Pensioni, via subito Quota 100 e tagli sui nuovi assegni

Intervistato da Repubblica, il viceministro dell’Economia Antonio Misiani ha garantito che con il parere favorevole dei sindacati Quota 100 ''sarà sostituito da un meccanismo più equo e meno costoso''

Quota 100 addio. Il provvedimento fortemente voluto dalla Lega, e approvato quando il partito di Matteo Salvini era parte della maggioranza gialloverde che sosteneva il governo Conte I, sarà sostituito. A dirlo è viceministro dell’Economia Antonio Misiani intervistato da Repubblica.

''Dal primo gennaio 2021 gli italiani pagheranno meno tasse grazie alla riforma Irpef. E se troveremo l’accordo con i sindacati, Quota 100 sarà sostituita da un meccanismo più equo e meno costoso'', ha dichiarato il numero due di via XX settembre.

Misiani ha anche affermato che ''da luglio 16 milioni di lavoratori dipendenti pagheranno meno tasse. E senza toccare l’Iva'', mentre ad aprile ''arriverà in Parlamento la legge delega per riformare l’Irpef e aiutare ceti medi e famiglie, estendendo i benefici anche ad autonomi e pensionati''. Il viceministro dell’Economia ha ribadito che sull’Iva non c’è alcuna discussione aperta. Eppure la sua prospettiva sembra non essere molto lineare con le future mosse economiche. Misiani, infatti, allo stesso tempo non ha escluso che possa essere ''rimodulata per renderla più equa e razionale, non per fare cassa''. Per il vice ministro vi è anche un altro obiettivo da raggiungere: dare certezza a chi deve andare in pensione nel 2021 e''fare una riforma equa e sostenibile che tuteli i giovani e le categorie più fragili con costi inferiori a quelli di Quota 100''.

Nel corso dell’intervista, Misiani si dice preoccupato per la diffusione dell’epidemia di coronavirus che potrebbe danneggiare l’economia mondiale e, di conseguenza, quella italiana. La Cina, infatti, è il primo esportatore mondiale e il terzo fornitore dell’Italia con oltre 30 miliardi di euro di prodotti venduti, tra cui macchinari e componenti semilavorati essenziali per il nostro apparato produttivo. Secondo il viceministro è ancora presto per fare un calcolo preciso dei possibili effettivi negativi sull’economia dovuti all’emergenza legata al coronavirus ma, in linea di massima, si ipotizza che la Cina possa subire una frenata del Pil tra -0,2 e -0,7%. Ovviamente se la situazione non peggiora ulteriormente.

Intanto il governo sta studiando un’alternativa al ricalcolo dell’importo con il metodo contributivo per quanti lasciano il lavoro prima dell’età pensionabile. In base a stime degli esperti, andare in pensione prima ricalcolando l’assegno in base ai contributi versati, comporterebbe un taglio di un terzo dell’importo lordo e un quinto di quello netto. Il pensionato, con una aspettativa di vita di 82 anni, potrebbe perdere un importo che va da 50 mila a 80 mila euro netti. Inoltre, dopo anche 36 anni di lavoro,potrebbe andare sotto i 780 euro mensili della pensione di cittadinanza.

L’ipotesi non piace ai sindacati che oggi si siederanno al tavolo con il governo sulla flessibilità in uscita. L’obiettivo dell’esecutivo è quello di superare Quota 100 e modificare la legge Fornero. Più facile a dirsi che a farsi. Sul piatto, il governo ha studiato una controproposta: sostituire il ricalcolo contributivo con una penalizzazione per ciascun anno di anticipo dell’uscita, forse il 2% all’anno. Ma la partita è complessa.

''Potrebbe essere una strada. Se vuoi andare via prima, ad esempio a 64 anni con 36 o 38 di contributi, hai una penalità'', ha affermato il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta. Secondo alcuni calcoli, la penalità sarebbe più conveniente del ricalcolo in quanto in tre anni di anticipo si perde il 6% anziché il 30%.

