Da oggi via ai nuovi incentivi per l'acquisto di auto

Sulla piattaforma del Mise partono le prenotazioni. Questa volta gli aiuti valgono anche per l'usato

Da oggi via ai nuovi incentivi per l'acquisto di auto

Al via da oggi le prenotazioni degli incentivi per l'acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni, previsti dal decreto Sostegni bis. Dal 2 agosto alle 10 - comunica il Mise - sarà possibile prenotare sulla piattaforma del ministero dello Sviluppo economico ecobonus.mise.gov.it (nella foto il ministro Giancarlo Giorgetti) i bonus per l'acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione, mentre dal 5 agosto potranno essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali.

È stato rifinanziato con 350 milioni di euro stanziati dalla legge di conversione dello stesso decreto il fondo automotive per l'acquisto di veicoli a basse emissioni di CO2. Rispetto al passato la novità principale riguarda lo stanziamento di 40 milioni dedicato alle auto usate, benzina o diesel, di classe «Euro» non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Per accedere a questo incentivo, che diventerà operativo dopo le necessarie modifiche tecniche della piattaforma, sarà necessario rottamare una vettura immatricolata prima del gennaio 2011, o che abbia raggiunto i dieci anni nel periodo in cui viene richiesto l'ecobonus.

Nel dettaglio, i 350 milioni che rifinanziano il fondo automotive vengono così ripartiti: 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione, i veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2. Il contributo è di 1.500 euro; 60 milioni per ottenere l'extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2. Il contributo ammonta a 2.000 euro con rottamazione e a 1.000 senza. E ancora: 50 milioni per l'acquisto di veicoli commerciali e speciali, di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici. Tra le novità del decreto Sostegni bis c'è la possibilità di acquistare con leasing finanziario, già a partire dal 25 luglio 2021, anche questa tipologia di veicoli. Restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla «Massa Totale a Terra (mtt)» e all'alimentazione.

Infine 40 milioni per l'acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe «Euro» non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2. Viene riconosciuto un contributo fino 2.000 euro, calcolato in base alla fascia di emissione. Per usufruire del contributo è necessario rottamare un altro veicolo più vecchio. Nel secondo trimestre le immatricolazioni di auto a ricarica elettrica hanno continuato a crescere nella Ue e in Italia. Secondo i dati Acea la quota di mercato dei veicoli elettrici a batteria è più che raddoppiata, dal 3,5% nel secondo trimestre del 2020 al 7,5% di quest'anno, mentre i veicoli ibridi plug-in hanno rappresentato l'8,4% di tutte le auto vendute. Anche la domanda di auto ibride è aumentata nel trimestre, rappresentando il 19,3% delle immatricolazioni di auto nell'Ue.

Commenti