Pensioni, ecco i nuovi assegni. A gennaio arrivano le mance

Il Mef prepara l'indice di rivalutazione per gli assegni. Ecco le novità sugli importi del 2020. I calcoli fascia per fascia sulle pensioni

Dal prossimo 1 gennaio cambiano gli assegni delle pensioni. Gli importi varieranno dopo la decisione del governo di sbloccare la rivalutazioni degli assegni fino a 2.052,04 euro. La mossa dell'esecutivo giallorosso ha però il sapore di una mancia che darà poco ossigeno alle tasche dei pensionati. Infatti dai 2000 euro in su la rivalutazione resta depotenziata con uno "scippo" permanente sul rateo. L'adeguamento degli importi seguirà un parametro indicato dal Mef in base al costo della vita. Molto probabilmente questo ritocco, come ricorda Italia Oggi, sarà dello 0,5 per cento. E così le pensioni minime saliranno da 513,01 euro a 515,58 euro.

Vere e proprie briciole. La pensione sociale invece passerà da 457,99 a 460,28 euro. In questo momento il meccanismo che stabilisce la perequazione degli assegni è strutturato in questo modo: per le pensioni superiori a 3 volte il minimo e inferiori a 4 la rivalutazione sarà del 97%, del 77% per gli importi tra 4 e 5 volte il minimo, del 52% tra 5 volte e 6 volte il minimo, del 47% oltre 6 volte, del 45 oltre 8 volte e solo del 40% oltre 9 volte il minimo. Ma con il ritocco dei giallorossi la rivalutazione piena riguarderà anche quelli che hanno un importo da 3 a 4 volte il minimo. In questo modo saranno rivalutati anche gli assegni da 1.593 euro lordi (1.458 netti) fino a quelli con un importo da 2.052 euro lordi (1.650 netti). Le novità però non riguarderanno le pensioni d'oro che saranno comunque soggette alla sforbiciata di Stato. I pensionati con assegni che superano i 100mila euro all'anno lasceranno per strada il 15% per la parte eccedente l’importo di 100.500 euro fino a 130.650 euro; il 25% per la parte eccedente 130.650 euro fino a 201.000 euro; il 30% per la parte eccedente 201.000 euro fino a 351.750 euro; il 35% per la parte eccedente 351.750 euro fino a 502.500 euro; il 40% per la parte eccedente 502.500 euro. Insomma i giallorossi daranno vita ad una pioggia di mance che non aumenteranno in modo consistente il potere di acquisto dei pensionati. Infine sul fronte delle pensioni d'oro e delle rivalutazioni va ricordata una recente ordinanza della Corte dei Conti del Friuli Venezia Giulia che ha chiesto l'intervento della Consulta proprio sui tagli voluti dal governo che vengono definiti "discriminatori".

Commenti

JacopoR.12

Mar, 29/10/2019 - 14:33

Un giorno qualcuno dei politici pentastellati mi dovrà spiegare quale peccato hanno commesso i pensionati che prendono più di 4 volte il minimo per meritare come punizione la mancata rivalutazione piena della pensione. Forse l’inflazione non vale anche per loro come per gli altri percettori di reddito? Perché, piuttosto, non vanno a colpire solo i trattamenti non giustificati dai contributi? È vero il ricalcolo non si può fare. Ma è comunque possibile farsi un’idea. Per esempio se uno a versato per pochi anni ed è andato in pensione giovane è chiaro che i contributi non bastano per l’aspettativa di vita che gli rimane.

JacopoR.12

Mar, 29/10/2019 - 14:42

Analogamente, un giorno mi dovranno spiegare quale peccato mortale ha commesso un pensionato che prende più di 100.000 euro lordi all’anno per meritarsi la mancata rivalutazioni più tagli decisamente abnormi con il contributo di solidarietà. Sì proceda almeno per quote. Chi è andato in pensione tardi con tanti anni di contributi alle spalle non subisce il taglio. Per esempio, sopra quota 110 non si taglia. 110 è la somma dell’età di pensionamento più il numero di anni di contributi versati. Se uno è andato in pensione a 67 anni e ha pagato 43 anni di contributi (43+67=110) la pensione, per quanto alta, tenendo conto dell’aspettativa di vita bassa a quell’età, se l’è meritata. Questo potrebbe essere un buon simulatore di ricalcolo al contributivo che purtroppo non si può fare perché mancano i dati.

JacopoR.12

Mar, 29/10/2019 - 15:30

Errata corrige! Nel mio primo commento ho dimenticato un'acca: "...Per esempio se uno Ha versato per pochi anni..."