L’Osservatorio previdenza della Fondazione Di Vittorio della Cgil snocciola altri dati che dovranno essere valutati dai vari attori simulando cosa succederebbe nel caso in cui il governo decidesse di consentire di andare in pensione a 64 anni, anziché i 67 della Fornero, ma con il ricalcolo anche di quella parte di carriera svolta prima del 1996 che ricade nel retributivo.

''Un metalmeccanico di terzo livello, ad esempio, con 23 mila euro di retribuzione a 64 anni e una carriera lavorativa piatta, senza cioè salti di stipendio, passerebbe da 1.145 a 801 euro di pensione lorda con un taglio del 30%'', ha spiegato Ezio Cigna, responsabile della previdenza pubblica della Cgil. ''La pensione netta- ha continauto- scenderebbe da 952 a 732 euro al mese, meno di quella di cittadinanza e dopo 36 anni di lavoro. In totale rinuncerebbe a 51.480 euro netti dai 64 anni fino agli 82”. Forse ad essere più penalizzati sarebbero i part-time.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di computerinside

computerinside

Lun, 10/02/2020 - 13:32

In galera tutta la casta. Con pochi anni mega pensioni e noi con decenni di lavoro sul groppone a 700 euro al mese?

Ritratto di rr

rr

Lun, 10/02/2020 - 13:42

Più che altro io sono stanco di MANTENERE prepensionati vari, gente andata in pensione con 19 anni di contributi (mia madre), gente andata in pensione a 49 anni (dipendenti dei quotidiani Padania/Unità andati in pensione grazie ad una leggina del 2017). Insomma tutta quella gente che incassa molta più pensione rispetto ai contributi realmente versati. Parafrasando il film vincitore degli Oscar: PARASSITI SOCIALI

Ritratto di rr

rr

Lun, 10/02/2020 - 13:44

Mi raccomando, tutti ad applaudire chi rivuole i VITALIZI. Partendo da Salvini.

Cesare007

Lun, 10/02/2020 - 13:47

Le classi politica e sindacale che percepiscono gli stipendi così alti non riusciranno mai a capire che cosa significa vivere con così pochi soldi. Ma sarebbe giusto riportare queste persone sulla terra dimezzando gli stipendi e togliendo i vitalizi.

Ritratto di rr

rr

Lun, 10/02/2020 - 13:49

@computerinside Deciditi: prima applaudi (e soprattutto voti) chi rivuole i vitalizi... ma poi li vuoi in galera se toccano il TUO portafoglio

schiacciarayban

Lun, 10/02/2020 - 13:51

Beh se vogliamo essere un paese con i conti a posto, la prima cosa da fare è togliere la sciagurata quota 100, poi il reddito di cittadinanza e poi forse Lega e 5S saranno solo un brutto ricordo... Salvini e Di Maio stanno già scomparendo per i fatti loro, forse tra un annetto saremo alla normalità, ma i miliardi buttati che ce li ridà?

Giorgio5819

Lun, 10/02/2020 - 13:53

Colpo di mano di regime, di gente NON ELETTA, di personaggi abituati a operare in modo scorretto e sporco. Se avessimo un presidente della repubblica andremmo al voto, ma hanno PAURA di fare la fine che meritano.

Capricorno29

Lun, 10/02/2020 - 13:56

Togliamo le pensioni anche aloro considetriamo solo il contributivo e in pensione a 67 anni come per tutti

Malacappa

Lun, 10/02/2020 - 14:01

Non pensano tagliare i soldi per mantenere gli invasori sempre sui pensionati ma tira tira poi si rompe la pazienza ha un limite

Ritratto di bimbo

bimbo

Lun, 10/02/2020 - 14:05

Si dovrebbe che tutti abbiano la pensione e che sia uguale per tutti.. hihihihihihihihihihhi

necken

Lun, 10/02/2020 - 14:08

Oltre a quota 100 dovrebbero abolire anche il reddito di cittadinanza che oltre ad essere inutile per trovare posti di lavoro fornisce redditi a gente di malafare e lavoratori in nero. I soldi di chi paga le tasse vanno spesi per fare investimenti strutturali a protezione del territorio e sappiamo tutti quanto ve ne sia bisogno ed inoltre creerebbe posti lavori veri

elpaso21

Lun, 10/02/2020 - 14:09

Scade nel 2021, ma ogni giorno Quota 100: BASTA.

