la sede in Olanda e può pagare il 12% di tasse, DONATO DELLE BOMBOLE se è un forfettario paga il 15 + 26 di INPS ovvero il 41 % se invece non è forfettario paga il 60 %.

agosvac

Lun, 28/10/2019 - 14:08

Combattere l'evasione fiscale con i pagamenti elettronici è la cosa più stupida di questo millennio.

roberto67

Lun, 28/10/2019 - 14:43

Secondo il luogo comune, il nero non si mette in banca. Chi ha fondi neri li mantiene e li usa al di fuori del circuito standard, certamente non utilizza il proprio conto bancario ufficiale. Per questo la lotta al contante tanto cara a questo governo non inciderà minimamente sul nero: non ha alcuna attinenza con il problema.

frabelli1

Lun, 28/10/2019 - 14:52

Non lo sapevo, ma la storia che all’estero si paga solo con la carta di credito dappertutto NON è vera. Un racconto ascoltato ieri sera a cena da mio cognato ha raccontato che il suo viaggio in Giappone, bellissimo paese, non lo credeva così bello, beh, ai ristorante è difficile pagare con la carta di credito. Sono molto pochi quelli che l’accettano, solo quelli più lussuosi. Quelli normali bisogna pagare in contanti. Meno male che prima di partire avevo preso degli Yen, mi dice. Allora come la mettiamo? BUGIARDI!!!

salmodiante

Lun, 28/10/2019 - 14:54

Sono aumentati i pos, ma evidentemente chi li usa non era un evasore, almeno statisticamente parlando. Peraltro il piccolo artigiano, idraulico, verniciatore, elettricista o edile non gira con il pos, al massimo con un blocchetto di ricevute...al massimo.

mariolino50

Lun, 28/10/2019 - 15:18

Anche in America preferivano tutti il cash, e quasi nessuno prendeva American Express, cosa quasi incredibile visto il nome, meno male ne avevo altre, e i verdoni.

bucciand

Lun, 28/10/2019 - 15:29

All'estero pagano solo più con le carte di credito ? Provate ad arrivare a Londra avendo solo euro in tasca e nel pieno della notte vi serve un taxi. Provate a trovarne uno che accetta carte di credito

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 28/10/2019 - 16:56

Faranno la fine degli altri Governi di sinistra; se ne andranno con la schiena rotta. Forza Italia e shalòm.

papik40

Lun, 28/10/2019 - 17:03

Demagoghi minus habens!Ai tempi del fascismo c'era la galera per chi portava i soldi all'estero e gli svizzeri con i nostri soldi ci mantengono ancora tutti i ticinesi! Il Conte 2 e' uguale al decreto sulle barche di Lusso di Monti!

Una-mattina-mi-...

Lun, 28/10/2019 - 17:20

L'EVASIONE FISCALE E' SEMPRE "PRESUNTA", ED E' UN PRETESTO EVERGREEN: SE NON CI FOSSE LA INVENTEREBBERO. BASTA VEDE COME LA CONTEGGIANO...

CAPOFERRI50

Lun, 28/10/2019 - 18:14

sfate scaricare ai cittadini le spese sostenute nel 730, invece di fare lotterie fasxxle e l'evasione al 90% sparisce, chi è il cxxxxxxe che su 100 euro di spesa ne paga 122 con iva, l'iva poi la mette nel cxxo???

il veniero

Lun, 28/10/2019 - 18:33

la lotta al contante a questi livelli è una vera presa in giro degna di queste teste sinistre . Chi paga in nero non usa carte , paga e basta . Sia nella economia in nero spicciola che in quella cininale cambia poco ... mentre i danbni al già asfittico PIL sono importanti . Il bello è che tantissimi ci credono e non si rendono conti di rinunciare a pezzi di libertà verso il sistema bancario .

ectario

Lun, 28/10/2019 - 18:35

Meno contante ai cittadini laboriosi e più danaro (gratis) alle banche, questo ha fatto il “grande” Draghi. Poco contante e super tasse, hanno sottratto e sottrarranno la liquidità a chi la fa girare per creare ricchezza, beni e servizi e posti di lavoro, a vantaggio della speculazione (carta, tanta carta) delle famigerate banche. I bocconi (creduloni +/- in buona fede) pensano che le carte di credito risolveranno il nero? Non condurranno a un bel niente, nei paesi liberi carte e contanti senza limiti vanno a braccetto e producono comunque ricchezza, sulla quale applicare tasse eque e gettito maggiore. Senza il giro virtuoso dei quattrini continuerà a crescere solo la povertà. Il nostro PIL per 20 anni fino al 2002 aumentava in media del 2%/anno, dopo la cura tedesca stiamo al palo, ma, grossa soddisfazione (sigh) abbiamo tassi bassi che non ci servono a niente visto che nessuno investe. E abbiamo 5000 MLD di €. parcheggiati bloccati altro che debito.

Ritratto di Gio47

Gio47

Lun, 28/10/2019 - 18:37

Nemmeno in Brasile si è obbligati a pagare con la carta di credito, ho vissuto per 4 anni in quel paese e quasi sempre pagavo in contanti, facevano sempre lo sconto quando superavo i 100 Reais (25 euro) di spesa.A mio dire sarà una farsa, ci sono associazioni come i sindacati che non pagano tasse anche se guadagnano molto, fate pagare tutti, anche gli immobili della chiesa, altro impero economico esentasse.

killkoms

Lun, 28/10/2019 - 19:03

se si liberalizzasse il contante,non so l'evasione fiscale,ma di sicuro l'economia italica crescerebbe poiché ora molti di quelli che hanno contante preferiscono spendere in uè (raggiunta coi voli low cost) dove non fanno domande!

Giorgio Rubiu

Lun, 28/10/2019 - 19:35

Combattere l'evasione obbligandoci ad usare la carta di credito se darà risultati saranno briciole. I grandi evasori sono ben altri ed usano ben altri mezzi. Muovono miliardi all'estero con semplici ordini dati ai loro rappresentanti in loco. Denaro che l'Italia non ha mai visto e non vedrà mai. Inutile perseguitare me, povero pensionato, che vado nel negozietto, giù, all'angolo, a comprare un litro di latte oppure tre mele e non ho una carta di credito!

gianni59

Lun, 28/10/2019 - 21:58

chi va in giro con 1000 euro?

Popi46

Mar, 29/10/2019 - 07:01

@gianni59: io,il mio vicino,l’inquilino del piano di sotto,il dentista all’angolo,l’avvocato che si avvia in tribunale.. Siamo parecchi,insomma.....

roberto67

Mar, 29/10/2019 - 09:11

Il nero non si mette in banca, segue altre strade. Mettano tutti i controlli che vogliono sulle transazioni, a chi opera in nero non può importare di meno. E' come impedire di far benzina ai ciclisti.

cecco61

Mar, 29/10/2019 - 09:12

@ gianni59: chi deve pagare bollettini postali di contributi, F24 per tasse e che per problemi economici pregressi non trova una Banca che gli apra un conto corrente, tanto per citarne qualcuno, e sono molti di più di quanti lei possa immaginare. Se riportano a 1000 anche il limite per gli F24 ho clienti che di nuovo avranno problemi ha pagare l'IMU.