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 30/10/2019 - 12:02

Schifo ! Ma chi ha pensioni superiori a 100.000,00 euro avrebbe diritto alla PEREQUAZIONE ??????????? Ma secondo voi è corretto che chi ha pensioni di oltre 5.000 euro al mese nette debba avere aumenti di perequazione soprattutto in questa situazione di pensionati a 400 euro al mese ????

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 30/10/2019 - 12:02

hihihihihi Dovrebbero insegnare nelle scuole come sopravvivere in un paese di dementi cronici accecati dalle palle tutte colorate.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 30/10/2019 - 12:03

"Insomma i giallorossi daranno vita ad una pioggia di mance che non aumenteranno in modo consistente il potere di acquisto dei pensionati." Vorrà dire che lo farete poi voi Fenomeni quando malauguratamente andrete al governo.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 12:03

sentenza corte dei conti friuli ha rinviato atti alla corte costituzionale, sia per i tagli a quelle elevate, sia per la mancata piena rivalutazione di quelle medie e basse almeno alla inflazione.Ricordo che sino al 92, la rivalutazione era legata ai contratti di lavoro. Ora solo alla inflazione e nemmeno piena, anzi. Sindacati unitari chiedono ripristino del sistema di rivalutazione prodi/berlusconi e il 16 novembre, manifestazione a roma; vedremo gli eventuali sviluppi sulla materia, molto sentita da milioni e milioni di nostri anziani.....

Ritratto di Arminius

Arminius

Mer, 30/10/2019 - 12:04

È una manovra indecente che puzza di comunismo vendicativo lontano un miglio.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 30/10/2019 - 12:05

mamma mia quanti soldi.......dove li metteranno ?

pierk

Mer, 30/10/2019 - 12:08

jacopoR.12... non preoccuparti della dimenticanza... oramai di maio e zingaretti (sor congiuntivo) hanno fatto sQuola... e anche loro non ci capiscono un'acca!!!

Gianni11

Mer, 30/10/2019 - 12:15

Insomma levano soldi alle "pensioni d'oro"....e se li tengono! Ovvio, perche' alle minime non aggiungono niente. Tipica "giustizia sociale" sinistroide.

adal46

Mer, 30/10/2019 - 12:18

Tutti soldi che alimentano pensioni dorate come i sindacalisti da oltre 100.000 euro, che non si capisce quali meriti contributivi reali abbiano a tale titolo.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mer, 30/10/2019 - 12:18

Proporrei assumere dei navigati o dei tutor per creare dei punti di accesso ai pensionati per conteggiare tutti questi aumenti.

Ritratto di Arminius

Arminius

Mer, 30/10/2019 - 12:23

L'INPS è un costosissimo e inutile baraccone che gestisce i soldi degli altri. Bisogna chiuderlo immediatamente e fare in modo che ognuno abbia lo stipendio lordo da cui possa scorporare e mettere da parte, a sua discrezione, la quota relativa alla previdenza. Solo così si responsabilizza la gente senza che sia sottomissa obbligatoriamente al papà-stato che tutto vede e a tutto provvede. Oppure, se proprio vogliamo, diamo la possibilità al cittadino di scegliere tra la gestione in prima persona del gruzzolo previdenziale e quella statale. Questa sì che sarebbe la vera democrazia liberale!

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 12:34

jacopoR.12, mi complimento per la competenza, molto rara su una materia che va ben conosciuta prima di esprimere valutazioni da bar o peggio, da osteria e che spesso appaiono anche sui social purtroppo, ma anche in certe tv mi riferisco proprio a giordano e pure talvolta a giletti e non solo.....e che spesso sono venute anche da certi presidenti di INPS degli ultimi tempi e ora ex.....

franco01946

Mer, 30/10/2019 - 12:41

egregio jacopoR32 abbiamo commesso un grande peccato :"non siamo morti! ".

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 12:44

jacopoR.12, la cosa migliore, anziche' avventurarsi in calcoli, ricalcoli e cose simili, che danno solo fiato agli antipensionati e che servono solo ad aprire inutili conflitti e che fanno il gioco ad esempio delle compagnie di assicurazione privata, e' applicare puntualmente i principi costituzionali sempre ribaditi dalla suprema Corte. Chi nella vita ad un certo punto della sua esistenza ha fatto scelte definitive e non piu' modificabili, rinunciando a posizioni di lavoro non piu' riscostruibili, ha il diritto di poter fare pieno e definitivo affidamento sul patto che ha contratto con lo stato in quel preciso momento. Nessuno puo' venire e dirgli dopo, che invece....ecc.; glielo doveva dire prima, caso mai e cio' e' evidente a tutti! Chi ha lasciato posti di lavoro per fare definitive scelte, ha legato la sua vita futura a quel preciso momento e nessuno ha il diritto in un sistema democratico e costituzionale, di rimettere cio' in discussione.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 12:49

arminius..lei e' davvero bravo. Col sistema che lei propone, molti spenderanno tutto senza pagare contributi e ad eta' avanzata, pretenderanno la pensione di cittadinanza che dovranno pagare quelli che invece hanno pagato tutte le tasse e tutti i contributi! Come gia' sta in parte proprio ora avvenendo..o non se ne e' accorto?. Sia vispo!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 30/10/2019 - 13:00