ginobernard

Lun, 10/02/2020 - 14:10

"gente che incassa molta più pensione rispetto ai contributi realmente versati" mi chiedo con che razza di criterio lo avessero deciso allora. Basta prendere a riferimento quello che succede nella previdenza privata. Si tratta di copiarla ... neanche copiare riescono a fare ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/02/2020 - 14:16

Mia moglie era contenta che già dava di matta, ora se gliela tolgono si metterà in malattia perenne. Strameledetti, per fare un torto a Salvini tolgono i privilegi agli italiani per darli piuttosto ai clandestini. Soltanto chi è in pensione non gliene frega niente e quelli che non rientravano quest'anno e che avrebbero dovuto andare con i 67 anni pure. Quindi si sono fatto un calcolo, chi potrebbe protestare qualche migliaio? No, meglio fare felici gli altri che avevano invidia.

venco

Lun, 10/02/2020 - 14:16

E porti aperti e soldi a go-go ai clandestini

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/02/2020 - 14:22

@schiacciarayban da dove nasce tutta questa invidia verso gente che ha lavorato una vita? Forse tu la stai percependo già a 50 anni? Forse non avendo lavorato prima o quota o no quota a te spetterebbe sempre a 67 anni? Sei un invidioso come tutti i comunisti. Scommetto che sei invidioso pure di chi ha risparmiato ed ha pure un bel conto in banca. Sarai invidioso pure chi ha due o tre case. E dillo che muori dalla voglia di portare al tuo livello gli altri anche se hanno fatto molto più di te. Anzi senza il anche se.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/02/2020 - 14:31

Stramaledetto Salvini e tutti coloro che non ti hanno consigliato di rimanere al Governo. Hai fatto rovinare tutto quello che hai creato. Non ti credere di prendere più dei voti da me, piuttosto la scarabocchio la scheda. Mi rimane solo la Meloni, ma non ha una maggioranza di voti. Spero solo che tutti la votino al posto di Salvini. Salvini non merita più, dopo quello che ha fatto, lasciare in mano ai comunisti. Non ha personalità di un ministro serio e affidabile e non ha nessuno che lo difenda, sembrano tutti ammutoliti. Salvini, lascia le comparsate sui social con fotografie che poi ti prendano in giro.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/02/2020 - 14:32

5 italiani su 10 vive di assistenza, come si fa a continuare a sperare in una crescita. E questo Governo ne aumenta ancora di più togliendo agli altri 10.

Ritratto di malatesta

malatesta

Lun, 10/02/2020 - 14:38

Quindi...NO a quota 100 e SI al reddito di Cittadinanza, quest'ultimo ormai universalmente dichiarato come un flop clamoroso?

schiacciarayban

Lun, 10/02/2020 - 14:38

@do ut des - Per tua info io ho 64 anni, lavoro da quando ne ho 25 e avrei anche una buona pensione da dirigente. Ma vi sembra logico che uno a 64 anni debba andare in pensione con un'aspettative di vita ormai a 90 anni? 30 anni a spese dello stato e soprattutto a spese delle future generazioni, che andando avanti così la pensione non la vedranno mai.

ginobernard

Lun, 10/02/2020 - 14:38

ma perchè non adottano i coefficienti di calcolo che usano le pensioni integrative private ? cosa è tutto sto casino ? se uno versa meno e esce prima dal lavoro prende un assegno calcolato sul versato e sulla aspettativa di vita. Ma è poi così difficile ? o la fanno difficile ?

Libertà75

Lun, 10/02/2020 - 14:39

@schiaccia, i miliardi che ha buttato via il tuo amato PD chi ce li ridà? spero vivamente tu visto che parli sempre senza cognizione di causa. Aspettiamo di vedere il tuo bonifico a ripiano del debito lasciato dal tuo PD, in assenza di quello sapremo (anche oggi per l'ennesima volta) l'altissimo livello della tua disonestà intellettuale e il tuo bassissimo livello di moralità e cultura.

