Parte la quotazione in Borsa di Gambero Rosso

Il presidente Cuccia agli investitori: "Partiamo da una buona base: un mercato molto forte, una squadra molto coesa che ha superato la crisi del mercato del 2013 e già nel 2014 è tornata a crescere"

Il Gambero Rosso va in Borsa.

Le indiscrezioni giravano già da qualche mese ma adesso è arrivata l'ufficializzazione. I motivi di questa scelta sono stati spiegati in una nota dal presidente della media company, Paolo Cuccia.

L'obiettivo dichiarato è di raccogliere sette milioni di euro nella speranza di ricevere sottoscrizioni delle azioni - scrive Cuccia - "da parte di investitori professionali che ci hanno già accordato la loro fiducia, ma soprattutto dal settore retail e dai singoli risparmiatori. Li useremo per rafforzare le molteplici attività che svolgiamo, da anni, a favore del vino e del cibo made in Italy”.

La quotazione in Borsa avverrà sul listino Aim di Milano, dove sono già presenti aziende del settore vino. Le operazioni di collocazione, che si concluderanno il 24 settembre, verranno curate dalla Banca Popolare di Vicenza.

Nella lettera pubblicata sul sito di Gambero Rosso, il presidente della holding rivela anche i progetti per il futuro: "Saremo sempre più presenti con nostre strutture nei paesi chiave per lo sviluppo del settore; incrementeremo le produzioni televisive destinate ad andare on air nei media internazionali; renderemo sempre più efficaci e multilingue i nostri siti e le nostre App; moltiplicheremo in tutto il mondo le nostre attività educational, dalle scuole di cucina alle degustazioni".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

fabiano199916

Mer, 09/09/2015 - 04:45

Proteggeranno il 'made in Italia'