Manovra, l'Ue minaccia l'Italia: "Sopra il 2% è a rischio bocciatura"

Mentre il governo mette a punto il Def, arriva l'avvertimento della Ue: "Se il deficit dovesse superare la soglia del 2%, la legge di Bilancio verrà bocciata"

"La legge di bilancio dell'Italia rischia la bocciatura da parte della Commissione europea se il deficit nominale dovesse superare la soglia del 2%". L'avvertimento arriva da Bruxelles dove gli occhi dell'Europa sono tutti puntati sul governo gialloverde. A preoccupare, secondo quanto apprende l'agenzia Agi, il rapporto deficit-pil. Nella nota del Documento di programmazione economica finanziaria (Def) l'esecutivo dovrà, infatti, indicare la soglia a cui punta ad arrivare: qualora dovesse sforare il 2%, la Ue è pronta a intervenire a gamba tesa bocciando la legge di Bilancio.

La decisione sarà presa dal collegio dei commissari nella seconda metà di ottobre, dopo la presentazione formale del progetto di legge di Bilancio, ma i tecnici dell'esecutivo comunitario inizieranno sin da subito a analizzare i dati contenuti ne Def. All'Italia è stato raccomandato un aggiustamento strutturale (la riduzione del deficit al netto del ciclo e delle una tantum) pari allo 0,6% del Pil. "Lo sforzo strutturale richiesto - ricordano i tecnici della Commissione Ue - equivale a un deficit nominale del 1,1%". La deviazione massima consentita per evitare una bocciatura è pari allo 0,5% del Pil. In altre parole, l'Italia dovrebbe realizzare un aggiustamento strutturale dello 0,1% pari a un deficit nominale del 1,6%. La Commissione potrebbe comunque fare un ulteriore "sconto", per quanto minimo, giocando su altre flessibilità previste dal Patto di stabilità. "Tuttavia - fanno sapere - non è mai stato accettato un peggioramento del deficit strutturale dello 0,3% di Pil e oltre, come accadrebbe con un deficit nominale sopra al 2%".

Le nuove regole introdotte durante la crisi dell'euro con il "Two Pack" prevedono che, in caso di "un'inosservanza particolarmente grave degli obblighi di politica finanziaria definiti nel Patto di Stabilità e Crescita", la Commissione europea chieda "un progetto riveduto di documento programmatico (di bilancio) quanto prima e comunque entro tre settimane dalla data del suo parere. La richiesta della Commissione dev'essere motivata e resa pubblica". Non solo. Da Bruxelles già hanno fatto notare, in più di un'occasione, che a loro avviso l'Italia starebbe già violando la regola sul debito, che prevede una riduzione di un ventesimo l'anno per la parte eccedente il 60% di Pil. "Con uno sforzo strutturale inferiore allo 0,1% di Pil - spiegano le stesse fonti - l'Italia rischia di perdere le circostanze attenuanti che finora hanno consentito alla Commissione di evitare di aprire una procedura per deficit eccessivo che porterebbe a obiettivi di bilancio molto più stringenti".

Commenti
Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Gio, 27/09/2018 - 21:23

Mandateci i panzer, se li avete ancora.

pier1960

Gio, 27/09/2018 - 21:25

durante i 5 anni di governo dei delinquenti cattocomunisti la ue chiudeva gli occhi sulla politica economica italiana, sui miliardi di disavanzo causati dalla falsa accoglienza, dai ripiani di banche decotte dopo essere state spolpate dai complici del pd....tanto a pagare erano i fessi italiani....ora che la manovra tenta di restituire qualcosa agli italiani, tutta la spazzatura europea e italiana si improvvisa professore di economia e straparla di spread debito pubblico ecc.

pier1960

Gio, 27/09/2018 - 21:33

ma rendiamoci conto che stiamo assistendo ad uno spettacolo grottesco: la ue improvvisamente si sveglia dopo aver permesso ai governi precedenti ogni sfondamento e ora si accanisce contro quello attuale totalmente incolpevole dei misfatti precedenti!!!!!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 27/09/2018 - 21:34

