Economia

L'allarme di Draghi sui giovani: "Rischio generazione perduta"

Il presidente della Bce preoccupato per l'alta disoccupazione che colpisce "la generazione più istruita di sempre"

L'allarme di Draghi sui giovani: "Rischio generazione perduta"

"Rischiamo una lost generation". È l'allarme che arriva da Mario Draghi in un discorso al Consiglio di Stato portoghese e dal rapporto annuale della Bce sullo stato dell'economia europea.

In particolare a preoccupare il presidente dell'Eurotower è l'alta disoccupazione giovanile che dilaga in tutta Europa e che colpisce "la generazione più istruita di sempre". Vulnerabilità significative per cui bisogna agire velocemente "per evitare una generazione perduta". "Senza il ruolo attivo dei governi nazionali il problema non si risolverà", ha aggiunto Draghi, "L'Eurozona è riuscita solo lo scorso anno a tornare ai livelli di attività economica visti prima della crisi e alcuni paesi, compreso il Portogallo, non ci sono ancora arrivati. Pur essendo la generazione meglio istruita della storia, i giovani di oggi stanno pagando un prezzo elevato per la crisi. In Portogallo ancora circa un terzo dei giovani è senza lavoro; ciò danneggia seriamente l'economia perchè a queste persone che vogliono ma non riescono a lavorare è precluso lo sviluppo delle loro abilità".

Commenti