Pensioni, arriva il ricalcolo: ecco le 3 novità sull'assegno

Tra rivalutazioni, ricalcoli dell'Irpef e addizionali cambiano gli importi sul cedolino. Cosa fare e cosa controllare a fine mese

Come confermato dall'Inps, il pagamento delle pensioni di marzo verrà anticipato a fine febbraio, anche se per i diretti interessati saranno presenti delle novità in grado di modificare al ribasso il netto degli importi sul cedolino.

Una doverosa premessa va fatta sulla scarsa chiarezza circa la mini riforma delle pensioni inclusa all'interno delle legge di Bilancio 2021, nella quale pare proprio certo non trovar posto la tanto attesa rivalutazione. La nuova ed ennesima proroga non lascia ben presagire in tal senso. Pertanto pare ormai certo che l'adeguamento al costo della vita, di solito applicato ad inizio anno nuovo, non verrà effettuato nel calcolo degli assegni pensionistici: questo a causa della diminuzione dei prezzi al consumo registrata dall'Istat nel 2020.

Come anticipato, nelle pensioni di marzo saranno tre gli elementi che potranno produrre delle significative variazioni in negativo sull'importo netto dei cedolini.

Il primo sarà ovviamente il prelievo fiscale: questo perchè nel mese di marzo, oltre all'Irpef ed alle addizionali 2020 che si versano a partire dall'inizio dell'anno (addizionale regionale 2020, saldo addizionale comunale 2020), si registrerà anche la trattenuta dovuta all’acconto dell’addizionale comunale per l'anno 2021, la prima delle nove rate previste.

Il secondo elemento, che non riguarderà comunque tutti i contribuenti, è rappresentato dal ricalcolo dell'Irpef per l'anno 2020. Per questo motivo, ad essere interessati dal punto in esame saranno esclusivamente i pensionati che hanno percepito introiti da ulteriori fonti di reddito (ovviamente soggette a tassazione) al di fuori del solo assegno pensionistico. Qualora si venga a verificare tale eventualità, il ricalcolo dell'Irpef produrrà un conguaglio negativo: la trattenuta tiene conto della dichiarazione dei redditi presentata, incrociando i dati dell’Agenzia delle Entrate o verificando quanto dichiarato nel modello Red. L'Inps opera come sostituto d’imposta, effettuando i relativi conguagli per il recupero sul rateo del mese di marzo, fino a capienza.

Marzo è comunque anche il mese in cui vengono rimborsati eventuali crediti di imposta relativi all'anno precedente: dunque nel caso in cui si siano eventualmente versate tasse superiori al dovuto, il credito viene rifondato insieme alla pensione di marzo.

Per poter tenere sotto controllo tutte le voci necessarie a valutare la correttezza delle operazioni effettuate sul proprio assegno sarà possibile per i contribuenti consultare il proprio cedolino attraverso il portale web dell'Inps o, novità di quest'anno, tramite posta elettronica.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

upwithrich

Mar, 09/02/2021 - 15:02

Nessuna parola sul programma di Draghi (e del Salvini europeista) ?? Si andrà tutti in pensione più tardi o sbaglio?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 09/02/2021 - 15:07

quelli che non subiranno nessuna trattenute,saranno i fannulloni del reddito da poltrona

xgerico

Mar, 09/02/2021 - 15:09

Il solito articoletto, tanto per mettere in continua apprensione i pensionati!

amedeov

Mar, 09/02/2021 - 16:04

upwithrich 15,02 perchè il conte tacchia ha fatto qualche programma sulle pensioni?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mar, 09/02/2021 - 16:05

"xgerico", il tuo solito commento contro qualcuno o qualcosa.

antonmessina

Mar, 09/02/2021 - 16:06

e i fortunati del rdc ovviamente continuerano a incassare

bernardo47

Mar, 09/02/2021 - 16:11

nulla di nuovo; tutte cose note; a marzo si assesta anche irpef e si va dritti fino a dicembre ...continuiamo a ringraziare renzi che non volle dare seguito a un diritto dei pensionati alla rivalutazione, sancito dalla sentenza Cost. 70/15......grazie renzi.

bernardo47

Mar, 09/02/2021 - 16:22

niente di nuovo sotto il sole...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 09/02/2021 - 16:24

Riforma giustissima,i pensionati dovrebbero prendere per quello che hanno pagato e non per quello che hanno preso nell'ultima busta paga.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 09/02/2021 - 16:53

Dove ha trovato questi numeri l'Istat. Per quanto posso constatare i prezzi degli alimenti soni invece aumentati di almeno 20%

bernardo47

Mar, 09/02/2021 - 17:07

Gianni verde, ma di cosa parla Lei?

xgerico

Mar, 09/02/2021 - 17:35

@ANGELO POLI-Mar, 09/02/2021 - 16:05- Si, si hai ragione!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 10/02/2021 - 10:52

@nerinari - nulla da dire sui pensionati. Eppure per un anno hai lanciato strali (e di molto peggio) su di loro. Paura?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 10/02/2021 - 10:53

@xgerico - ti fai sempre riconoscere, vedo che tutti ti danno contro. Non ci hai ancora capito niente? A proposito, incompetente, hai letto quanto ti ho scritto su quest a tua offesa? Non ho ricevuto risposta, incompetente.

Ritratto di giannibarbieri

giannibarbieri

Mer, 10/02/2021 - 11:38

@venividi. Se cominciamo a pagare con il bancomat i soliti evasori fiscali mica possono passare dalla Ferrari alla Fiat. Rincarano i prodotti alimentari.

mimmo1960

Mer, 10/02/2021 - 13:24

"Non verrà effettuato nel calcolo degli assegni pensionistici: questo a causa della diminuzione dei prezzi al consumo registrata dall'Istat nel 2020". I prezzi dell'utenze, alimentari e trasporti aumentano pero' l'infrazione è bassa, mah!!

mimmo1960

Mer, 10/02/2021 - 13:27

Per gianniverde. Abbiamo le pensioni tra le piu' basse d'europa inutile girarci intorno!

ilbelga

Mer, 10/02/2021 - 13:52

gianniverde:mart. 16.24: sta forse parlando degli statali? Io ne conosco alcuni (tanti) che sono andati in pensione con l'ultimo stipendio, ma di privati nessuno è andato in pensione calcolandola sull'ultimo stipendio. Se per caso 40 anni di lavoro + tre in Belgio sono pochi per Lei, me lo faccia sapere, e mi dia qualche esempio di come un giovane oggi (media primo lavoro 28 anni) farà a fare 43 anni di lavoro. Se non sbaglio 28 + 43= 71. I miei rispetti...