Onefirsttwo dice :"Two Pack" ? STOP Con THE MOVEMENT anche il "Two Pack" sarà superato ! STOP Salvini ricordati sempre del Onefirsttwo's 48-hours plane STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Agev

Gio, 27/09/2018 - 21:39

Basta rispondere .. E chi se ne frega. Vediamo cosa succede. Gaetano

stopbuonismopeloso

Gio, 27/09/2018 - 21:45

domani si scatena lo spread

vale.1958

Gio, 27/09/2018 - 21:53

Axxxxxxxo l' Europa..hanno rotto i cxxxxxxi,non se ne puo' piu' di questi lobbysti schifosi.Viava il governo gialloverde viva il popolo italiano,finalmente qualcuno pensa a noi!,

venco

Gio, 27/09/2018 - 22:15

Se finiamo in miseria niente male, non verranno più clandestini e quelli gia arrivati scapperanno a casa.

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 27/09/2018 - 22:19

Sergio Rame, perché dice che l’UE entra a gamba tesa? Entrare gamba tesa è un’azIone irregolare, mentre mi sembra ovvio che la grossa irregolarità viene dal Governo GialloVerde. Perché al Giornale vi ostinate a tenere nella buia ignoranza i vostri lettori anziché educarli su ciò significa far parte di un’organizzazione con regole? Forse per tener fede al vostro ruolo di organo di disinformazione stile Pravda?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 27/09/2018 - 22:26

Teste d ipisell od iparrucconi UE, perchè l'Italia è a rischio d ibocciatura con i l2 %, mentre la francia è brava con il 3%. Sembrate degli schifosi razzisti, nonchè comunsiti, più falsi di giuda. Vegognatevi, buffoni.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 27/09/2018 - 22:37

Se la Commissione UE Boccia la Legge di Bilancio allora sono katzi ....i.

steluc

Gio, 27/09/2018 - 22:53

Mai sentito parlare , in ue, di debito aggregato? bene, siam messi meglio persino dei crucchi, che han salvato le loro banche marcie coi nostri soldi grazie ai deficienti che abbiamo avuto al governo abusivamente dal 2011. Agli uni ed altri ricordo che la costituzione,tanto tirata dalla giacchetta,dice che la sovranità appartiene al popolo. Solo ad esso risponde un governo eletto.

Ritratto di CiaodalBrasile

Anonimo (non verificato)

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 27/09/2018 - 23:12

seguendo le politiche di austerità il debito è cresciuto di centinaia di miliardi ed il paese si è impoverito. riacquistiamo il controllo della Banca d'Italia (riserve auree comprese) e fottiamocene dei "mercati". è quello che fa il Giappone

Gianni11

Gio, 27/09/2018 - 23:16

Mandiamo l'ue all'inferno. Ma chi sono? Le leggi e i bilanci in Italia li facciamo SOLO NOI. SOVRANITA'! L'ue deve essere distrutta.

Ritratto di PATATRAC73

PATATRAC73

Gio, 27/09/2018 - 23:56

e lasciatela minacciare, non potra' far niente, se impunta non si paga la ""rata ""e se ci cacciano ( ma non lo faranno mai) dalla UE, la sovranita' è riacquistata e staremo meglio

astarte

Ven, 28/09/2018 - 00:09

Ma chi commenta qui sopra ha già passato la quinta elementare? ha un bilancio da tenere in famiglia? Perché se sono già indebitato posso magari fare ancora una spesa importante (=accrescere il debito) se so che questa spesa ulteriore mi porterà lavoro e ricchezza. Se invece spendo per andare a fare una vacanza ho soltanto aumentato il debito. Non bisogna essere particolarmente dotati per capirlo. E il piano geniale dei due idioti al governo è appunto elargire soldi a chi NON se li è guadagnati e farlo anche per gli anni a venire. E gli scemi applaudono anche. Certo che è la bancarotta, ed è ovvio che i mercati non possano avere fiducia in questa pletora di pagliacci. Togliete i soldi di pensioni NON d'oro, ma semplicemente corrispondenti a contributi versati più alti, per darli a gente che non ha maturato i contributi pensionistici perché o non ha pagato le tasse o non ha lavorato. Ma ci rendiamo conto???

