Itabus raggiunge quota un milione

Raddoppia la domanda di passeggeri. Già 100 pullman in flotta

Itabus raggiunge quota un milione

A poco più di un anno dall'esordio, Itabus annuncia il primo milione di passeggeri trasportati. Nata il 27 maggio 2021, in piena pandemia, la compagnia di collegamenti su gomma ha dovuto destreggiarsi tra le varie regole anticovid e tuttora subisce la decisione governativa di mantenere l'obbligo di mascherina sui mezzi pubblici: «Siamo sconcertati - ha detto Flavio Cattaneo, fondatore e maggior azionista di Itabus - siamo l'unico paese al mondo che ancora impone le mascherine in alcuni settori specifici».

Il business comunque sta funzionando bene e gli obiettivi sono ambiziosi: la domanda registra il raddoppio dei viaggiatori rispetto allo scorso anno, con 200mila prenotazioni mensili per i mesi estivi. La flotta è in crescita: dai 70 bus dell'inverno scorso in questi giorni è stato raggiunto il numero di 100: si tratta di veicoli Man (gruppo Volkswagen) a due piani, molto confortevoli, dotati anche di servizi igienici, che per contratto verranno sostituiti ogni due anni dal costruttore. L'obiettivo dichiarato è di raggiungere i 300 bus entro il 2023, con un investimento di 200 milioni. Per l'anno prossimo è previsto anche di estendere il servizio all'estero.

Il network si compone di 110 viaggi al giorno (tre gli hub principali, Roma, Milano, Napoli), con fermate in 150 città e oltre 800 tratte, cioè segmenti di viaggio acquistabili. Un punto di forza dell'offerta oltre alla confortevolezza dei mezzi è il prezzo, decisamente basso: ampie offerte ogni settimana, biglietti a partire da 1,99 euro. La clientela è giovane ed è formata soprattutto da studenti, turisti, famiglie, tutte categorie più attente al risparmio che alla velocità: i viaggi in pullman, scanditi da fermate e sottoposti ai limiti di velocità, sono per loro natura piuttosto lenti. Tuttavia a questo sopperisce l'offerta notturna, che permette di fare concorrenza a qualunque altro mezzo.

Da l'altro ieri sono state collegate anche la Sicilia, il Trentino-Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia; operative anche linee turistiche con mete nelle più rinomate località marine, da Gallipoli a Riccione, da Rimini a Otranto. Nuove partnership con traghetti per raggiungere Sorrento e Ischia con un solo biglietto e per offrire il servizio anche negli aeroporti.

La società ha scelto di non divulgare dati economici durante la fase di lancio, tuttora in corso. La compagnie azionaria viene in buona parte dal successo di Italo, il concorrente privato del Frecciarossa. Fondatore e personaggio chiave è Cattaneo, maggiore azionista di Itabus con il 30%, che in Italo ricopre la carica di vicepresidente esecutivo.

Commenti