Furboni, al Giornale: perla delle pensioni sopra i 2000 euro, quando l’importo medio delle pensioni in Italia è poco meno di 1200 euro. La stragrande maggioranza dei pensionati avrà finalmente l’aumento tanto atteso da anni e che SOLO questo governo ha concesso. Altri invece si riempiono la bocca da di fatti neanche l’ombra.

wania

Mer, 30/10/2019 - 13:06

.....e per me che percepisco 543euro al mese cosa cambierà ? ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 30/10/2019 - 13:08

I Robin Hood danno le mance con i soldi rubati (sempre legalmente dicono loro) sui risparmi. Io dico rubati perchè quei soldi sono i risparmi già tassati sugli stipendi e pensioni. Alla faccia della lotta all'evasione, questa è lotta alle piccole ricchezze, le grandi chissà in quale punto del pianeta sono.

MEFEL68

Mer, 30/10/2019 - 13:10

Sono sicuro che prima o poi qualche sinistro "illuminato" ci spiegherà che queste mance che "cambieranno radicalmente la nostra vita" si sono rese possibili grazie ai tanti immigrati che con il loro lavoro hanno permesso questo MIRACOLO. Pertanto, se vogliamo che la manna continui a scendere, dovremo far venire in Italia altre ondate di migranti. Fantasia? Staremo a vedere.

fifaus

Mer, 30/10/2019 - 13:16

eaglerider: partiamo dal presupposto che la "pensione" non è un'elemosina, ma il frutto di versamenti effettuati per legge: più ho versato più debbo ricevere!

Ritratto di Arminius

Arminius

Mer, 30/10/2019 - 13:33

Il nostro peggior male è lo Stato assistenziale.

leonardofibonacci

Mer, 30/10/2019 - 13:36

Hanno rivaluto i centesimi, escludendo gli scaglioni piu alti come al solito. Le pensioni piu alte sono gia gravate dall'irpef progressiva, ma non basta bisogan bloccare anche la rivalutazione1

pardinant

Mer, 30/10/2019 - 13:42

Il problema è un altro e ben più rilevante e basta una breve valutazione di chiunque, per capire che l'inflazione da moltissimi anni è molto superiore a quanto rilevato e mi fa chiedere: " ma chi è quel'esperto e accorto matematico e con quale esatto modo di calcolo ha stabilito che nell'anno 2019 c'è stata un'inflazione dello 0.5% ?

Ritratto di Arminius

Arminius

Mer, 30/10/2019 - 13:45

È anche una questione di equità. Quelli che hanno versato contributi per tutta una vita lavorativa e che per loro sfortuna muoiono prima di aver ricevuto quanto hanno obbligatoriamente versato non possono lasciare agli eredi l'eccedenza non consumata. D'altro canto quelli che hanno versato poco o niente e campano, beati loro, fino a cento anni fruiscono proditoriamente dei soldi altrui. In più c'è l'entropia dell'Inps che fa la cresta sui soldi in gestione per reggere tutto quanto il baraccone... e non sono pochi euri! Bisogna distinguere tra previdenza e assistenza, non solo a livello cassa (cosa che non hanno mai separato) ma anche a livello mentalità di tutti i cittadini che irresponsabilmente amano stare al calduccio sotto l'ala dello Stato leviatano.

titina

Mer, 30/10/2019 - 13:46

Con l'euro, il potere di acquisto si dimezzò all'istante, ma mentre gli stipendi pian piano sono cresciuti, le pensioni sono rimaste tali e quali,senza rivalutazioni, per questo noi pensionati ORA possiamo acquistare un terzo di quanto compravamo prima ( cioè lo stretto necessario per non morire di fame) e dobbiamo tagliare anche le visite mediche delle quali purtroppo abbiamo bisogno di più, con il crescere dell'età.