Algenor

Ven, 28/09/2018 - 04:44

@Pravda99, guarda che quest'anno la Francia ha deciso di varare una manovra che porterá il deficit al 2,8% nonostante abbiano un debito quasi pari al 100% del PIL. Perché a loro é permesso un deficit pari a 1,75 volte quello che viene concesso a noi nonostante il loro rapporto debito/Pil sia 0,73 volte il nostro? Dovrebbero concedere ai francesi solo un deficit pari al 2,2% per mantenere un rapporto equo con quanto viene chiesto a noi: ma loro sono la Francia, il vice padrone della UE a cui é stato consentito di sforare costantemente il tetto del 3% negli ultimi anni, crescendo economicamente e riducendo quindi il rapporto debito/Pil, mentre noi italiani da bravi bambini riducevamo il deficit come chiesto da mamma UE, con il risultato prima di una recessione montiana che ha fatto lievitare il nostro rapporto debito/Pil dal 101 al 131% e poi una stagnazione piddina che ha mantenuto il nostro debito sempre maggiore al 130% del PIL. La finiamo di farci azzoppare?

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 28/09/2018 - 07:35

Ci avete rotto,guardatevi indietro quando i comunisti erano al governo e poi parlate.

Jon

Ven, 28/09/2018 - 07:41

Ma se vi BOCCIAMO noi siete FINITI..Cari burocrati del nulla..!!

milano1954

Ven, 28/09/2018 - 09:08

IL 2%? e perché mai? basta arroganti edeliranti imposizioni, i naziburocrati di Bruxelles pensassero piuttosto alle finanze bancarottiere della Francia , che da sempre fa deficit oltre il 3% e che ha una bilancia commerciale in pesante passivo. E pensassero a ripristinare un sano mercato dei capitali in Europa, non quello colonizzato dai gruppi bancari-assicurativi franco tedeschi in cui il risparmio PRIVATO degli italiani finanzia il debito francese a tassi oscenamente fuori mercato! Ma FI ha deciso di essere lo zerbino della UE,ù chez Tajani &co....patetici ed irrilevanti

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 28/09/2018 - 10:04

@steluc e Gianni11, sempre a riempirvi a bocca con la frase che la sovranità appartiene al popolo, eh? Ma è la stessa Costituzione, all'art. 1, che afferma che "la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione". E infatti, con legge costituzionale n. 1 del 2012, è stato introdotto il principio del pareggio di bilancio. Pertanto, dal 2014, è entrato in vigore il nuovo art. 81 della Costituzione che afferma che "Lo Stato assicura l'equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio", ed altre regole, introdotte anche agli articoli 97, 117 e 119 della Costituzione, mirando quindi al pareggio di bilancio e non ad aumentare a piacere il debito pubblico. Della sconsideratezza del M5S non mi meraviglio, mi fa specie invece la Lega, che votò a favore del pareggio di bilancio e della legge di attuazione (di cui Giorgetti era perfino relatore).

quantaignoranza

Ven, 28/09/2018 - 10:24

forse non tutti sanno che l'aumento di 100 punti base di spread corrisponde a circa 6 miliardi di interessi sul debito l'anno. sei miliardi di interessi sul debito significa che si tolgono 6 miliardi per fare delle cose e pagare gli interessi. questo governo checchè ne dica ci ha già fatto perdere 2 miliardi di euro. ma sono numerini numerini numerini come li chiama il capo legahista

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 28/09/2018 - 10:43

Algenor - Forse lei non ha colto una cosa fondamentale: Noi NON siamo la Francia. La Francia, per sua norma e regola, ha un'economia piu` solida in tutti i sensi, infonde piu` fiducia dell'Italia ai mercati, e tanto per arrotondare, non ha al governo dei nullafacenti illetterati, irresponsabili, incapaci e incompetenti. Si rende conto che in questo momento siamo nelle mani di due pagliacci che non hanno mai lavorato in vita loro, e che hanno trovato milioni di decerebrati che li hanno mandati ad affondare la nave Italia? O forse dal profondo della stiva questo non si vede?