I pensionati fuggono all’estero: record di assegni tra Cipro e Portogallo

Non si è mai troppo vecchi per emigrare all’estero. Nel 2019 circa 400mila pensioni sono state versate oltreconfine, pari a circa un miliardo di euro

Chi l’ha detto che gli unici a lasciare il Belpaese sono giovani, spesso laureti, in cerca di fortuna. Non si è mai troppo vecchi per una fuga all’estero. Che siano ragazzi o persone anziane conta poco. È quanto accade in Italia, Paese in cui le cose non vanno troppo bene. Un territorio in cui vivere o trascorrere l’ultima stagione di una vita sembra essere sempre più difficile. E così ci ritroviamo un popolo che non riesce a trattenere l’irrefrenabile esigenza di lasciarsi tutto alle spalle ed emigrare.

La pensione, d’altra parte, è un momento per godersi un po’ di tranquillità dopo una vita di lavoro. Così c’è chi sceglie di ritornare al paese d’origine, magari per stare vicino ai parenti. Chi, ancora, decide di andarsene in un luogo esotico e brindare ai bei tempi andati. Per dedicare un cin-cin a un’età d’oro oramai trascorsa da tempo. Oppure no, magari per sognare un futuro di relax e meritato riposo.

Nello specifico, gli italiani che hanno deciso di volare in un altro Paese per trascorrere gli anni della pensione nel 2019 sono 388mila per una spesa di quasi un miliardo di euro per le casse del’Inps. Un mare di soldi che divide le città caotiche italiane alle mete della post maturità. Le destinazioni scelte sono varie, anche se la maggior parte di loro, pari a 208.909 cittadini, sceglie l’Europa (in testa Francia e Germania), seguita dall’America Settentrionale con 86.944 persone e l’Oceania con 44.050 pensionati.

Nel 2019 le pensioni pagate all’estero sono, come detto, 388mila. In testa tra i Paesi che attirano maggiormente i pensionati italiani troviamo il Canada con 51.927 persone, e la Germania, con un totale di 51.085 cittadini. Seguono la Svizzera, con 46.171mila preferenze, la Francia (41.778), l’Australia con 43.955 cittadini e poi gli Stati Uniti (35.015). Gli importi medi sono però molto bassi: per l’Australia per esempio si parla di 139,93 euro, per il Canada 105. O ancora in Svizzera l’importo medio si aggira intorno ai 201 euro, in Germania 139 euro e in Francia 206. In totale, la media di una pensione pagata all’estero è di 259 euro nel 2019.

Ci sono poi alcuni Stati in cui la media delle pensioni ricevute dagli italiani è molto più alta: per esempio in Irlanda si attesta a 948,21 euro per i 105 cittadini che vivono là. Ma ci sono casi in cui le cifre aumentano sensibilmente. A Malta si toccano i 1.860,58 euro in media, mentre in Portogallo un assegno pensionistico arriva mediamente a 2.719,99 per i 2897 italiani che ci vivono. Anche in Turchia i numeri sono alti: si parla di 2.392,3 euro per persona. Non mancano, ovviamente, le pensioni da Paperoni: basti pensare che negli Emirati Arabi Uniti si arriva a una media di 3.783,81 euro a testa, e a Cipro di 5.467,74 euro.

Come è possibile notare la tendenza è di numeri in costante aumento. Siamo quasi a quota 400mila assegni previdenziali versati oltreconfine nell’anno appena trascorso. Nel 2016, dati Inps, sono state pagate in circa 160 Paesi 373.265 pensioni (di cui 82,6% a italiani) per un importo totale di un miliardo di euro. Davvero un mare di soldi spesi fuori e che non vengono immessi nel sistema economico italiano.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/01/2020 - 15:35

Qui ci sarebbe da aprire una "STORIA" sulle CONVENZIONI CONTRO LA DOPPIA IMPOSIZIONE FISCALE, che i varii governi Italiani succedutisi, hanno contrattato con soli 89 paesi su 192 del mondo. Cio vuol dire che se il pensionato va a vivere in uno di quei 89 paesi,riceve l'intera pensione LORDA senza trattenuta IRPEF. Viceversa se risiede in uno degli altri 103 paesi PAGA l'IRPEF (gli viene trattenuta) in Italia!!! E questa e una INGIUSTIZIA secondo me ANTICOSTITUZIONALE!!! Perche O TUTTI pagano l'IRPEF in Italia o NON la paga nessuno, se siamo come recita la costituzione piu bella del mondo tutti UGUALI!!!! Per me il giusto sarebbe che TUTTI paghino la METÀ!!!

kennedy99

Mer, 22/01/2020 - 15:58

si gli italiani vanno all'estero e invece in italia arrivano i clandestini e i finti profughi con una differenza che gli italiani devono pagare le tasse e invece i clandestini vengono mantenuti vita natural durante.

cir

Mer, 22/01/2020 - 16:00

hernando45 Mer, 22/01/2020 - 15:35 ; non sono d'accordo , almeno fino a certe cifre.chi va in Portogallo o Tunisia non usa piu' le strutture come strade , ponti , ospedali pulizia della citta' dell italia , ma quelle di un altro stato e la deve pagare la sua parte come utilizzatore.Ma come sai i poveracci vanno in Portogallo , qualcun altro sceglie la Svizzera , Dubay , molto gettonata e' Montecarlo ultimamente.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/01/2020 - 16:53

Amico cir 16e00. Io come ben sai vivo in Nicaragua e NON uso piu (se non una volta ogni 4 anni per 15/20 giorni) le strade i ponti,gli ospedali, le pulizie e le polizie Italiane, ma quelle dello stato del Nicaragua e quindi pago le tasse qui. E perche devo pagarle (e care) anche in Italia!!!L'unico servizio Italiano di cui fruisco e l'ambasciata quando ci sono le elezioni politiche per VOTARE!! Ecco perche mi sembra giusto pagare, ma pagare di meno e invece!!!! Saludos.

giovaneitalia

Mer, 22/01/2020 - 19:07

Le CONVENZIONI CONTRO LA DOPPIA IMPOSIZIONE FISCALE stipulate dall´Italia con 89 paesi al mondo, non valgono con la Finlandia, paese dove io vivo e che vige la stessa convenzione stipulata. Infatti, nonostante tale convenzione "in vigore", e avendo fatto richiesta all´Italia di percepire la pensione a lordo, mi é stata negata. Pago quindi le tasse su lordo della mia pensione in Italia e una volta arrivata in banca in Finlandia, sul netto, ripago il resto delle trattenute. In sostanza...pago per due paesi.

sparviero51

Mer, 22/01/2020 - 19:36

LA PERCENTUALE DEI CITTADINI CHE SCELGONO DI VIVERE ALL’ESTERO È DIRETTAMENTE PROPORZIONALE ALLA IMBECILLITÀ DEI GOVERNANTI CHE SI SUCCEDONO ALLA GUIDA DEL PAESE . SE NON SI TOLGONO DI MEZZO QUESTI QUATTRO BALORDI ABUSIVI IN ITALIA RIMARRANNO SOLO CATTOCOMUNISTI DISOCCUPATI E UNA NUTRITA VARIETÀ DI CLANDESTINI A SCELTA !!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 23/01/2020 - 08:00

Fanno bene e così farò anche io! Ma voi in Italia sarete fortunati ad avere tante risorse che vi versano i contributi Inps

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 23/01/2020 - 21:22

FORTUNA CHE VIVO DA 20 ANNI IN GERMANIA STO BENE QUI.