Cesare007

Lun, 10/02/2020 - 15:18

I lavoratori francesi non accettano di andare in pensione a 64 anni senza le penalizzazioni che sono esattamente le stesse condizioni che in Italia propongono i sindacati e il governo ritiene troppo generose. I francesi in pensione gireranno il mondo mentre gli italiani i cassonetti.

bernardo47

Lun, 10/02/2020 - 15:19

Penso faranno un buon accordo anche sulla questione pensioni. Certamente le miliardate buttate via in redditi di nullafacenza spesso truffaldini e in quota cento che penalizza, che pochi chiedono e che costa un occhio, se fossero stati usati dai gialloverdi in maniera intelligente,magari coinvolgendo la parti sociali, sarebbe stato molto meglio. Gialloverdi incapaci e pericolosi demagoghi!

Homunculus

Lun, 10/02/2020 - 15:20

Schiacciarayban, lei sarebbe un dirigente ancora in servizio? Ma se scrive tutto il giorno su questo sito, sa che è passibile di licenziamento in tronco?

Ernestinho

Lun, 10/02/2020 - 15:24

Ma vale anche per i "politicanti" ed i loro compari di merenda?

Lugar

Lun, 10/02/2020 - 15:26

Tutti poveri per piegarsi al potere.

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 10/02/2020 - 15:35

Non è una novità... dopo aver lavorato una vita pagando le tasse e i contributi gli italiani andranno in pensione con un piede nella fossa e moriranno poveri, nel contempo danaro a gogo alle coop rosse e onlus papaline per mantenere i finti profughi. Situazione paradossale e vomitevole.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Lun, 10/02/2020 - 15:46

Quota 100 e RdC andrebbero abolite subito! Chi parla della vergogna dei vitalizi ha ragione.... Ma come mai nessuno si indigna riguardo ai centinaia di migliaia di baby pensionati? Perché nessuno ha coraggio di dire che anche quelli sono dei privilegiati??? Perché non si fa qualcosa per rivedere e ricalcolare anche le loro pensioni?

sylvester59

Lun, 10/02/2020 - 15:49

Scusate, ma non erano Conte e Gualtieri quei galantuomini che dicevano che non si potevano cambiare continuamente le regole sulle pensioni, che le persone avevano il diritto di programmare il loro futuro con un minimo di affidabilità, che Quota 100 sarebbe andata a morire 'naturalmente' alla fine del 2021? Spero che questi signori mantengano la parola, quello che verrà dopo ben venga se migliorativo della condizione attuale. Quota 41 per tutti senza paletti e limitazioni sarebbe una delle migliori soluzioni finali ed inoltre un'arma atomica contro Salvini, ma dubito che i nostri politici siano così intelligenti per attuarla. A proposito delle risorse che sarebbero necessarie, qualcuno mi sa dire come sta andando la tanto reclamizzata lotta all'evasione fiscale?

bernardo47

Lun, 10/02/2020 - 16:49

computerinside...si legga con la dovuta attenzione la piattaforma unitaria delle confederazioni su cui e' aperta la trattativa col governo e trovera' una parte che riguarda la istituzione di una pensione pubblica di garanzia per i giovani a carico della fiscalita' generale, da affiancare alla pensione contributiva derivata dagli anni di lavoro, in modo da mettere anche i giovani, al loro pensionamento in situazione non dissimile dai loro padri, rispetto a ultimo stipendio prima del pensionamento...

rudyger

Lun, 10/02/2020 - 16:49

.....più equo e meno costoso... Sig. Presidente della repubblica ma lei quando firma le leggi da che parte sta ?