Rixga

Mer, 30/10/2019 - 13:52

Sciambola che mancia! Nemmeno lo zio Paperone è così tirchio. Leggendo l'articolo "E così le pensioni minime saliranno da 513,01 euro a 515,58 euro." 2,57 euro di aumento che sono esattamente per 14 mensilità 35,98 euro all'anno. Dopo aver aumentato tutto il resto... Manco si pagano le spese del conto corrente...

evuggio

Mer, 30/10/2019 - 14:14

tanti anni fa, gli animatori di un villaggio turistico dove trascorrevo una vacanza, presentarono una parodia di Robin Hood che si diede tanto da fare a rubare ai ricchi per dare ai poveri che ad un certo punto si trovò costretto ad invertire i soggetti delle sue azioni. Vuoi vedere che gli attuali ministri del nostro governo erano proprio quegli animatori?

Lugar

Mer, 30/10/2019 - 14:22

Siamo lavoratori, persone serie, non ci umiliate. E' preferibile niente che l'elemosina.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 30/10/2019 - 15:35

@stamicchia: Ti sei dimenticato di quando il tuo odiato Cavaliere portò le minime da 500.000 lire a 1 Milione? Io sono pensionato con 40 anni di contributi, l'aumento della mia pensione sarà...udite! Udite! di BEN 40 centesimi di euro al mese...ho già prenotato una crociera.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 15:49

Attaccare evasione fiscale e i ladri che derubano pensionati e lavoratori dipendenti e le persone oneste, di 132 miliardi annui! Li ‘ sono le risorse per sanità pubblica, scuola pubblica,pensionati,assistenza ecc.ecc. Lii’ vanno colpiti i,ladri senza ritegno e senza vergogna!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 30/10/2019 - 16:09

piu' che mance,le chiamerei offese per chi ha versato in via continuativa l'obolo alle casse inps. monti docet

xgerico

Mer, 30/10/2019 - 16:53

@wania-Mer, 30/10/2019 - 13:06-.....e per me che percepisco 543euro al mese cosa cambierà ? ?..............Niente perchè la sua rivalutazione e sempre stata del 100% essendo al disotto dei parametri di indicizzazione. praticamente a lei non hanno mai tolto niente!

xgerico

Mer, 30/10/2019 - 16:54

Il Grilli tempo fa affermava dei tagli alle pensioni erano/sono incostituzionali, ora le chiama mance!

jaguar

Mer, 30/10/2019 - 16:55

Se fossi nel governo eviterei queste prese in giro.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 17:23

tomari, prima di esprimere giudizi definitivi, aspettiamo almeno il testo finale che sara' approvato dal parlamento. Risulta essere in corso anche una trattativa tra sindacati, sindacati dei pensionati e governo.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 17:32

xgerico..i giornalisti che scrivono sul giornale di pensioni, sembrano molto poco preparati, ma molto strumentali e talvolta demagogici. E' materia complessa che va conosciuta a fondo per non dire o scrivere corbellerie.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 17:44

jaguar, il testo deve ancora approdare alla camere e essere discusso e votato dai due rami; calma e gesso.Milioni e milioni di pensionati, sono in attesa. E tutti costoro, votano! Stiamo a vedere.

Ritratto di Rerum

Rerum

Mer, 30/10/2019 - 18:03

Il commento più sensato l'ha fatto @fifaus: "partiamo dal presupposto che la "pensione" non è un'elemosina, ma il frutto di versamenti effettuati per legge: più ho versato più debbo ricevere" I lavoratori dipendenti che percepiscono pensioni alte (pochi), hanno versato per 40-50 anni contributi sulla base dei loro stipendi. Le pensioni d'oro le prendono chi ha versato poco ma integrate con vitalizi di ogni genere.

jaguar

Mer, 30/10/2019 - 18:04

bernardo47, va bene, ma se devono perdere tempo per discutere di questi aumenti è meglio che lascino perdere, a tutto c'è un limite.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 18:06

titina..sintesi perfetta!

nerinaneri

Mer, 30/10/2019 - 19:16

tomari: quando successe questo aumento? ti faccio vedere la pensione di mia madre che è ben al di sotto...

ferdinando55

Mer, 30/10/2019 - 19:55

Egr. Sig. Marino.Birocco, le sue considerazioni denotano un livore e un livello di ignoranza tali da evidenziare una chiara matrice cattogrillincomunista. Sono convinto che Lei nella sua vita non ha mai creato alcun posto di lavoro e che probabilmente ha vissuto grazie a carico dello Stato. Non è certo un artigiano o altro lavoratore autonomo avvezzo a lavorare 10 ore al giorni tutto l'anno, comprese tante domeniche, e a tirare avanti la baracca per pagare i redditi di cittadinanza dei parassiti.

bernardo47

Mer, 30/10/2019 - 20:48

ferdinando 55 se nel suo caso trattasi di autonomo di piccola o media impresa, cerchi di stare tranquillo e rilassato e ci siamo ben capiti!su reddito di cittadinanza o quote cento e cassate varie dei gialloverdi invece ha ragione.