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 10/02/2020 - 16:49

Via anche il reddito di poltronanza!

necken

Lun, 10/02/2020 - 16:50

ginobernard: le decisione di pagare pensione parametrata agli stipendi anzichè ai contributi è maturata circa 50 anni fà oltre a mandare in pensione (statali) con 20 ed anche meno anni di lavoro in modo da creare opportunitaavorative ai giovani di allora e guadagnare nel contempo consenso elettorale concettualmente più o meno gli stessi motivi che hanno indotto i politici attuali ad attuare la riforma pensionistica di quota 100. I politici cercano sempre il consenso elettorale per essere eletti nel risetto della costituzione mentre i tecnici compete di trovare i soldi insomma la mente i politici il braccio i tecnici

gjallahorn

Lun, 10/02/2020 - 17:02

Si parla a vanvera, il Ministero che abbassa il gettito fiscale e quindi anche i versamenti previdenziali e ci vuole felici e contenti senza quota 100. La CGIL, costola del governo istituzionale rivoluzionario casinista, che cerca di disincentivare l' uscita dal mondo del lavoro. Con i calcoli di Cigna, con i paletti delle uscite a 64 e 67 anni e aspettativa di vita a 81 anni il punto di equivalenza fra i due tipi di pensione si avrà dopo circa dieci anni (74 anni) per chi ci arriva e per chi non deve pensare alla reversibilità. Per i restanti anni decretati da Misiani con delega di Cristo (81 anni) si perdono circa 31000 €. Quindi se siete con un piede nella fossa, se odiate vs moglie da cui avete divorziato fatevi i vs conti da soli 801x=1145(x-3) :)

jaguar

Lun, 10/02/2020 - 17:16

Meccanismo più equo che naturalmente penalizzerà i lavoratori. Dobbiamo solo sperare che l'attuale governo duri il meno possibile.

albixo

Lun, 10/02/2020 - 17:29

Ma è possibile che nessuno dica che lo stato ha fatto un patto con il lavoratore offrendo una certa prestazione in cambio del versamento dei contributi e non può legalmente continuare a violare questo patto in maniera unilaterale. Se lo fa si consenta al lavoratore di recedere da questo patto e recuperare tutto quanto ha versato.

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 10/02/2020 - 18:07

@albixo ore 17:29...condivido e aggiungo che quando andai in pensione mi recai all'INPS e chiesi che al posto della pensione mi restituissero la somma dei contributi che versai assieme al mio datore di lavoro... non le dico cosa mi risposero.

bernardo47

Lun, 10/02/2020 - 18:14

fabious 76.....i baby pensionati della legge rumor, che lei cita, sono quasi tutti esauriti oramai.....non se ne ancora accorto? e quei pochi rimasti, pur avendo pagato 15/20 o 25 anni di contributi, hanno pensioni spesso inferiori alla pensione di nullafacenza aggratis di 780 e piu' euro, regalata quella si, a quelli che mai hanno versato un contributo in vita loro, spesso lavorata tutta al nero! Sveglia eh?

bernardo47

Lun, 10/02/2020 - 18:20

albixo Lei ha perfettamente ragione....ma la logica che e' sottesa ad esempio alla delibera fico/boeri sui vitalizi, e' quella del cavallo di txxxa, utile per portare un attacco a tutto campo alle pensioni, per derubare i nostri 8 milioni di anziani delle retributive e miste, del 15 20 25% e oltre della loro attuale pensione! i grillini ce lo hanno nella zucca da sempre e pochi mesi fa, ci hanno pure provato con la legge d'Uva molinari, che avrebbe tagliato tutte le pensioni fino al 25% e oltre! Quindi occhio! Serve grande attenzione e non lasciarsi prendere da invidie vitalizistiche,, perche' si rischia di fare del male a noi medesimi e ai nostri padri e nonni!

dot-benito

Lun, 10/02/2020 - 20:06

Invece il reddito ai nullafacenti? quello rimane BASTARDI parassiti

aldoroma

Mar, 11/02/2020 - 08:20

Bancomat pensionati per spendere con i clandestini

ruggerobarretti

Mar, 11/02/2020 - 09:04

schiacciarayban puo' tranquillamente continuare a far finta di essere dirigente (di che???)fino a 90 anni. Puo' essere incassato direttamente sul posto di lavoro (che millanta) se vuole. Io no.

moichiodi

Mar, 11/02/2020 - 11:28

Il giornale annuncia un altro da scippo.....